CORONAVIRUS. Il Comune di Rosignano Marittimo sospende l’imposta di soggiorno 2020

Focus, Livorno

Preso atto delle gravissime criticità derivanti dall’attuale emergenza epidemiologica, che ha avuto ripercussioni sociali ed economiche anche sul territorio di Rosignano, l’Amministrazione comunale, con un’apposita delibera, ha approvato la sospensione dell’imposta di soggiorno per il 2020. La decisione è stata approvata in giunta  per dar seguito alle indicazioni inserite nella manovra di sostegno all’economia locale varata lo scorso 27 aprile 2020, per un valore complessivo di 2 milioni di euro. Nello specifico, la tariffa dell’imposta di soggiorno per l’anno 2020 è azzerata sia per le strutture turistico-ricettive, sia per le cosiddette “locazioni brevi”. Per quest’anno, dunque, gli  esercenti che gestiscono attività turistico-ricettive e i privati che concedono l’immobile in locazione secondo la formula della “locazione breve” non saranno sottoposti ad alcun adempimento amministrativo, ovvero non dovranno presentare all’Amministrazione comunale né la dichiarazione dell’imposta di soggiorno, né il modello 21 con riferimento all’annualità 2020.
«Si tratta – ha spiegato l’assessore al Bilancio, Ilaria Ribechini – di un provvedimento molto importante che si inserisce in modo concreto nella manovra da 2 milioni di euro varata a fine aprile per sostenere le imprese e i privati del territorio. L’Amministrazione comunale ha dimostrato di essere vicina, con i fatti, a chi ha subito e continua a subire disagi in seguito all’emergenza Covid-19, che è stata sia sanitaria che economica. Sospendendo la tassa di soggiorno per tutto il 2020, vogliamo dare un aiuto a tutti i gestori delle strutture turistico-ricettive, ma anche ai privati che concedono il proprio immobile con la formula della “locazione breve”».
Considerato il momento e l’urgenza, questo provvedimento è immediatamente eseguibile.

Lascia un commento