CORONAVIRUS. Il tavolo porto-città a Livorno. Un documento da inviare a Roma: revisione dei canoni demaniali, rimborso alle imprese delle spese per i DPI e tutela dei livelli occupazionali

Focus, Livorno

Azzeramento e rimodulazione dei canoni demaniali, rapido riconoscimento alle imprese delle spese sostenute per i DPI (dispisitivi di prevenzione individuali) , tutela dei livelli occupazionali, sono i tre punti fondamentali emersi dal secondo appuntamento della Cabina di Regia Città-Porto promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Adsp MTS e Capitaneria di porto, alla quale partecipano addetti ai lavori dell’ambito portuale ed i sindacati.

La lunga riunione on-line che si è tenuta giovedì 30 aprile, durata 3 ore, si è conclusa con la decisione di stilare un documento comune da presentare ai Ministeri competenti per la salvaguardia delle imprese portuali, a tutela della tenuta occupazionale della città e per favorire strumenti di gestione adeguati a far sì che nel momento della ripartenza, il porto di Livorno possa mantenere la propria posizione di competitività .

Ad aprire i lavori l’assessora al porto e integrazione porto-città Barbara Bonciani che ha ribadito l’importanza di un percorso comune e coeso di tutti i soggetti coinvolti e la necessità di intraprendere un dialogo con il Governo “Abbiamo bisogno che il riconoscimento dei costi realizzati dalle imprese portuali per la sicurezza dei lavoratori avvenga in tempi rapidi. Per questo è necessario che il decreto attuativo del ‘Cura Italia ‘sia emanato quanto prima. Dalla seconda Cabina di Regia Città-Porto è emersa l’esigenza di redigere un documento condiviso che interessi sia il porto che la città, da presentare ai Ministeri competenti, al fine di accelerare i tempi per assicurare l’attività delle imprese. Il porto di Livorno durante il periodo di emergenza ha continuato ad essere operativo e non si sono verificati casi di lavoratori contagiati. Le aziende stanno sperimentando nuovi modelli organizzativi, ma hanno bisogno di essere sostenute. Il documento deve anche essere la base per un impegno comune e condiviso, ognuno per le proprie competenze, finalizzato a garantire la competitività del sistema città -porto di Livorno”

Il sindaco Luca Salvetti ha ribadito l’importanza della Cabina di Regia Porto-Città “Le riunioni della Cabina di Regia Città-Porto sull’emergenza Covid-19, hanno lo scopo di monitorare gli effetti che l’emergenza sanitaria sta generando sui traffici portuali e la catena logistica integrata, al fine di rilevare le conseguenze generate sulla tenuta socio economica della città e le modalità per una ripartenza veloce e non traumatica. Dopo di noi, seguendo il nostro modello, è stata attivata anche a Genova e Venezia”.

Il presidente dell’Autorità di Sistema Stefano Corsini, dopo aver fatto una breve sintesi di quanto emerso dall’incontro dell’Organismo di paternariato, si è dichiarato favorevole alla creazione di una piattaforma di supporto basata sulla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, in base a quanto emerso dalla discussione, da cui scaturisca un documento da recapitare ai canali giusti.

L’ammiraglio Tarzia, comandante della Capitaneria di Porto, ha posto l’attenzione sulla ripartenza, già da lunedì 4 maggio, quando in base al DPCM del 26 aprile molte aziende riprenderanno la produzione “E’ necessario accompagnare il riavvio delle imprese valorizzando le competenze sulla sicurezza, con un sistema di vigilanza adeguato, non con intenti punitivi, ma con l’obiettivo di sensibilizzare e rassicurare le aziende e i lavoratori a garanzia del mantenimento dell’operatività del porto . Una sorta di sistema di sicurezza allargato da verificare insieme ai datori di lavoro, assicurando così l’attività delle imprese portuali. L’Ammiraglio ha poi fatto riferimento all’importanza della realizzazione del Microtunnel per scongiurare una marginalità del porto di Livorno sul traffico contenitori”.

Gli operatori portuali, i rappresentanti delle istituzioni ed i sindacati presenti al secondo appuntamento della Cabina di Regia Porto-Città hanno sostenuto e condiviso il documento comune da presentare al Governo. Il documento sarà redatto dall’Assessora Barbara Bonciani, condiviso e firmato da tutti i soggetti partecipanti.

La terza riunione della Cabina di Regia si terrà tra 10 giorni.

Lascia un commento