Dalla Cappella dei Magi a Casa Buonarroti fino alla Specola: il 2018 comincia con 13 itinerari in giro per Firenze (ma anche Pisa, Pistoia e Luni)

Firenze, Focus, Pisa, Pistoia

Un itinerario guidato nella Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi aspettando l’Epifania, un viaggio in compagnia di Michelangelo a Casa Buonarroti e la visita per grandi e piccini alla scoperta del museo di Storia Naturale della Specola: inizia così il nuovo anno con “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi, a cura di Cooperativa Archeologia (www.enjoyfirenze.it, ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it).

13 gli appuntamenti del mese, che partiranno venerdì 5 gennaio 2018 alle 16.30 con la visita guidata alla Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi che anticipa la tradizionale rievocazione storica del 6 gennaio della Cavalcata dei Magi. La visita sarà l’occasione per riscoprire questo splendido palazzo e la sua architettura, al cui interno è possibile ammirare la Cappella dei Magi dipinta da Benozzo Gozzoli con i ritratti dei membri della famiglia Medici.

Tra le novità, una visita guidata a Casa Buonarroti (13/01), museo e monumento, luogo della memoria e della celebrazione del genio di Michelangelo che offre l’emozione di ammirare celebri capolavori della prima giovinezza di Michelangelo come la “Madonna della scala” e la “Battaglia dei centauri”, oltre alla possibilità di collegare le opere michelangiolesche con le vicende della famiglia Buonarroti. Ancora, una passeggiata nel bellissimo Cimitero Monumentale delle Porte Sante (20/01), situato in uno dei punti più alti della città, dove riposano e vengono ancora sepolti i fiorentini, di nascita o di adozione, che per le loro opere ed il loro pensiero meritano un ringraziamento da parte della città. Con l’occasione sarà possibile visitare anche l’attigua Basilica di San Miniato al Monte.

In cartellone anche una visita guidata al Museo degli Innocenti (14/01), primo brefotrofio specializzato d’Europa e una delle prime architetture rinascimentali su progetto iniziale di Brunelleschi, oggi offre un percorso attorno al tema dell’accoglienza e racconta l’essenza dell’Istituto nei suoi sei secoli di attività, cercando di integrare il patrimonio documentario e di archivio con quello storico-artistico. Si andrà anche alla scoperta di due chiese fiorentine quelle di Ognissanti e Santa Trinita (27/01) e dei capolavori in esse contenuti, commissionati da importanti famiglie fiorentine: nel ‘400 lavorarono in Ognissanti Sandro Botticelli, che nella chiesa è sepolto, e Domenico Ghirlandaio, che era stato assoldato dalla famiglia Vespucci; in Santa Trinita, avevano le proprie cappelle, tra gli altri, gli Strozzi, i Sassetti e i Davanzati, dove lavorarono i più importanti artisti del Quattrocento.

Ultimo appuntamento del mese sarà al Museo di Storia Naturale “La Specola” (28/01), una suggestiva visita per grandi e piccini in uno tra i più antichi musei scientifici europei, con la più grande collezione al mondo di cere anatomiche e un enorme numero di reperti osteologici: dalla Collezione Zoologica che espone esemplari naturalizzati di recente acquisizione e di antica preparazione come l’ippopotamo che, donato al Granduca nella seconda metà del Settecento, visse per qualche anno nel Giardino di Boboli, al Torrino, progettato alla fine del XVIII secolo come osservatorio astronomico, e alla Tribuna di Galileo, stupefacente e maestosa, raro esempio di architettura neoclassica, costruita ed inaugurata nel 1841 per celebrare Galileo.
Ad arricchire il cartellone 3 proposte fuori porta. La prima è con i laboratori e le visite guidate per bambini e adulti all’antica città di Luni (La Spezia), fondata dai Romani nel 177 dopo lunghe lotte contro i Liguri e collegata attraverso la via Emilia alla pianura Padana, un centro che in epoca imperiale fu definito la città di marmo per la ricchezza decorativa dei suoi edifici pubblici e privati (21/01). Si prosegue sempre domenica 21 gennaio con il percorso di Pistoia “sotterranea”, alla scoperta di quella parte di città visibile nel sottosuolo e delle testimonianze che ne documentano le origini e la storia, dalla fondazione fino ai giorni nostri.
Infine, il cantiere di allestimento del Museo delle Antiche Navi di Pisa, che espone le imbarcazioni di epoca romana emerse durante lavori per l’ampliamento della Stazione di Pisa S. Rossore con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo (5,6,14,20 e 28/01).

