CORONAVIRUS. “Memorie in rete”, iniziativa della Biblioteca comunale di Cecina. Le operatrici chiameranno gli utenti over 65 per farsi raccontare storie di questo presente difficile e del passato

Libri & Fumetti, Livorno

La Biblioteca comunale di Cecina lancia un’iniziativa che vedrà il coinvolgimento in particolare delle persone più fragili, gli anziani, molti dei quali in questa permanenza forzata a casa si trovano a dover combattere la solitudine. Dal lunedì al venerdì pomeriggio le operatrici della biblioteca e dell’archivio chiameranno gli utenti over 65 per chiedere loro se hanno storie da raccontare rispetto alla situazione che stanno vivendo e che in virtù della loro età e del loro vissuto potrebbero voler associare a esperienze affini e di cui sarebbe bello e interessante raccogliere la testimonianza. Previa autorizzazione i loro ricordi saranno condivisi sulla pagina facebook della biblioteca associandoli a nomi di fantasia in modo che non si possa risalire alle loro identità nel caso in cui desiderino mantenere l’anonimato.

L’obiettivo di questo intervento è quello di creare un circolo virtuoso non solo a livello di contatto e vicinanza tra le istituzioni e le persone, ma anche tra il passato e il presente, tra racconto orale e condivisione sul web!

Il titolo del progetto è “Memorie in rete” e mette insieme l’importanza della valorizzazione della memoria individuale e collettiva con l’esigenza di condivisione in rete, oggi più che mai diventata uno dei pochi strumenti di contatto e comunicazione tra le persone.

 

Lascia un commento