CORONAVIRUS. Appello delle Compagnie teatrali di Livorno al sindaco Salvetti e a Simone Lenzi assessore alla cultura. Lunedì 27 primo confronto in videoconferenza

Livorno, Teatro e Danza

L’assessore alla Cultura del Comune di Livorno, Simone Lenzi, in condivisione con il sindaco Luca Salvetti, ha convocato per lunedì pomeriggio 27 aprile 2020 un tavolo, in videoconferenza, con i firmatari di un appello inviato al sindaco e alla giunta, per il rilancio del sistema “teatro” a Livorno.
I firmatari dell’appello sono: Centro Artistico “Il Grattacielo” Centro Culturale Vertigo NTC/Pilar Ternera – Mowan Teatro Teatro della Brigata/Compagnia Orto degli Ananassi Teatro Florenskij/Compagnia Garbuggino- Ventriglia, Teatro 4 mori/Compagnia degli Onesti, Wintergarten – Atelier di teatro permanente/Compagnia Dimitri – Canessa.

“E’ un settore, quello degli spettacoli dal vivo, particolarmente penalizzato dalle restrizioni per il coronavirus”, riconosce l’assessore alla Cultura Simone Lenzi
“I teatri, e tutto quello che vi ruota intorno (compagnie teatrali, scuole di recitazione, l’indotto ecc) sono stati fra i primi a chiudere, e probabilmente non saranno invece tra i primi a riaprire, quantomeno a pieno regime. E’ difficile infatti che si possa passare direttamente dalle restrizioni attuali ad un “tutto aperto” specie in situazioni che comportano assembramenti, come quella del pubblico di uno spettacolo dal vivo, che sia teatro, musica, danza.
“Sia io che il sindaco siamo pienamente consapevoli della situazione che sta vivendo il mondo del teatro e più in generale dello spettacolo dal vivo, categoria che tra l’altro ha ben pochi ammortizzatori sociali statali in grado di sostenerlo per il medio lungo periodo.
Siamo quindi pronti e disponibili ad ascoltare le proposte che hanno da fare all’Amministrazione i rappresentanti cittadini di questa realtà, da sempre particolarmente viva e di notevole spessore culturale. Sono certo che sarà possibile attivare soluzioni condivise e produttive”.

Lascia un commento