CORONAVIRUS. Comune di Campiglia Marittima: misure straordinarie per ripartire. Gli interventi della sindaca Ticciati e dell’assessore Brogioni

Focus, Livorno

Nell’ambito del consiglio comunale del 27 aprile 2020 e all’indomani dell’uscita del nuovo DPCM, l’assessore alle finanze e bilancio Matteo Brogioni illustra l’attività dell’amministrazione comunale in questa emergenza che sta toccando, oltre il più rilevante ambito della salute, la parte produttiva, commerciale e quindi il tessuto economico del nostro comune. “Siamo sulle questioni concrete – afferma Brogioni –  e come abbiamo fatto dall’inizio di questa emergenza continuiamo a lavorare, consapevoli che tutti noi siamo chiamati a sopportare grandi sacrifici, ma che ci sono sacrifici che pesano più di altri. Per questo servono misure adeguate e diversificate ”.

“Penso a  coloro che erano in attesa di riprendere la propria attività lavorativa con l’inizio della stagione estiva e che ad oggi vivono in uno stato di profonda incertezza – spiega Brogioni – penso, e con me tutta la Giunta –  a tutti i titolari di attività commerciali ed artigianali che sino ad oggi hanno tenuto le serrande abbassate ed a coloro che lo dovranno fare per un altro mese”.

“Siamo consapevoli delle grandi difficoltà che state riscontrando – si rivolge l’assessore direttamente alle imprese – e per questo come amministrazione comunale, in attesa degli strumenti governativi, vogliamo fare la nostra parte”. 

Ecco quindi le decisioni assunte:

“Per prima cosa posticiperemo i pagamenti in scadenza a maggio, sino al 30 settembre, ovvero il pagamento del suolo pubblico, con l’impegno a cancellare questa parte di tributo almeno per il periodo di chiusura. Ma proveremo a fare di più. Stiamo lavorando insieme agli altri comuni dell’ATO ad una posticipazione della TARI – annuncia Brogioni – nonché ad una riduzione della stessa per le attività produttive, in considerazione del fatto che non è ammissibile richiedere tributi per una prestazione che non si è verificata per cause di forza maggiore”. 

“Noi su questa partita ci stiamo e siamo dalla vostra parte – assicura – perché siamo consapevoli che è assolutamente determinante garantire la tenuta del tessuto produttivo e, in un periodo in cui gli incassi sono stati pari a zero, o comunque ridotti, l’unico modo per aiutare le imprese è quello di ridurre la tassazione”. 

In prospettiva un’ulteriore provvedimento su cui è avviato il lavoro: “Sto verificando – anticipa l’assessore alle finanze – la fattibilità e la sostenibilità economica di fare un patto tra proprietari di immobili, attività commerciali ed amministrazione comunale per ridurre la tassazione comunale sugli immobili commerciali locati nel caso in cui i proprietari riducano i canoni di locazione delle attività commerciali maggiormente colpite”.

“Siamo in contatto con le varie associazioni di categoria e con i singoli esercenti – spiega Brogioni – per recepire le varie proposte e per cercare di creare soluzioni, che non potranno accontentare tutti ma che, ne siamo convinti, potranno dare un grosso contributo in un momento come questo. Restando ovviamente in attesa di misure forti straordinarie da parte del Governo senza le quali, tutto risulterebbe insufficiente, lo vogliamo dire con chiarezza noi faremo la nostra parte”.

“Il momento è davvero difficile, non sarà semplice ripartire e rialzarsi, ma lo faremo insieme – aggiunge la sindaca Alberta Ticciati –  L’Amministrazione comunale, lo dico sin da ora, è disposta è pronta a rivedere l’intero programma elettorale per riuscire a dare risposte serie e concrete alle nuove necessità di oggi e dei prossimi mesi. Lo faremo con responsabilità, senza proclami, ma lavorando a testa bassa e coinvolgendo la cittadinanza convinti che soltanto così si possa davvero dare un contributo alla ripartenza dell’intero tessuto economico, produttivo e sociale”.

 

Lascia un commento