CORONAVIRUS / 60. Il Comune di Livorno rende gratuiti gli stalli blu per i quali pagano anche i residenti (l’elenco delle strade). POLIZIA MUNICIPALE: 5 denunce ad esercizi commerciali, denunciate anche 5 persone (tre giocavano a carte in una piazza)

Focus, Livorno

La situazione di emergenza che viviamo, pone quotidianamente nuove problematiche e il Comune di Livorno si muove per cercare di risolverle una ad una. In questi giorni è emerso il problema che in centro città, con l’invito a tutti di rimanere in casa, i residenti non trovano parcheggio, mentre gli stalli blu sono vuoti. Per questo, attraverso un confronto con Tirrenica, è stato stabilito di rendere gratuiti gli stalli blu in quelle zone nelle quali fino a questo momento erano a pagamento anche per chi è in possesso della lettera. “Crediamo – si legge in una nota del Comune – che sia un modo per andare incontro a chi già sta facendo il sacrificio di stare a casa, e a chi deve lavorare per svolgere servizi essenziali in questo momento così difficile”. (Sopra il titolo: ph. Comune di Livorno).

Il sindaco Luca Salvetti spiega così l’ordinanza emessa nella giornata del 17 marzo 2020, che prevede di rendere gratuiti, fino al 3 aprile, gli stalli che si trovano in alcune strade, e che erano a pagamento per tutti, residenti compresi . Una decisione che può essere applicata grazie all’art. 9 del capitolato allegato alla concessione 59338/2012, che attribuisce al Comune anche il diritto di sospendere temporaneamente l’utilizzo di aree destinate a parcheggio a pagamento, per superiori ragioni di interesse pubblico, e indubbiamente l’emergenza attuale lo è.

Quindi, per garantire un’adeguata offerta ai cittadini durante il periodo di emergenza sanitaria,diventano gratuiti gli stalli nelle seguenti strade:

Piazza della Repubblica
Piazza Benamozegh
Via del Fante
Via Grande
Scali D’Azeglio e via Diaz
Scali Saffi
Scali degli Olandesi e Ponte Bosi
Scali Manzoni/via Indipendenza
Piazza Mazzini (lato nord)
Via Gazzarrini
Via Magenta
Piazza della Vittoria monumento
Piazza XX Settembre
Via Gramsci
Via de Larderel
Via Garibaldi
via della Meridiana
via di Salviano
piazza Damiano Chiesa

Come sottolinea l’assessora alla Mobilità Giovanna Cepparello: “E’ impensabile che i cittadini debbano uscire di casa la mattina solo per spostare la macchina, costretti magari a lasciarla molto lontana da casa. Questo va contro le indicazioni che stiamo cercando di far passare sulla necessità di rimanere il più possibile nelle proprie abitazioni”.

___________________________________________

LIVORNO / I CONTROLLI DELLA POLIZIA MUNCIPALE

Continuano i controlli della Polizia Municipale dopo il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che impone di rimanere a casa ed uscire soltanto per motivi di estrema necessità come andare a fare la spesa, acquistare medicinali e per cure mediche.

Ad oggi 449 sono state le persone controllate e 395 gli esercizi commerciali.

Sono state effettuate anche sanzioni e denunce, come previsto dal decreto e come più volte ha annunciato il sindaco Salvetti dicendo ripetutamente ai cittadini che “Il decreto va fatto rispettare”. 

5 le denunce ad esercizi commerciali.

Denunciate anche 5 persone, 3 delle quali sorprese mentre giocavano a carte in una piazza cittadina. Agli agenti della Polizia Municipale hanno dichiarato che stavano andando dal tabaccaio. Le 3 persone saranno denunciate per inottemperanza all’ordinanza in base all’articolo 650 del Codice Penale e per false dichiarazioni rese a pubblici ufficiali, in base all’articolo 495 del Codice Penale. 

Gli altri 2 denunciati in base all’articolo 650 del Codice Penale sono: una persona che si recava a Migliarino dopo aver fatto la spesa alle Fonti del Corallo e un’altra che tornava a Livorno dopo essere stata a correre a Collesalvetti. 

Lascia un commento