CORONAVIRUS. Campiglia Marittima: lunedì 4 maggio alle 10 saracinesche a metà e luci accese, azione simbolica dei commercianti. Sindaca e giunta: “Siamo vicini alle attività produttive”

Focus, Livorno

Il clima per le imprese che devono prolungare la chiusura a causa della pandemia si fa facendo più difficile sotto tutti gli aspetti, per il 4 maggio 2020 è prevista un’azione simbolica promossa da Confcommercio e la giunta comunale di Campiglia Marittima intende esprimere vicinanza e sostegno al settore che è tra i più penalizzati. Stella Zannoni, assessora allo sviluppo economico afferma:  “Siamo vicini alle attività e ai lavoratori del settore, ci facciamo portavoce delle loro difficoltà e cercheremo di lavorare a sostegno delle attività per farle ripartire tutelando il loro lavoro”.  “Concordiamo sulla necessità di una riapertura in sicurezza per i dipendenti e i clienti, ma anche per una maggior sicurezza economica fondamentale in questo periodo”.  “I tavoli di lavoro e confronto con le associazioni di categoria e i rappresentati delle categorie e la regione sono aperti permanentemente – spiega Zannoni-  l’amministrazione comunale è consapevole che le nostre attività sono il presente e il futuro del nostro territorio, ed è anche per questo che stiamo lavorando con la finalità  di ripartire in sicurezza e più forti di prima”.

“Tutte quelle attività che hanno dovuto completamente chiudere  i battenti – afferma la sindaca Alberta Ticciati – e penso ai bar, ai ristoranti, alle estetiste e ai parrucchieri, ai negozi di abbigliamento e alle strutture ricettive, hanno la necessità, per il lavoro e per i clienti, di essere reinserite nel circuito produttivo in sicurezza”. “Questo è il momento di pensare a come fare e quali strumenti mettere in campo – prosegue la sindaca – perché se è vero che l’emergenza sanitaria non è finita, è vero anche che si fa forte la necessità di tornare ad una quotidianità di relazioni, seppur diverse da prima per evitare di far ripartire l’epidemia poiché  una seconda ondata sarebbe davvero insostenibile per tutti” .

La Confcommercio ha informato la sindaca scrivendo che lunedì 4 maggio 2020 alle 10:30 organizza “un’azione pubblica simbolica per manifestare il forte disagio che stiamo vivendo a seguito delle misure contro il contagio, in particolare per il protrarsi del lockdown. Il messaggio che daremo – afferma l’associazione di categoria – è ‘Vogliamo riaprire in/con sicurezza’. I negozianti apriranno le saracinesche a metà ed accenderanno le luci, per ricordare la propria presenza alle istituzioni nazionali, che sembrano essersi concentrate esclusivamente sulla manifattura. Ovviamente non ci sarà alcuna apertura al pubblico”.

Lascia un commento