Dal ministero della transizione ecologica 687mila euro a Livorno per la nuova piazza S. Andrea, per gli alberti nella zona del Parco Levante e per il parco Baden Powell nel quartiere Corea

Il Comune di Livorno ha ottenuto un importante finanziamento statale nell’ambito dei progetti candidati al “Programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano” del Ministero della Transizione Ecologica.

Il direttore generale del MITE ha infatti comunicato al dirigente del dipartimento Lavori pubblici e assetto del territorio del Comune di Livorno, dott. Leonardo Gonnelli, l’assegnazione di 687mila euro per la realizzazione della nuova piazza Sant’Andrea(foto sopra il titolo) e per altri interventi, tra cui nuove alberature nell’area tra il Centro commerciale di via Levante, la ferrovia e la statale Aurelia, e all’interno del Parco Baden Powell nel quartiere Corea (tra l’altro il progetto di rigenerazione dell’area del Parco Baden Powell pochi giorni fa ha ottenuto 2 milioni di euro di finanziamenti dai fondi del PNRR).

Esprimono grande soddisfazione le assessore comunali all’ambiente e alla mobilità Giovanna Cepparello e all’urbanistica e ai lavori pubblici Silvia Viviani, che auspicano che questo sia il primo di una lunga serie di finanziamenti sul tema specifico dell’adattamento ai cambiamenti climatici.

Le città del futuro saranno più aride e soggette ad eventi climatici estremi (ondate di calore, alternarsi di precipitazioni estreme e di periodi di siccità).

Per ridurre la vulnerabilità del territorio, l’Amministrazione comunale di Livorno ha adottato un Piano di adattamento ai cambiamenti climatici, e ha istituito un apposito ufficio.

Nell’ambito di queste iniziative, quello per piazza Sant’Andrea costituisce un progetto pilota, che interesserà l’area antistante alla Chiesa, che sarà ampliata e riqualificata, anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, senza modificarne l’utilizzo a parcheggio. È prevista la sostituzione dell’attuale pavimentazione con materiale drenante e a basso assorbimento di calore, la piantumazione di alberi che senz’altro miglioreranno il benessere psico-fisico dei cittadini, l’inserimento di strutture ombreggianti a sostegno del verde rampicante, la realizzazione di una cisterna interrata per raccogliere l’acqua piovana, che potrà anche essere utilizzata per l’irrigazione.

In fase di definizione dei dettagli del progetto, sarà avviato un confronto con i residenti del quartiere, per definire alcune scelte in modo condiviso.

I lavori dovranno concludersi entro 24 mesi a partire dall’erogazione del primo anticipo del finanziamento.

L‘Amministrazione comunale ringrazia il Consorzio Lamma per la preziosa collaborazione. “I dati che il Lamma ci ha fornito sulle ondate di calore e sulle piogge intense a Livorno negli ultimi 10 anni – afferma l’assessora Cepparello – ci hanno permesso di partecipare ad un bando tecnicamente complesso ma sicuramente strategico”.

Lascia un commento