CORONAVIRUS. Comune di Livorno: il sindaco Salvetti con l’assessore Simoncini invita i responsabili delle banche a una web conference pere affrontare la crisi legata all’emergenza sanitaria

Focus, Livorno
Il sindaco di Livorno Luca Salvetti (foto sopra il titolo) ha invitato i direttori e responsabili degli istituti bancari di Livorno e del territorio a una web conference lunedì 11 maggio 2020, per affrontare il tema della  gravissima situazione di emergenza sanitaria che ha provocato in tutto il Paese una altrettanto grave crisi economica e finanziaria. Crisi che vede impegnati Governo, legislatore e tutti gli attori sociali nell’individuazione di misure idonee a contenere sia la diffusione del virus che gli effetti economici negativi su imprese e lavoratori.
“Le misure restrittive sulle attività produttive, ed il graduale riavvio delle stesse, hanno determinato anche per il nostro territorio gravi difficoltà di carattere finanziario che rischiano di mettere in ginocchio l’intera economia”, ha scritto il sindaco nella sua lettera di convocazione”.  
“Apprezzata l’ampia disponibilità già dimostrata da ABI a livello nazionale, e da numerose banche a livello regionale che hanno aderito al Protocollo d’intesa con la Regione Toscana, rispetto  alle anticipazioni ai lavoratori della cassa integrazione, come Amministrazione comunale riteniamo utile avviare un confronto anche con il sistema bancario locale, affinché si possa delineare un quadro conoscitivo delle criticità che si registrano nel nostro territorio e dal quale possano eventualmente emergere possibili soluzioni. L’incontro costituirà inoltre l’occasione per conoscere e poter eventualmente promuovere le misure messe in campo direttamente dalle banche”. Come chiarisce ulteriormente l’assessore allo Sviluppo Economico Gianfranco Simoncini, “in un questo momento di particolare difficoltà per l’ economia il ruolo degli istituti di credito è fondamentale, e chiediamo il loro sostegno. Ci sono molte iniziative di sostegno alle imprese ed ai lavoratori che vedono coinvolte direttamente le banche, e ci sono iniziative che gli stessi istituti bancari hanno promosso a livello nazionale. Con l’incontro – conclude Simoncini – vorremmo fare il punto sullo stato dell’arte coordinando le attività ma mettendo a disposizione il Comune anche per promuovere gli interventi verso la città, ma anche dalla città verso le banche.”
**********
UN ATTO UNITARIO PER AIUTARE I CITTADINI E FAR RIPARTIRE LIVORNO: LA RIFLESSIONE DEL SINDACO SALVETTI
“Dopo 2 mesi di emergenza, dopo un lavoro straordinario di tutta la macchina comunale e dopo aver parlato, risposto ed incontrato migliaia di cittadini in grave difficoltà sono veramente contento della presentazione di un atto unitario e dell’approvazione all’unanimità. Il tema è stato affrontato con grande senso civico, intelligenza e sensibilità e senza cadere nella tentazione di approfittare delle difficoltà generali per provare ad avere un facile consenso politico ed elettorale. La grande disponibilità delle forze di maggioranza ed opposizione, il buon senso e la maturità dimostrata da tutte le parti politiche è il biglietto da visita con cui da oggi ci possiamo presentare ai nostri concittadini. Lo possiamo fare senza essere obbligati a riferimenti di parte ma con l’unico interesse valido e imprescindibile ovvero quello dei livornesi. Noi possiamo uscire da questa fase difficile solo con un atteggiamento collaborativo e un cammino comune su quei temi pratici che interessano veramente alla gente. Lunedi in piazza alcune categorie economiche sono venute dal sindaco e in generale si sono presentate alla politica per dire chiaramente: “a noi non interessa chi è il tuo referente partitico, a noi non interessa se tra qualche mese devi far bella figura nella campagna per le elezioni regionali, noi non vogliamo che qualche politico camuffato si metta a protesta insieme a noi, a noi interessa trovare la strada migliore per avere un aiuto vero e veloce”.
Nell’atto ci sono decine di spunti utili per il nostro lavoro, certo visto che per arrivare a questo atto c’è voluto un po’ di tempo è scontato che su molti temi la giunta e gli uffici abbiamo già lavorato in maniera concreta e fattiva, faccio un unico esempio che riguarda l’ampliamento delle concessioni per il suolo pubblico per le quali il nostro comune per primo ha già un gruppo di lavoro che sta definendo il disciplinare per le richieste degli esercenti.  
Altri punti contenuti sono pari pari quelli che ho personalmente inserito nella lettera che ho inviato nelle scorse ore al presidente della regione rossi e al ministro Patuanelli. 
Voglio ringraziare tutti i gruppi consiliari e tutti i consiglieri, con questo atto ci sentiamo indubbiamente tutti più forti, con le spalle più coperte e pronti lavorare solo ed esclusivamente per il bene della nostra gente. Tutto questo con grande coraggio e con grande sensibilità nei confronti dei cittadini, che proprio in questo momento di difficoltà ci hanno detto di aver capito e toccato con mano che con loro c’è un amministrazione presente e attenta ai piccoli grandi problemi di tutti nessuno escluso”.

Lascia un commento