CORONAVIRUS. Cecina, il sindaco Lippi pensa ai bambini e per il 25 aprile autorizza la proiezioni di un film al drive in. Poi altre piccole “aperture” dopo il lungo isolamento

Focus, Livorno
“Abbiamo sperimentato sulla nostra pelle cosa significhi essere reclusi ma iniziamo a vedere i primi spiragli. Nell’attesa – sottolinea il sindaco di Cecina, Samuele Lippi – dobbiamo considerare che il protrarsi dell’emergenza e di chiusura incide, già da ora, in modo drammatico sul nostro tessuto economico, ma ha anche effetti in particolare sulle famiglie con bambini con disabilità, e più in generale sui bambini che soffrono per il contesto, gli spazi a disposizione, la condizione psicofisica. Ecco perché per il 25 aprile, Festa della Liberazione, abbiamo messo in campo una serie di iniziative all’insegna della Libertà, e che possano offrire un’opportunità di svago e contribuire al benessere psicofisico, la cui cura deve costituire una priorità assoluta”.
Cinque in particolare sono le iniziative attivate, previste da un’apposita ordinanza firmata dal sindaco: due riguardano appunto il benessere dei bambini, la terza prevede che sia consentita la pesca, ai fini di solidarietà, la quarta permette il 26 aprile e il 3 maggio agli esercizi commerciali per i quali era già prevista la consegna a domicilio, anche la vendita di cibo da asporto mentre l’ultima consente, per motivi di necessità, la manutenzione delle imbarcazioni ormeggiate al porto.
La prima iniziativa dedicata ai bambini riguarda la proiezione sabato 25 aprile 2020 alle 20.30 di un film animato per bambini su uno schermo gigante, “La famiglia Addams” in modalità ‘drive in’, alla quale potranno essere accompagnati dai componenti dello stesso nucleo familiare. Per partecipare le famiglie interessate dovranno inviare una mail all’Unità di Crisi unitacrisi@comune.cecina.li.it indicando i nominativi dei partecipanti, residenza (o domicilio attuale) a Cecina, numero di bambini e numero di partecipanti, contatti telefonici, marca, modello e targa dell’auto.
La seconda riguarda l’attivazione a partire dal 25 aprile di iniziative che possano essere riconducibili alla pet therapy e all’interazione con gli animali, nel rispetto delle distanze e delle norme di sicurezza, all’interno delle strutture cecinesi come lo zoo Gallorose e il centro ippico di Marina, ma non solo, con la coordinazione dell’associazione Biodivercity, già attiva nel campo delle attività rivolte a bambini “speciali”. Lo zoo Gallorose in particolare sta vivendo una grave crisi che mette a rischio la possibilità di alimentare gli oltre 600 animali ospitati nella struttura. Per questo motivo al momento della visita, che avverrà in maniera scaglionata per singolo nucleo familiare con il supporto delle associazioni di volontariato e negli orari che saranno comunicati, verrà chiesto un contributo volontario, un modo per sostenere l’acquisto di cibo per gli animali presenti. Anche in questo caso per partecipare sarà necessario inviare una mail all’Unità di Crisi, indicando i propri dati e contatti e la motivazione della richiesta, con particolare attenzione alle esigenze dei bambini.
Il terzo punto dell’ordinanza riguarda l’attività di pesca: in ottica solidaristica sarà possibile, a partire dal 25 aprile, previo nulla osta del Governo, per i residenti nel Comune di Cecina fare attività di pesca purchè il pescato venga messo interamente a disposizione del Centro di Raccolta Alimentare. Dovrà essere richiesta specifica autorizzazione all’Unità di Crisi del Comune di Cecina.
Il quarto punto permette domenica 26 aprile e domenica 3 maggio 2020 agli esercizi commerciali per i quali era già prevista la consegna a domicilio, anche la vendita di cibo da asporto mentre l’ultimo consente, per motivi di necessità ai fini della tutela della proprietà, la manutenzione delle imbarcazioni ormeggiate nella zona portuale solamente ai residenti.

Lascia un commento