CORONAVIRUS / 19. Campiglia Marittima: nuova ordinanza della sindaca Ticciati, sei le persone in quarantena. Cecina: sostegno a imprese e cittadini, incontro fra sindaco, assessore e responsabili di banche

Focus, Livorno

CAMPIGLIA MARITTIMA / SPORT, SCUOLA, EVENTI, NEGOZI… NUOVA ORDINANZA DELLA SINDACA TICCIATI

Coronavirus. La sindaca di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati (foto sotto a sinistra), ha emesso una nuova ordinanza (Numero 9 del 09/03/2020 con oggetto Misure profilattiche contro la diffusione della malattia infettiva COVID-19 – art.50 del D.Lgs. 267/2000. Annullamento e sostituzione dell’Ordinanza Sindacale n. 6/2020) a declinare e rafforzare le misure del nuovo DCPM del 08.03.2020 e dell’ordinanza della regione Toscana n. 9 del 08.03.2020. 

TICCIATI

Ecco le nuove disposizioni, alcune confermate, altre aggiornate, per l’aggravarsi delle situazione di rischio dell’espansione del Coronavirus, dopo che nella notte tra sabato e domenica, diffusasi la notizia del nuovo decreto di estensione delle zone rosse, si è creata una vera e propria fuga dalle aree del nord interessate. Un’ondata di affluenza che richiede adesso misure di controllo per scongiurare l’espandersi del virus. Così, da oggi, non solo chi sia arrivato in Toscana negli ultimi due giorni, ma anche chi è arrivato o ne è uscito e poi rientrato per vari motivi, anche per poche ore negli ultimi 14 giorni, dovrà comunicare i propri spostamenti all’autorità sanitaria competente che prenderà a sua volta i necessari provvedimenti.

I punti della nuova ordinanza sindacale sono: 

SCUOLA 

Fino al 15 marzo 2020, SOSPENSIONE dei servizi educativi dell’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e delle Università, ferma la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.

SPORT

Fino al 3 aprile 2020, SOSPENSIONE degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. 

Fino al 3 aprile 2020 SOSPENSIONE delle attività di base, fisico-motorie private, svolte  all’interno di strutture sportive, palestre, piscine, centri sportivi senza alcuna eccezione.

Resta ferma in ogni caso la possibilità di ogni Federazione sportiva e dei presidenti delle Associazioni di adottare ulteriori misure restrittive.

EVENTI 

Fino al 3 aprile 2020, SOSPENSIONE, di manifestazioni, eventi, spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli svolti nei cinema e nei teatri, sia in luoghi pubblici che privati.

LUOGHI DI CULTO E CERIMONIE

sono sospese tutte le cerimonie civili e religiose ivi comprese quelle funebri

CULTURA 

Musei e luoghi di cultura sono sospese le aperture.

La biblioteca comunale è chiusa

RSA E STRUTTURE OSPEDALIERE

Limitazione dell’accesso dei visitatori alle aree di degenza da parte delle direzioni sanitarie ospedaliere,

Rigorosa limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti.

SERVIZI E UFFICI COMUNALI

Sono sospesi tutti i pagamenti tramite Pos e contanti, fatta eccezione per l’ufficio anagrafe e altre situazioni contingibili e urgenti.

Il RICEVIMENTO  al pubblico di sindaca e giunta avviene esclusivamente via telefono fatta eccezione per casi di estrema necessità.

Per l’accesso ad altri uffici si prega  di prendere l’appuntamento per consentire di regolamentare i flussi delle persone.

UFFICIO SCUOLA E SERVIZI INFANZIA:

Da oggi lunedì 9 marzo, le domande per l’ammissione ai nidi d’infanzia saranno accolte solo dietro appuntamento telefonico; il numero da contattare per l’appuntamento è il seguente : 0565/839253. Si ricorda che le domande potranno comunque essere inoltrate per PEC e per mail al seguente indirizzo di posta elettronica : istruzione@comune.campigliamarittima.li.it.

