Dalla radio al teatro: a Monsummano “I 4 moschettieri in America”. La vita di Frida Kahlo a Montecarlo

Teatro e Danza

Primo appuntamento al Teatro Yves Montand di Monsummano Terme per “A teatro con la scuola e la famiglia!”, la rassegna di spettacoli, promossa dall’Associazione Teatrale Pistoiese e dal Comune di Mon summano e dedicata ai più piccoli che, da quest’anno, come novità, prevede anche recite pomeridiane per le famiglia. Domenica 29 gennaio 2017 andrà in scena (ore 16) “I 4 moschettieri in America” della compagnia I Sacchi di Sabbia, tra i gruppi teatrali più innovativi e di maggior talento della nuova scena teatrale.

Spettacolo divertente, coprodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale, per la regia di Giovanni Guerrieri e Giulia Gallo con la collaborazione di Giulia Solano, è in tour in queste settimane in tutta Italia ed è nato da un’idea di Rodolfo Sacchettini e Giovanni Guerrieri. Protagonisti sono Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri e Giulia Solano, con la complicità del pittore Guido Bartoli (chiamato a illustrare il teatro giocattolo che costituirà il centro della scena). “I 4 moschettieri in America” acconta le ipotetiche avventure dei moschettieri più famosi della letteratura nell’America degli anni Trenta, tra gangster, pupe e sparatorie e si avvale di gustose contaminazioni, dal cinema di Billy Wilder, ai testi di Jules Verne, alle moderne graphic novel. Lo spettacolo (fascia d’età indicata 6/11 anni) è in replica martedì 31 gennaio alle ore 10 per le scuole di Monsummano.

I Sacchi di Sabbia torneranno nella stagione teatrale 2016/17 del Montand anche a marzo con il divertente “Piccoli Suicidi in Ottava Rima.”

LO SPETTACOLO. Tutto nacque giovedì 18 ottobre 1934 – dieci anni dopo l’inizio ufficiale in Italia delle trasmissioni radiofoniche – quando andò in onda la prima puntata de “I 4 moschettieri, parodia di Nizza e Morbelli con musiche di Storaci»: abbinata ad un famoso concorso di figurine sponsorizzato dalla Perugina. La radiorivista (così venne definita ai tempi) si impose in poche settimane come un vero e proprio fenomeno di costume, riscrivendo in stile parodico e rivistaiolo le famose gesta di Athos, Porthos Aramis e D’Artagnan e contribuendo decisamente alla diffusione e alla vendita degli apparecchi radiofonici in Italia. “I 4 moschettieri” lasciò un segno indelebile nell’immaginario collettivo italiano (la “trasmissione più seguita di tutti i tempi”), ergendosi a crocevia delle più disparate esperienze artistiche e pubblicistiche (pubblicità, teatro, radiofonia, grafica). Ottant’anni dopo, I Sacchi di Sabbia hanno dato un sequel a “I 4 moschettieri”: dapprima con un radiodramma – realizzato per Radio 3 all’interno del progetto Radio Days di Santarcangelo 14 – ed ora con questo spettacolo teatrale, dedicato ai bambini, che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi del radiodramma.

LA COMPAGNIA. I Sacchi di Sabbia nascono a Pisa nel 1995. Negli anni la Compagnia si è distinta sul piano nazionale, ricevendo importanti riconoscimenti per la particolarità di una ricerca improntata nella reinvenzione di una scena popolare contemporanea. In perenne oscillazione tra tradizione e ricerca, tra comico e tragico, il lavoro di I Sacchi di Sabbia ha finito per concretizzarsi in un linguaggio in bilico tra le arti (arti visive, danza, musica), nella ricerca di luoghi performativi inconsueti, e sempre con uno sguardo vivo e attento al territorio in cui l’evento spettacolare è posto.

Prevendita: biglietteria Teatro Manzoni/Pistoia 0573 991609 – 27112 on line su www.boxol.it
Nei giorni 13 e 14 gennaio anche alla Biglietteria del Teatro Montand Monsummano Terme 0572 954474 (dalle 16.30 alle 19.30)
Info: Comune di Monsummano Terme 0572 959228
www.comune.monsummano-terme.pt.it – cultura@comune.monsummano-terme.pt.it

LA VITA DI FRIDA KAHLO IN SCENA AL TEATRO DEI RASSICURATI DI MONTECARLO

Il titolo è “Viva la vida”, sottotitolo “La vita di Frida Kahlo” di Pino Cacucci. Presentato da Le Beffe Teatro, va in scena domenica 29 gennaio 2017 al Teatro dei Rassicurati, ore 16.45, a Montecarlo (Lucca). Il ruolo della grande artista messicana è affidato a Antonella Lucii, Stefano Giannotti alla chitarra, con la partecipazione di Michela Cicchinè. La regia è di Salvatore Pagano.

Frida Kahlo, nata a Città del Messico il 6 luglio 1907, era una donna selvaggia e passionale come il suo paese,  violenta e dolcissima come l’attaccamento alla vita che la caratterizzò, visionaria e realista come i suoi quadri, Sicuramente è una delle più grandi pittrici contemporanee. Affetta da poliomielite dall’età di 18 anni, il destino la colpisce duramente e un grave incidente la costringe immobile nel letto per lunghi mesi. Doveva restare paralizzata e invece la sua determinazione e la voglia di vivere la rimettono in piedi. Dopo pochi anni sposa Diego Rivera importante pittore e muralista nonché fondatore del partito comunista messicano. La loro vita si divide tra l’impegno politico e l’arte portando i due a incontrare personaggi importanti della prima metà del secolo. “Viva la vida”, monologo di Pino Cacucci, descrive tutto questo mettendo in evidenza tutta la passionalità e la carnalità dell’artista. 

Lascia un commento