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

CALENDARIO ITINERARI CULTURALI DI GENNAIO 2018

Venerdì 5 gennaio 2018, ore 16.30

Cavalcata Magi Benozzo
La Cavalcata dei Magi di Benozzo

Riscopriamo un grande classico
La Cappella dei Magi in Palazzo Medici Riccardi alla vigilia della rievocazione storica della Cavalcata dei Magi
Appuntamento Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 3, Firenze
Durata della visita circa 2 ore
Biglietto di ingresso: euro 10 intero, euro 6 ridotto per gruppi di almeno 15 persone e bambini 6/12 anni, gratis under 6
Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 8
Auricolari (facoltativi) euro 1,50

Prototipo dell’architettura civile rinascimentale, Palazzo Medici fu fatto costruire da Cosimo il Vecchio alla metà del XV secolo da Michelozzo, suo architetto di fiducia. La visita sarà l’occasione per riscoprire questo splendido palazzo e la sua architettura, al cui interno è possibile ammirare la Cappella dei Magi dipinta da Benozzo Gozzoli con i ritratti dei membri della famiglia Medici: un’imperdibile occasione di visita alla vigila della rievocazione storica della Cavalcata dei Magi, organizzata tutti gli anni il 6 gennaio per celebrare il giorno dell’Epifania.

Venerdì 5 e sabato 6 gennaio ore 11.30, domenica 14 gennaio ore 11, sabato 20 gennaio ore 15, domenica 28 gennaio ore 11
Fuori porta
Il cantiere di allestimento del Museo delle Navi Antiche di Pisa

Sala IV_Museo Navi di Pisa
Sala IV, Museo Navi di Pisa

Aree tematiche IV e V
Appuntamento Arsenali Medicei, Lungarno Ranieri Simonelli-Pisa
Durata della visita: 1 ora e 30 minuti
Prezzo della visita guidata 12 euro, residenti nel Comune di Pisa 10 euro, 6/14 anni 5 euro, under 6 gratuito

Trenta navi romane con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo, sono state scavate e restaurate in 16 anni di lavori, dal 1998 al 2016. E’ stato ricomposto il mosaico di una lunga storia, fatta di commerci e marinai, navigazioni e rotte, vita quotidiana a bordo e naufragi.
Gli Arsenali Medicei sono sembrati da subito il luogo più adatto per la realizzazione di un Museo, che è ancora in corso di completamento. Al pubblico saranno visibili due aree tematiche, cominciando da quello che si è potuto allestire sin qui, sia per quanto riguarda la realizzazione delle parti strutturali e architettoniche sia per quanto riguarda le prime navi restaurate: si parte dunque dalla sala V, dove si possono vedere la Nave F, la Nave I e la ricostruzione a grandezza naturale della Nave C, e si conclude con una sezione introduttiva a questa, la sala IV, con l’esposizione della prima imbarcazione rinvenuta, la Nave A. L’allestimento si è di recente ulteriormente arricchito con l’arrivo dell’Alkedo, grande imbarcazione a remi di età augustea, trattata presso il Centro di Restauro del legno Bagnato. Si tratta di una delle più rilevanti scoperte del Cantiere delle Navi: una nave a remi (12 rematori) che conserva pressoché intatta gran parte dello scafo, compresa la prua fendi acque e le panche dei rematori, su una delle quali era inciso il nome della imbarcazione, ALK(E)DO (il gabbiano).

Sabato 13 gennaio 2018, ore 15
Casa Buonarroti: il genio di Michelangelo

Casa Buonarroti
Casa Buonarroti

Appuntamento Via Ghibellina, 70 – Firenze, ore 15
Durata 1 ora e mezzo
Biglietto di ingresso euro 6,50, ridotto 4,50 per gruppi oltre le 10 persone, studenti e persone sopra i 65 anni
Prezzo della visita guidata euro 12, scontato per soci Coop euro 10, bambini euro 8
Auricolari (facoltativi) euro 1,50

Museo e monumento, luogo della memoria e della celebrazione del genio di Michelangelo, Casa Buonarroti è una delle più singolari occasioni di visita tra le realtà museali fiorentine: offre infatti l’emozione di ammirare due celebri capolavori della prima giovinezza di Michelangelo, la Madonna della scala, testimonianza dello studio appassionato di Donatello, e la Battaglia dei centauri, segno dell’amore per l’arte classica. Ma non meno significativo, per chi varca il portone del palazzo secentesco, è collegare le opere michelangiolesche con le vicende della famiglia Buonarroti, che si è prodigata per ampliare la dimora, per abbellirla, per conservarvi preziose eredità culturali, per raccogliervi rare collezioni d’arte: dipinti, sculture, maioliche e reperti archeologici distribuiti oggi nei due piani del Museo.

