CORONAVIRUS / 397. Regione Toscana, altri 373 casi di positività al Covid-19, età media 46 anni. Registrati dieci nuovi decessi. L’andamento della campagna vaccinale

REGIONE TOSCANA, 1° febbraio 2021 / Sono 373 i nuovi casi toscani di Covid-19 emersi nelle ultime ventiquattro ore: 370 confermati con tampone molecolare e tre con test rapido antigenico (144 nell’Asl Centro, 156 nella Nord Ovest, 73 nella Sud est). I positivi verificati in tutta la regione da quando un anno fa, a fine gennaio 2020, è iniziata l’emergenza sanitaria salgono dunque a 134.829; ma solo 9.287 (l’1,2 per cento in più rispetto a ieri) lo sono in questo momento:  121.330, il 90 per cento, sono nel frattempo guariti e 4.212 deceduti. 

I dati relativi all’andamento dell’epidemia nella regione sono quelli inviati oggi a mezzogiorno sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale.  I nuovi casi sono lo 0,3 per cento in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2 per cento. Rispetto alla precedente rilevazione sono stati eseguiti 5.606 tamponi molecolari e 1.801 tamponi antigenici rapidi. Di questi il 5 per cento è risultato positivo. Escludendo i tamponi di controllo sono 3.854 le persone testate, di cui il 9,7 per cento è risultato positivo. I ricoverati sono 757 (13 in più rispetto a ieri), di cui 101 in terapia intensiva (5 in più). Dieci sono i nuovi decessi: 5 uomini e 5 donne con un’età media di 84,4 anni.

  • Quanto alla campagna vaccinale anti-Covid in corso, iniziata il 27 dicembre 2020, a mezzogiorno di oggi erano 121.328 le dosi finora somministrate, 3.077 in più rispetto a ieri (+2,6%). La vaccinazioni proseguiranno per l’intera giornata. Già con i dati comunque di mezzogiorno la Toscana è quinta in Italia quanto ad utilizzo dei vaccini consegnati: sono state infatti somministrate il 90,7 per cento delle 133.840 dosi consegnante, per un tasso di vaccinazioni effettuate di 3.259 per 100mila abitanti (la media italiana è 3.258).

L’età media dei 373 nuovi positivi di lunedì 1° febbraio 2021 è di circa 46 anni circa: il 13 per cento ha meno di 20 anni, il 24 per cento tra 20 e 39, il 39 per cento tra 40 e 59, il 18 per cento tra 60 e 79, mentre il 6 per cento ne ha 80 o più.

  • Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (370 confermati con tampone molecolare e 3 da test rapido antigenico). Dall’inizio dell’emergenza sanitaria salgono a 37.460 i casi complessivamente registrati ad oggi a Firenze (52 in più rispetto a ieri), 11.420 a Prato (37 in più), 11.471 a Pistoia (51 in più), 8.533 a Massa Carrara (32 in più), 13.833 a Lucca (35 in più), 18.144 a Pisa (49 in più), 10.419 a Livorno (44 in più), 12.185 ad Arezzo (37 in più), 6.255 a Siena (23 in più), 4.554 a Grosseto (13 in più). A questi si aggiungono 555 casi positivi notificati in Toscana ma di residenti in altre regioni.

La Toscana si trova al tredicesimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.622 positivi per 100 mila abitanti (la media italiana ruota attorno a 4.238, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 4.424 casi per 100 mila abitanti, Massa Carrara con 4.400, Pisa con 4.296, mentre la più bassa è Grosseto con 2.063.

Complessivamente ci sono in questo momento 8.530 persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano addirittura prive di sintomi (99 in più rispetto a ieri, più 1,2%). Sono 20.135 (392 in più rispetto a ieri, più 2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (6.601 nei territori dell’Asl Centro, 7.827 nella Nord Ovest, 5.707 nella Sud Est).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid salgono oggi  a 757 (13 in più rispetto a ieri, più 1,7%), di cui 101 in terapia intensiva (5 in più rispetto a ieri, più 5,2%). Crescono anche le persone guarite: 251 in più nelle ultime ventiquattro ore, più 0,2 per cento, che portano appunto il totale a 121.330.  Di questi 121.044 lo sono a tutti gli effetti (234 in più rispetto a ieri, più 0,2%): si tratta delle cosiddette guarigioni virali, certificate con tampone negativo. Altri 286 (251 in più rispetto a ieri, più 0,2%) lo sono invece solo clinicamente per adesso, ovvero sono divenuti asintomatici  dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione

Dei dieci decessi si oggi (cinque uomini e cinque donne), quattro morti riguardano persone che risiedevano nella Città metropolitana di Firenze, una nella provincia di Livorno, due ad Arezzo, due a Siena e una a Grosseto. 

Dei 4212 deceduti dall’inizio della pandemia, 1.418 hanno interessato Firenze, 287 Prato, 305 Pistoia, 426 Massa Carrara, 403 Lucca, 491 Pisa, 299 Livorno, 253 Arezzo, 164 Siena e 107 Grosseto, mentre 59 persone sono morte sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano per Covid-19 (numero di deceduti per popolazione residente) è di 113,1 per 100 mila residenti contro 146,9 della media italiana. La Toscana è undicesima in questa classifica.  Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (219,7 per 100 mila), seguita da Firenze (141,2 per 100 mila) e Pisa (116,3). Il tasso più basso  si registra a Grosseto (48,5 per 100 mila residenti).

Lascia un commento