Dal 22 al 27 novembre gli “Apprendisti Ciceroni” porteranno le classi alla scoperta di luoghi e dimore di valore storico. Appuntamento con le Giornate del FAI riservate alle scuole. Cosa c’è da vedere in Toscana

Modellate sulle Giornate FAI di Primavera e di Autunno, il più diffuso e partecipato evento nazionale dedicato dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) alla promozione del patrimonio di natura e storia dell’Italia, tornano nella settimana dal 22 al 27 novembre 2021 le Giornate FAI riservate alle scuole, giunte alla decima edizione. 

Mattinata Fai ©Musacchio, Ianniello & Pasqualini

Le Delegazioni di volontari FAI organizzeranno in tutte le regioni visite speciali riservate alle classi “Amiche FAI” e gestite interamente dagli Apprendisti Ciceroni, studenti appositamente formati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli Apprendisti Ciceroni accompagneranno le classi in visita alla scoperta di luoghi dal valore storico, artistico, naturalistico e comunque identitari, ovvero significativi per loro e per le loro comunità. 

Chiese e palazzi, sedi delle istituzioni, riserve naturali, parchi giardini storici, quartieri cittadini e molti altri luoghi saranno aperti e raccontati agli studenti dagli studenti, in un progetto di educazione tra pari di grande soddisfazione per tutti; un’esperienza formativa unica e originale, che è anche l’occasione per i ragazzi di valorizzare il proprio territorio, mettendosi al servizio della loro comunità.

L’evento è riservato alle Classi Amiche FAI che, sottoscrivendo l’iscrizione, condividono gli obiettivi della Fondazione e contribuiscono alla sua missione di tutela e valorizzazione del patrimonio di natura e storia del nostro Paese.

Giornate FAI per le scuole. ©Musacchio, Ianniello & Pasqualini

AGN ENERGIA, per il sesto anno consecutivo, è sponsor principale dell’evento del FAI dedicato alle scuole. Il grande interesse nei confronti di iniziative che coinvolgono la scuola, insieme all’attenzione e al rispetto per l’ambiente, hanno portato AGN ENERGIA a sostenere anche quest’anno il progetto dalla forte valenza didattica, sociale e culturale, attraverso un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione sulle condizioni dei nostri mari e oceani, che si concretizzerà nella realizzazione di un’opera di street art scelta direttamente dagli studenti. In occasione dell’evento verrà infatti lanciata una nuova edizione del contest online #LATUAIDEAGREEN: dal 4 novembre 2021 al 31 gennaio 2022 gli studenti potranno scegliere l’opera di street art che ritengono più significativa per riflettere sul tema della salvaguardia dell’ecosistema marino, in linea con gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 definiti dall’ONU – Organizzazione delle Nazioni Unite. L’intervento si propone anche come strumento di riqualificazione urbana, unendo mezzi di espressione artistica, giovani delle scuole e territorio.  I ragazzi avranno inoltre la possibilità di vincere un premio del valore di 500€ e far dedicare alla loro scuola il contributo che AGN ENERGIA destinerà alla manutenzione annuale della Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA), Bene del FAI dal 1987. Meravigliosa insenatura all’estremità della penisola sorrentina, davanti ai faraglioni di Capri, la Baia di Ieranto si inserisce in uno scenario naturale e paesaggistico unico – tra il verde argenteo degli olivi e il blu cristallino del mare – che per la sua incantevole bellezza ha ispirato miti e leggende. Biodiversità, mare incontaminato, tradizione e sapienza agricola, insediamenti difensivi e sistemi produttivi di tipo industriale si integrano armoniosamente creando un equilibrio perfetto tra opera dell’uomo e opera della natura. Le peculiarità dell’ecosistema marino e l’elevato valore paesaggistico hanno reso la Baia di Ieranto Sito di Interesse Comunitario incluso all’interno dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Il contest #LATUAIDEAGREEN e l’iniziativa a sostegno della manutenzione e tutela ambientale e paesaggistica della Baia di Ieranto sono volti a sensibilizzare i giovani alla sostenibilità ambientale e completano l’esperienza di cittadinanza attiva vissuta dagli studenti in occasione di Giornate FAI per le scuole. 