Domenica 14 gennaio 2018, ore 15.30
Visita guidata
Il nuovo Museo degli Innocenti

Museo Innocenti (1)
Museo degli Innocenti

Durata 2 ore
Biglietto di ingresso per gruppi euro 5
Prezzo della visita euro 16, soci coop euro 14 bambini euro 8, che comprende anche i diritti di prenotazione e il noleggio di auricolari

Riaperto al pubblico lo scorso anno dopo un lungo restauro, il Museo degli Innocenti, il primo brefotrofio specializzato d’Europa e una delle prime architetture rinascimentali su progetto iniziale di Brunelleschi, offre nuovi spazi espositivi ampliati e rinnovati: tutto il percorso si sviluppa attorno al tema dell’accoglienza e racconta l’essenza dell’Istituto nei suoi sei secoli di attività, cercando di integrare il patrimonio documentario e di archivio con quello storico artistico, in un nuovo racconto che crea un filo conduttore continuo con la storia stessa dell’Istituzione, che tanta importanza ha sempre avuto per la città di Firenze.

Sabato 20 gennaio 2018, ore 15 / Capolavori rivelati, il Cimitero delle Porte Sante e la Basilica di San Miniato al Monte

San Miniato
San Miniato al Monte, Firenze

Appuntamento Davanti alla Basilica, in Via delle Porte Sante 34, Firenze
Durata della visita circa 2 ore
Ingressi gratuiti al cimitero e alla Basilica
Prezzo della visita guidata euro 16, scontato per soci Coop euro 14, bambini 8 euro
Auricolari (facoltativi) euro 1,50

Passeggiata nel bellissimo Cimitero Monumentale delle Porte Sante, situato in posizione meravigliosa in uno dei punti più alti della città, dove riposano e vengono ancora sepolti i fiorentini, di nascita o di adozione, che per le loro opere ed il loro pensiero meritano un ringraziamento da parte della città. Con l’occasione visiteremo anche l’attigua Basilica di San Miniato al Monte: ne scopriremo la splendida facciata in marmo bianco e verde, con al centro il mosaico raffigurante San Miniato, la Vergine e Cristo, e l’ interno, con il meraviglioso pavimento con raffigurazione dello zodiaco, che oltre alla suggestiva cripta conserva opere di grande valore, come la Cappella del Crocifisso di Michelozzo, con le volte in terracotta invetriata di Luca della Robbia, e la Cappella del Cardinale del Portogallo.

Domenica 21 gennaio 2018, ore 10.00
Laboratori e visite per famiglie con bambini fuori porta
Ogni terza domenica del mese Luni si fa in tre!
Appuntamento Area archeologica di Luni, Via Luni 7, Luni (La Spezia)

anfiteatro-Luni (1)
L’Anfiteatro di Luni

Durata circa 2 ore
Biglietto di ingresso all’area archeologica € 2, gratuito under 18
Costo della visita + laboratorio per bambini € 6
Visita per adulti € 10

Laboratori e visite guidate per bambini con i nostri archeologi esperti in didattica e itinerari per gli adulti: partiamo nel mese di novembre con una particolare proposta per le famiglie con bimbi dai 6 ai 12 anni a Luni.
Mentre i più piccoli visiteranno l’area archeologica, con i suoi grandiosi edifici, e parteciperanno a un bellissimo laboratorio didattico, i genitori potranno prendere parte a un itinerario guidato attraverso le sale del Museo e gli edifici pubblici e privati della città antica. Ogni mese proporremo un laboratorio diverso, questa volta si tratterà di “A merenda con Apicio”, in cui, attraverso le antiche ricette di Apicio, un ghiottone vissuto 2000 anni fa, i bambini riscopriranno il gusto degli antichi romani.

