CORONAVIRUS. Martedì di mercato a Cecina, il 21 aprile solo banchi alimentari e prodotti agricoli nel piazzale Veterani dello Sport. L’ordinanza del sindaco Lippi

Focus, Livorno
Il sindaco Samuele Lippi ha firmato l’ordinanza che consente lo svolgimento del mercato settimanale per martedì 21 aprile, limitatamente, così come previsto dal DPCM; ai banchi di generi alimentari e di prodotti agricoli. Per l’occasione il mercato verrà svolto con particolari misure organizzative, allo scopo di rispettare le norme di sicurezza, e sarà quindi allestito interamente nel piazzale Veterani dello Sport, in via Aldo Moro. I banchi sono circa 50 e le assegnazioni sono state fatte in maniera assolutamente straordinaria e provvisoria.
L’intera area avrà ingressi ed uscite obbligate in modo da consentire il controllo e il contingentamento degli accessi. L’ingresso sarà consentito solo a chi indossa mascherina protettiva che copra naso e bocca e sarà obbligatorio il rispetto della distanza tra le persone di 1,8 metri. Ogni area di vendita sarà delimitata in modo tale da consentire la presenza in prossimità del banco di un massimo di due clienti per volta. I titolari dei banchi dovranno mettere a disposizione della clientela gel disinfettante per le mani e guanti monouso o garantire direttamente la distribuzione della merce. 
“La decisione di consentire lo svolgimento di questo mercato – spiega il sindaco Samuele Lippi – è un primo piccolo passo verso una riapertura controllata e arriva in risposta alle richieste, che abbiamo trovato condivisibili e legittime, delle associazioni dei produttori agricoli. Ringraziamo i lavoratori del settore per l’incessante lavoro svolto anche durante questa emergenza: oggi tutti noi siamo ancora più consapevoli dell’importanza della produzione agricola e del valore aggiunto delle produzioni locali. E’ nostra intenzione sostenere il settore in tutti i modi e stiamo elaborando un progetto per l’utilizzo e valorizzazione di terreni pubblici e privati ai fini agricoli e di allevamento; vogliamo rafforzare e partecipare le reti cooperative e sociali di produzione, trasformazione e rivendita di prodotti locali di qualità, sostenere una cooperativa agricola di comunità allo scopo di riportare il lavoro all’interno di un’economia reale e non più speculativa. Invito – conclude il sindaco – la popolazione a considerare questo mercato come un supermercato ortofrutticolo all’aperto e a seguire con attenzione le disposizioni: non è ancora il momento per poter tornare a frequentare il mercato settimanale così come eravamo abituati. E agli operatori chiediamo la massima collaborazione nel far rispettare le indicazioni”. 

Lascia un commento