CORONAVIRUS. Campiglia Marittima: lavaggio delle strade e sanificazione dei cassonetti. Intervento della sindaca Alberta Ticciati

Livorno

“In queste difficili giornate di sacrifici e restrizioni, si sprecano consigli, suggerimenti, informative altre attendibili, altre meno per sanificate gli ambienti, per tutelarsi dal contagio da Covid 19 e si crea una grande sensazione di incertezza, paura, approssimazione” afferma la sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati e prosegue: “Sono convinta che le istituzioni locali debbano rappresentare un punto fermo in mezzo a questo maremoto, facendosi guidare dalla scienza e dalle istituzioni di livello superiore, cercando di non farsi trascinare dalla ‘pancia’, ma sempre e solo dalla razionalità e dall’analisi lucida della situazione”. 

A tale riguardo la sindaca specifica che l’Amministrazione di Campiglia Marittima ha sin dalle prime ore aumentato ed approfondito la pulizia degli ambienti pubblici e degli uffici comunali, ha installato nei locali pubblici dispenser di gel idroalcolico, ha disposto la sanificazione del trasporto scolastico, si è accertata delle ulteriori misure prese dalla scuola, finché è rimasta aperta, si è preoccupata di tutelare il proprio personale e i propri cittadini regolamentando l’accesso agli uffici prima e chiudendoli al pubblico dopo.

In questi giorni anche i servizi d’igiene urbana sono stati ricalibrati, secondo la necessità di garantire la massima sicurezza del conferimento del rifiuto, tale da avere un altissimo livello precauzionale in due sensi: da una parte le attenzioni del singolo cittadino che si reca a conferire i rifiuti nei cassonetti, dall’altra parte l’igienizzazione degli stessi cassonetti e delle aree nelle quali sono posti.

Sei Toscana, gestore dei rifiuti nel comune di Campiglia Marittima, infatti, sanificherà esternamente le zone di maggior contatto dei cassonetti presenti nelle aree a maggior densità residenziale, con una frequenza di circa 2/3 volte a settimana. La sanificazione sarà effettuata anche sulle strade attraverso lo stesso mezzo utilizzato quotidianamente per lo spazzamento meccanico, grazie ai serbatoi idrici delle relative spazzatrici. E’ importante sottolineare tutto ciò per rispondere al dibattito che si è scatenato sui social a tal proposito. “Non esistono evidenze scientifiche che tali operazioni possano ridurre o ostacolare la circolazione e diffusione del virus – precisa la sindaca – pertanto vi raccomandiamo la massima attenzione, vi ricordiamo di evitare al massimo gli spostamenti, di andare a fare la spesa soltanto quando è necessario, possibilmente una persona per nucleo familiare”. “Vi raccomandiamo di mantenere sempre la distanza di 1 metro l’un dall’altro e, in caso di sintomi febbrili di non spostarsi dalla propria abitazione e contattare il medico curante. La velocità con cui riusciremo a uscire da questa emergenza sanitaria dipende dal comportamento di ciascuno di noi. Restiamo a casa!”

Lascia un commento