Crescono i casi di positività al Covid-19, la sindaca di Campiglia Marittima apre il Centro operativo comunale di Protezione civile

“Ho deciso l’apertura del C.O.C. in ragione del numero crescente dei casi di soggetti positivi al Covid-19 per gestire al meglio le necessità che ci si presenteranno nei prossimi giorni con un’organizzazione certa. Il C.O.C. è formato dal nostro personale, una squadra intersettoriale di sei persone compresa la coordinatrice, l’architetta Annalisa Giorgetti che è la nostra responsabile della Protezione civile”. Lo afferma la sindaca di  Campiglia Marittima Alberta Ticciati che ha firmato la disposizione venerdì scorso per attivare il Centro Operativo Comunale di Protezione civile. L’attivazione del C.O.C. prevede allo stato dei fatti, in via prioritaria, le funzioni di supporto relative a sanità, volontariato, assistenza alla popolazione, servizi essenziali e attività scolastica, informazione, raccordati dalla funzione di coordinamento assegnata come ha detto la sindaca, alla responsabile della protezione civile Annalisa Giorgetti.

Per il momento l’attività di segreteria del C.O.C. correlata all’emergenza Covid-19 si svolgerà nel palazzo comunale di via Roma n.5 a Campiglia Marittima durante l’orario di lavoro e, laddove ritenuto possibile, anche in modalità di telelavoro, oltre il quale l’attività proseguirà in modalità H24 con il servizio di reperibilità. La programmazione della struttura potrà essere eventualmente modificata in ragione dell’evoluzione della situazione emergenziale. Il C.O.C. procederà all’attivazione del volontariato di protezione civile utilizzando il Sistema Regionale di Protezione Civile (Evento Sart 2457) per l’Assistenza domiciliare per quei nuclei familiari con necessità di assistenza non avendo reti di supporto familiare (ad esempio per la fornitura di generi alimentari). Inoltre si ritiene necessaria anche l’attivazione di uno specifico evento Sart per il supporto del volontariato anche nella distribuzione delle mascherine per la popolazione. Il gruppo si è riunito il 2 novembre per compiere in tempi strettissimi alcune verifiche organizzative e di raccordo con Asl, Regione e, al momento, con le due associazioni Cri di Venturina Terme e Misericordia di Campiglia Marittima. 

Lascia un commento