CORONAVIRUS. “All’Opera… Le scuole al Maggio!” in un trailer realizzato con i contributi video dei ragazzi. Interrotta causa Covid-19 la preparazione della “Principessa di gelo” dalla Turandot di Puccini. Doveva andare in scena il 6, 7 e 8 aprile

Concerti e Lirica, Firenze

Il progetto ‘All’Opera… Le scuole al Maggio!’ va online. Avrebbe dovuto essere uno spettacolo teatrale realizzato da 900 giovani studenti fiorentini, ma il coronavirus ha costretto al rinvio. Così, nell’attesa di poter portare sulle scene lo spettacolo preparato per mesi interi con i bambini e i ragazzi delle scuole, è stato realizzato un video trailer dal titolo “Ragazzi…All’Opera” con tanti contributi inviati da casa dai ragazzi. L’iniziativa,  a cura di Venti Lucenti, è stata promossa e sostenuta da Fondazione CR Firenze, in collaborazione con la Direzione Istruzione del Comune di Firenze e il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, e con la partnership tecnica di Portaleragazzi.

trailer003

L’opera preparata quest’anno, con un percorso formativo iniziato a novembre 2019 a cura di Venti Lucenti, è “La principessa di gelo” dalla Turandot di Giacomo Puccini. Lo spettacolo sarebbe dovuto andare in scena al Teatro del Maggio il 6-7-8 aprile 2020, per un totale di sei recite che avrebbero dovuto coinvolgere anche 4.000 ragazzi dalla platea. In seguito alla chiusura dei teatri decisa dal governo per contrastare il coronavirus tutto si è fermato, ma la Compagnia Venti Lucenti, di concerto con i partner del Progetto ‘All’Opera’, nel segno della continuità del percorso formativo, ha preparato dei materiali di studio e approfondimento che sono stati veicolati ai piccoli protagonisti dello spettacolo. Attraverso la preparazione ad hoc di video tutorial, video karaoke e vere e proprie lezioni virtuali, che sono stati inviati alle insegnanti e alle famiglie degli studenti coinvolti, Venti Lucenti ha creduto che fosse possibile chiedere a ciascuno dei ragazzi coinvolti un piccolo contributo video ‘da casa’ per non perdere l’idea di andare in scena seppur virtualmente e in maniera ridotta. Sono arrivati centinaia di video nei quali i ragazzi cantano il brano “O sole, o vita, o eternità” e/o fanno i movimenti Tai Chi previsti dallo spettacolo. Altri ragazzi hanno inviato delle brevi interviste con i loro pensieri sulla Turandot o su altri personaggi dell’opera.

Fondazione CR Firenze, per sostenere i ragazzi a casa a causa dell’emergenza, ha attivato un’iniziativa parallela producendo la realizzazione di un video trailer di quello che sarebbe stato lo spettacolo finale, con le scenografie di Daniele Leone e i contributi dei ragazzi. Il video è veicolato ora sui canali social e web dei partner: Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Portaleragazzi.it e Venti Lucenti. Qui il link con il video: https://vimeo.com/404658428Nei prossimi giorni saranno veicolate anche le video-interviste sui canali social di Venti Lucenti e dei partner.

‘All’Opera… Le scuole al Maggio!’ è un progetto di divulgazione unico nel suo genere a livello europeo, che giunto quest’anno alla sua 14° edizione, ha avvicinato alla meraviglia del teatro d’opera 140mila giovani studenti e che offre ogni anno a 900 bambini e ragazzi di Firenze e a migliaia di ragazzi della Toscana una chiave per aprire le porte dello stupefacente mondo del teatro rendendoli protagonisti e artefici di uno spettacolo unico: la messa in scena di una vera opera lirica.

trailer002

“Abbiamo voluto dare una piccola suggestione, un’anticipazione, nella quale ogni ragazzo non ha un valore singolo, ma è parte di un tutto omogeneo,  di una collettività che partecipa ad un evento più grande di ogni singola persona, perché il teatro d’opera è proprio questo: un grande evento artistico, che coinvolge tutte le discipline dell’arte, realizzato da tante persone che danno ognuna piccoli contribuiti originali, insieme – afferma Manu Lalli, direttore artistico di Venti Lucenti -. L’occasione della realizzazione di questo piccolo video non è stata solo un momento “artistico” ma anche e soprattutto un momento di condivisione portando la bellezza dell’Opera a tutte le famiglie e le insegnanti chiuse in casa in questo periodo drammatico . In attesa di rivederci in Teatro, speriamo che questo piccolo segnale di continuità virtuale, possa restituirci un po’ dei sogni e della speranza che sembrano mancare in questi difficili giorni”.

 “In tanti anni di sostegno a questo progetto, la Fondazione non ha potuto che maturare la convinzione che sia un’iniziativa che fa bene – aggiunge Gabriele Gori, direttore di Fondazione CR Firenze -. Fa bene ai bambini che ne sono curiosi protagonisti, fa bene alle loro famiglie che si avvicinano al mondo del teatro, e fa bene alla scuola che ha la possibilità di aprire la propria didattica a un’esperienza così speciale. Ci rattristava l’idea che quest’anno non si potesse concretizzare tutto questo. Con questo video abbiamo voluto lanciare un segnale importante: ‘All’Opera’ rimane a casa per ora ma tornerà presto sul palcoscenico per regalarci ancora tante nuove emozioni”.

  “Un segnale di continuità virtuale importante – dice l’assessore all’Educazione del Comune di Firenze Sara Funaro – che dona un po’ di sogni e di speranza in questi giorni difficili in cui molte attività che coinvolgono i nostri ragazzi sono sospese”.

“È un momento lungo del quale non si sa ancora il termine – dichiara il sovrintendente del Teatro del Maggio Alexander Pereira – Il Maggio è silenzioso, sia sul palco che in sala. E il silenzio è ancora più assurdo laddove il Teatro è il luogo del suono, della musica, del canto, della recitazione, del calore del pubblico e in questo caso dell’entusiasmo dei bambini i quali regalano momenti di assoluta gioia a tutti con il loro slancio di partecipazione alla messa in scena. Non vediamo l’ora di aprire di nuovo le porte a bambini e naturalmente a tutti  Questo video è un appuntamento, un arrivederci a presto e ringraziamo la Fondazione CR Firenze e il Comune per il loro sostegno e affiancamento a Venti Lucenti per questa attività”.

Lascia un commento