La decima edizione delle Giornate FAI per le scuole si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, del Ministero della Cultura, di Regione Toscana, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane. 

Si ringraziano, inoltre, Regione Campania, Regione Lazio, Provincia Autonoma di Trento e Fondazione CARICAL per i contributi concessi.

RAI è Main Media Partner dell’iniziativa. Le Giornate FAI per le scuole sono attuate, inoltre, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.giornatefaiperlescuole.it

FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano

TRA I BENI APERTI IN TOSCANA

FIRENZE

Villa Salviati 

La villa sorge in posizione isolata lungo la Via Bolognese ed è immersa nel verde delle colline fiorentine. Appartenente per quattro secoli alla famiglia Salviati, costituisce una delle più rilevanti testimonianze architettoniche del ‘400 e del ‘500 fiorentino. Il complesso è stato acquistato nel 2000 dallo Stato italiano per essere destinato a sede degli Archivi storici dell’Unione Europea (HAEU), che vi si trasferirono nel 2012 dopo un lungo e accurato restauro e l’edificazione di nuovi ambienti ipogei. In seguito al completamento dei lavori di restauro architettonico, dall’agosto 2016 sono ospitati a Villa Salviati anche il Dipartimento di Storia e Civilizzazione (HEC) e il Dipartimento di legge (LAW) dell’European University Institute (EUI), prestigioso organismo universitario internazionale. In tal modo la villa è accessibile ad un vasto gruppo di studiosi e di ricercatori sui temi della costruzione dell’integrazione dell’Europa comunitaria e delle sue relazioni con gli altri paesi extra-europei. Il percorso di visita avrà un taglio storico-artistico e seguirà un filo cronologico per far comprendere al pubblico la vastità e complessità delle stratificazioni storiche, architettoniche e paesaggistiche ma sarà ricco di curiosità e aneddoti. Non mancheranno rimandi continui alla contemporaneità, al ruolo fondamentale degli Archivi Storici dell’Unione Europea e alle nuove funzioni che l’Istituto Universitario Europeo ha assegnato agli ambienti antichi, rispettandone le peculiarità. 

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico “Castelnuovo” e dell’Istituto “Gobetti-Volta”

AREZZO

L’apparato difensivo nella città di San Sepolcro

La visita, finalizzata alla conoscenza della storia del sistema difensivo della città tra l’XI e il XVI secolo (cinta muraria e fortezza) e dell’attuale stato di conservazione, toccherà tre punti in particolare: il Bastione del Riccio, nella zona di Porta Fiorentina; il Bastione di Santa Lucia, recentemente restaurato e riqualificato, sede di orti urbani; e infine la Fortezza Medicea, opera di Giuliano da Sangallo, degli inizi del ‘500, che andò a inglobare l’antica rocca trecentesca.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Città di Piero di Arezzo

PESCIA (PT)

Villa Magnani- Istituto Agrario

La villa sorge sui colli prospicienti la città di Pescia ed è inserita in un contesto paesaggistico di tipo agrario, connotato da oliveti e vigneti. Proprietà di Pompeo della Barba, archiatra di papa Pio IV, nel XVIII secolo con l’ultima discendente della famiglia, sposata Cheli, la tenuta passa al nuovo asse ereditario. Nel primo Ottocento l’ultimo Cheli, monsignor Emilio, decano della cattedrale di Pescia, nomina il cugino Ernesto Forti come erede dei possedimenti della “tenuta di Ricciano”: nel catasto leopoldino la villa è, infatti, indicata come “Villa Forti”. Nel 1835, Giorgio Magnani acquista l’immobile con tutti i beni annessi (una cantina, una limonaia, sei case mezzadrili, una bigattiera), che rimangono proprietà della famiglia fino al 1907, quando Bernardo Magnani li vende al Comune di Pescia per fondare la Regia Scuola Pratica di Agricoltura che, negli anni Settanta del Novecento, viene intitolata al giurista pesciatino Dionisio Anzilotti.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Agrario Dionisio Anzillotti 

Elenco completo dei luoghi aperti in TOSCANA e modalità di partecipazione all’evento su:

https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-per-le-scuole/i-luoghi-aperti/?regione=TOSCANA

Lascia un commento