Domenica 21 gennaio 2018, ore 11.30
Pistoia “sotterranea”: alle origini della città

Pistoia_sotterranea_03
Pistoia sotterranea

Appuntamento Ingresso del Museo Pistoia Sotterranea, Piazza Giovanni XXIII° 15 – Pistoia
Durata della visita 2 ore
Ingresso Museo Pistoia Sotterranea euro 4,50
Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 6

Pistoia è una città tutta da scoprire: proponiamo il percorso di Pistoia “sotterranea”, alla scoperta di quella parte di città visibile nel sottosuolo e delle testimonianze che ne documentano le origini e la storia, dalla fondazione fino ai giorni nostri. Pistoia è infatti una città che va scoperta un po’ alla volta: bella in superficie e speciale sotto le sue strade e piazze più famose!
Una delle assolute particolarità del Museo di Pistoia Sotterranea è quello di trovarsi all’interno dell’Ospedale del Ceppo, uno dei più antichi al mondo, che funziona ininterrottamente dal momento della fondazione (1277), e del quale traccia la storia partendo letteralmente dalle fondamenta fino ad arrivare al più recente passato.
Il percorso ipogeo si snoda per circa 650 metri sotto l’Ospedale, lungo l’antico letto del torrente Brana, che qui scorreva fino al XIV secolo costeggiando le mura.
All’interno del percorso, vero e proprio sito archeologico, troviamo le tracce delle fasi costruttive dell’Ospedale e la sua relazione con la città durante le varie epoche storiche, con testimonianze come un ponte romano, i lavatoi di origine medievale, una porta della città con relativo ponte di accesso e due interessanti mulini.
Il percorso quindi si pone come parte integrante per capire a pieno la storia della città e in particolare le varie attività collegate all’uso dell’acqua.
La visita sarà l’occasione per scoprire anche il più piccolo teatro anatomico del mondo, un vero gioiello costruito alla fine del Settecento, che accoglieva la scuola di anatomia dell’Ospedale del Ceppo.

Sabato 27 gennaio 2018, ore 16.00
Chiese di famiglia: Ognissanti e Santa Trinita

Sandro_Botticelli_Ognissanti
Ognissanti

Appuntamento alla Chiesa di Ognissanti, Borgo Ognissanti 42 –Firenze
Durata della visita circa 2 ore
Ingressi gratuiti alle chiese
Prezzo della visita guidata euro 16, scontato per soci Coop euro 14, bambini euro 8
Auricolari (facoltativi) euro 1,50

Alla scoperta di due chiese fiorentine e dei capolavori in esse contenuti, commissionati da importanti famiglie fiorentine: Ognissanti e Santa Trinita. Nel ‘400 lavorarono in Ognissanti Sandro Botticelli, che nella chiesa è sepolto, e Domenico Ghirlandaio, che era stato assoldato dalla famiglia Vespucci; in Santa Trinita, una delle basiliche più importanti nell’evoluzione storico artistica di Firenze, avevano le proprie cappelle, tra gli altri, gli Strozzi, i Sassetti e i Davanzati, dove lavorarono i più importanti artisti del Quattrocento.

Domenica 28 gennaio 2018, ore 10.30
Il Museo di Storia Naturale “La Specola” (il Torrino, nella foto sopra il titolo)
Appuntamento Via Romana 17, Firenze
Durata della visita guidata 2 ore
Biglietto di ingresso euro 6, ridotto euro 3 dai 6 ai 14 anni e over 65, gratis under 6
Prezzo della visita guidata euro 18, scontato per soci Coop euro 16, bambini euro 8
Auricolari (facoltativi) euro 1,50

“La Specola” è uno tra i più antichi musei scientifici europei, con la più grande collezione al mondo di cere anatomiche e un enorme numero di reperti osteologici.
Una suggestiva visita per grandi e piccini che vi porterà alla scoperta di questo incredibile museo e di tutte le sue sezioni: la Collezione Zoologica che espone esemplari naturalizzati di recente acquisizione e di antica preparazione come l’ippopotamo che, donato al Granduca nella seconda metà del Settecento, visse per qualche anno nel Giardino di Boboli, il Torrino, progettato alla fine del XVIII secolo come osservatorio astronomico, e la Tribuna di Galileo, stupefacente e maestosa, raro esempio di architettura neoclassica, costruita ed inaugurata nel 1841 per celebrare Galileo.

Lascia un commento