CORONAVIRUS. Il Centro Ortoprotesico di Campiglia Marittima sarà (da lunedì 6 aprile) un luogo di riabilitazione dei pazienti guariti dal Covid-19

Da non perdere, Livorno

Il Centro Ortoprotesico di Campiglia da lunedì 6 aprile 2020 diventerà un centro di riferimento per riabilitazione di pazienti Covid-19 guariti. Questa l’importante novità che accende i riflettori sul Comune di Campiglia Marittima. Il centro, già realtà di eccellenza nella Regione Toscana, si ripensa e si reinventa per dare un contributo nella dura battaglia contro il corona virus. Questa struttura, la sola ad oggi in Toscana, ospiterà fino a 24 pazienti in uscita dalle Terapie Intensive, negativizzati al Covid-19.

“Fortunatamente i numeri ci dicono che i pazienti guariti stanno aumentando – afferma la sindaca Alberta Ticciati – e questo progetto è rivolto proprio a coloro che hanno dovuto affrontare la parte più difficile della malattia, come l’intubazione e la ventilazione, e sono rimasti inerti per settimane”.

Ticciati con fascia
Alberta Ticciati, sindaco di Campiglia Marittima

La riabilitazione prevista andrà da quella legata all’apparato respiratorio fino ad arrivare a quella motoria ed i pazienti in cura saranno coloro che sono risultati negativi al doppio a tampone a cui saranno sottoposti e che saranno, cioè, guariti. 

“Un progetto che come Amministrazione abbiamo subito accolto con favore, consapevoli che in questo momento di difficoltà ed emergenza ciascuno debba fare la sua parte per difendere la salute dei cittadini e contribuire alla guarigione di chi, purtroppo, ha contratto il virus. Colgo l’occasione per ringraziare tutta l’azienda sanitaria USL Nord Ovest che sta facendo davvero un gran lavoro, con grande professionalità e sensibilità. Per ringraziare tutti, ringrazio la direttrice della SDS Valli Etrusche dottoressaa Pagliacci, il dott. Berti e il dott. Barbieri con i quali ho modo di sentirmi più spesso. Un ringraziamento al personale medico ed infermieristico che si cimenterà in questa nuova esperienza professionale e umana. Sono orgogliosa e felice che sia stata individuata Campiglia per questo progetto, simbolo di una società, di un Paese che si rimette in moto, che dopo il dolore, la paura e la sofferenza della malattia, si rialza e riparte. Questo è il messaggio che vogliamo lanciare da Campiglia, augurandoci che, una volta superata questa tempesta ci si ricordi della qualità di questo centro Ortoprotesico, situato a fianco di un bellissimo borgo medievale, in una posizione salubre e panoramica che venne specificamente scelta alla sua costruzione nel XIX secolo”.

“La riorganizzazione del centro, come ci ha assicurato l’azienda sanitaria – afferma Ticciati –  avrà ripercussioni minime sulle attività ordinarie lì svolte, perché in questo periodo di emergenza la domanda di riabilitazione residenziale sta subendo una inevitabile riduzione. Desidero concludere sottolineando come ad oggi, nel nostro comune, i casi positivi di Covid-19 sono pochissimi e tutti fortunatamente gestibili a domicilio, l’auspicio è quello di proseguire senza ulteriori casi e per questo torno a chiedere ai miei concittadini e a chi si trova sul territorio per altri motivi di necessità di prestare la massima attenzione e di continuare a stare a casa, il virus ha una casistica ampia che va dagli asintomatici ai casi gravi, di ogni età quindi il distanziamento sociale è l’unica protezione che in questo momento ci è concessa, usiamola, e siamo tutti orgogliosi di condividere con chi ha riconquistato il bene prezioso della salute anche il pregio della nostra posizione geografica”.

Lascia un commento