cuoio

Cuoio di Toscana: arriva lo smartshoe, il chip che traccia origine e lavorazione della suola delle scarpe

Moda e Artigianato

Come si identifica una scarpa di alta qualità e come si comunicano valori quali sostenibilità, stile, naturalità, comfort? A rispondere ci pensa Cuoio di Toscana, consorzio leader nella produzione di cuoio da suola, che dal 21 al 23 febbraio 2017 è a Milano alla 92ma edizione di Lineapelle per presentare il kit che racconta l’eccellenza di una calzatura in cuoio Made in Italy. La presentazione ufficiale del kit è martedì 21 febbraio alle ore 16 presso il padiglione di LineaPelle a Fieramilano Rho, alla presenza del presidente di Cuoio di Toscana, Antonio Quirici, durante la manifestazione di riferimento per l’area pelle internazionale che mostra le tendenze e le novità della collezione summer 2018. Tra i componenti del kit, l’NFC Tag, ovvero uno smartshoe che, grazie ad un minuscolo chip integrato all’interno della suola, consentirà non solo di tracciarne l’origine e il metodo di lavorazione, ma anche di saperne di più sull’azienda produttrice. Basterà avvicinare un comune smartphone abilitato alla tecnologia “Near Field Communication” alla calzatura con il tag per accedere ai contenuti più vari, che illustreranno i vari passaggi che si nascondono dietro alla lavorazione del prodotto.

Completano il kit il cartellino di autenticità, che attesta l’origine, la qualità e la lavorazione a regola d’arte del cuoio da suola conciato al vegetale, con un numero seriale identificativo della conceria fornitrice del cuoio; il punzone, utilizzato per marchiare il cuoio, che ricorda il processo di lavorazione sostenibile e interamente tracciabile al quale tutti i soggetti della filiera collaborano in modo sinergico; una targa in plexiglass trasparente, che il Consorzio concede in uso ai clienti delle concerie associate, per una partnership basata sui valori condivisi di qualità ed esclusività del prodotto.

Le novità delle aziende produttrici di Cuoio di Toscana saranno in esposizione presso i padiglioni 13 e 15 di Lineapelle. Per la scarpa, accessorio più amato, nella stagione estiva 2018 si farà particolare attenzione alla sostenibilità delle materie prime, prediligendo colori poliedrici e cangianti; i toni dal pastello vireranno verso una freschezza inedita, digitale, molto moderna, come da linee guida elaborate dal Comitato Moda Lineapelle. Con un tocco di glamour, per intercettare i cambiamenti del mercato. Le aziende che fanno parte del brand Cuoio di Toscana sono di Santa Croce sull’Arno (Bonistalli e Stefanelli Spa, Cuoificio Alcyone Spa) e di San Miniato, località Ponte a Egola (Gruppo Conciario CMC International Spa, Conceria Gi-Elle-Emme Spa, Cuoificio Otello, Lamonti Cuoio Spa, Conceria 3S Srl e Volpi Concerie Srl).

Cuoio di Toscana è un cuoio da suola unico ottenuto con concia lenta al vegetale, un processo antico basato sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho. Il marchio nasce con l’obiettivo di farsi portavoce nel mondo del distretto conciario, leader con quote di mercato, pari al 98% della produzione italiana di cuoio da suola e ad oltre l’80% di quella europea.

Per info www.cuoioditoscana.it 

Lascia un commento