Da oggi lunedì 9 marzo sono sospesi i pagamenti di mensa e trasporto scolastico presso gli uffici comunali di Campiglia M.ma e Venturina Terme. Rimangono attive tutte le altre modalità di pagamento (on-line, banca, ricevitorie).

Per quanto riguarda le ATTIVITÀ COMMERCIALI ricadenti nel comune di Campiglia Marittima, si sta notificando il DCPM 08.03.2020 affinché vengano rispettati tutti gli obblighi di cui all’art. 2 comma1  lettere e) e f), pena la sospensione dell’attività in caso di violazione. L’amministrazione comunale ha emesso nella giornata di oggi una nuova ordinanza con la quale si prescrive alle attività turistico-ricettivo, agli amministratori di condominio e alle agenzie immobiliari presenti sul territorio del Comune di Campiglia M.ma, nonché a tutti i soggetti privati che hanno stipulato o stipuleranno contratti di locazione abitativa con soggetti residenti nelle zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’OMS, ovvero nelle Regioni e nelle Provincie, di cui all’articolo.1 del DPCM dell’8 marzo 2020, nel periodo indicato nell’ordinanza della Regione Toscana n.9 dell’ 8 marzo 2020

IL COMUNE STA MONITORANDO la situazione e fornendo in modo tempestivo e trasparente tutte le informazioni tramite il sito internet, i canali social, comunicati stampa e newsletter.

Si comunica che l’amministrazione di Campiglia Marittima per agevolare l’obbligo di auto segnalazione delle persone provenienti dalle zone rosse, sta procedendo ad analizzare, valutare e verificare tutte le seconde case presenti nel comune, grazie al lavoro degli uffici e della polizia municipale.

LE SEGNALAZIONI per chi rientra dalle zone rosse possono essere inoltrate alla mail dedicata dell’azienda Usl toscana nord ovest rientrocina@uslnordovest.toscana.it e per conoscenza a quella del comune di Campiglia Marittima sindaco@comune.campigliamarittima.li.it
si ringrazia per la collaborazione e si ricorda che per chi non rispetta i provvedimenti regionali sono previste sanzioni amministrative e penali fino all’arresto.
📌Queste le zone rosse in Italia definite dall’ultimo DCPM l Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) La regione Lombardia e le province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia. 

Si ricorda di non presentarsi al pronto soccorso ma di contattare il medico di famiglia, il pediatra o i numeri dedicati 1500 – 112 (24 ore su 24) –  Numero regionale 800 556 060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 18.

SI RACCOMANDA alla cittadinanza di osservare le misure igienico-sanitarie utili alla riduzione di ogni forma di contagio, compreso quello da coronavirus:

a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b)  evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;

d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

g)  non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h)  coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i)   non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l)  pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

L’AGGIORNAMENTO SULLE QUARANTENE

Salgono a 6 le persone sul territorio comunale alle quali è stata notificata l’ordinanza di quarantena cautelativa per essere entrati in contatto con casi accertati di COVID-19.

_____________________________________________________________

CECINA / INCONTRO CON I RESPONSABILI DELLE BANCHE A SOSTEGNO DI IMPRESE E CITTADINI

Il Sindaco Samuele Lippi e l’assessore alle Attività Produttive Antonio Giuseppe Costantino hanno incontrato  al Palazzetto dei Congressidi Cecina i responsabili delle filiali delle banche cittadine per discutere delle possibili iniziative a sostegno delle imprese e dei cittadini. Da parte degli intervenuti è arrivata la conferma dell’iniziativa da parte di Abi (Associazione Bancaria Italiana) di estendere la possibilità, per le imprese danneggiate dall’emergenza in corso, di sospendere fino ad un anno il pagamento della quota capitale dei finanziamenti o di allungarne la scadenza. “In attesa di precise disposizioni in questo senso tutti i referenti delle banche cittadine – ha riferito il vicesindaco Costantino – hanno assicurato la massima disponibilità a trovare soluzioni specifiche per i singoli casi”.

Lascia un commento