canonerobertobaldieducatore

Conto alla rovescia per il corso di educazione cinofila a Tavarnelle Val di Pesa

Firenze

Educare il proprio cane nel miglio modo possibile? Non ci sono problemi. Ci pensa «Vivere Insieme», il nuovo corso di educazione cinofila per bambini, ragazzi e adulti che è stato presentato in un gremito open day alle Officine Creative del Chianti, in viale della Rimembranza 8 a Tavarnelle Val di Pesa. Le iscrizioni sono aperte e scadono il 17 marzo 2017. Inizio del corso di primo livello, sabato 25 marzo. Il numero massimo di partecipanti è di dieci persone. Per assicurarsi un posto ci si deve affrettare in quanto ce ne sono rimasti pochi disponibili. Per chi non si è iscritto il giorno della presentazione, può farlo richiedendo via e-mail il modulo di iscrizione a spacedogcenter@gmail.com oppure direttamente alle Officine Creative di Tavarnelle Val di Pesa in via della Rimembranza 8 (dalle 16 in poi). Il programma completo del corso è visionabile a questo indirizzo: https://educatorecinofilofirenze.it/corso-di-educazione-cinofila-per-bambini-e-adulti-a-tavarnelle/.

I corsi saranno tenuti da: Roberto Baldi, educatore cinoflo, Cristina Cherchi, pedagogista clinica, Giulia Frati, medico veterinario. Sono previsti interventi e laboratori con insegnanti di varie discipline. L’iniziativa è a cura di Roberto Baldi (Consulente educativo – Zooantropologia Cognitiva Integrata – Consulente alimentazione naturale per cani) e Officine Creative del Chianti. Per Informazioni: Roberto Baldi al 347 4849228.

Una riflessione sui contenuti e l’importanza del corso è stata formulata dalla pedagogista clinica, Cristina Cherchi. «La pedagogia clinica – spiega – accompagna la persona di tutte le età attraverso percorsi educativi intesi come di crescita. La proposta di affiancare Roberto Baldi in questo percorso mi ha subito entusiasmata soprattutto perché ho visto un’opportunità di crescita ed un’ esperienza preziosa sia per il cane che per il proprietario. Credo che gli animali possano insegnarci molto. Un percorso come quello che ci apprestiamo ad iniziare, ci darà la possibilità di riflettere su come l’animale faccia da specchio alla persona che lo affianca, comportandosi di conseguenza ai nostri stati d’animo, atteggiamenti e vissuti. Un percorso dunque che non prevede un mero addestramento ma la costruzione di una “sana relazione dialogica” basata sulla fiducia ed il rispetto reciproco».

«Ringrazio di cuore – afferma Roberto Baldi – tutte le persone e tutti gli amici pelosi che hanno partecipato numerosi alla presentazione del corso di educazione cinofila Vivere Insieme. Non era semplice restare seduti due ore con il proprio cane all’interno di una stanza affollata… ma con molta naturalezza ci siamo riusciti. I bambini per primi si sono dimostrati interessati e coinvolti nel comprendere gli argomenti trattati, non posso che esserne contento. Qualcuno purtroppo non ha potuto seguire bene la presentazione dato che la stanza era completa, ringrazio per essere restati comunque fino alla fine».

L’iniziativa. In generale si tratta di un corso teorico-pratico basato sulla “Zooantropologia Cognitiva Integrata”. Mirato ad acquisire le abilità fondamentali per educare il proprio amico a quattro zampe e costruire con lui una sana relazione. Occasione di crescita personale sia per i più piccoli che per gli adulti. Dalla gestione del guinzaglio al miglioramento delle proprie relazioni con gli altri.

Struttura dei percorsi educativi.  I corsi sono composti da 2 cicli di 6 incontri (24 ore complessive). Prevedono un minimo di 5 e un massimo di 10 partecipanti per classe. I gruppi sono formati per fasce d’età del proprietario/conduttore. Gli incontri hanno cadenza settimanale e la durata di 2 ore ciascuno, si svolgeranno sia in aula che in spazi all’aperto, strutturati in parte teorica e parte pratica con il cane. I percorsi educativi sono divisi per fasce d’età: Kids Trainer (per bambini da 6-10 anni), Junior Trainer (per ragazzi da 11-17 anni), Adult Trainer (per adulti da 18 anni in poi).

Obiettivi del corso: costruire una relazione sana, conoscenza dei bisogni psicofisici del cane, migliorare la capacità di comunicazione (anche non verbale) e gestione del cane, educare ad un corretto approccio con l’alterità animale. Insegnare l’accettazione del “diverso” incrementando la conoscenza, educare i proprietari ad una conduzione responsabile e consapevole del cane, educare al rispetto per i cani, per le persone e la società. Aiutare i proprietari a conoscere più profondamente i bisogni e i comportamenti del cane, prevenendo e correggendo problemi educativo/comportamentali spesso causa di abbandoni/incidenti. Favorire il benessere psico/fisico del binomio uomo-cane, sviluppare le proprie potenzialità attraverso la relazione con il proprio animale, acquisire maggiore consapevolezza personale e della relazione con gli altri. Migliorare la gestione delle proprie emozioni, pensieri, comportamenti.

Contenuti dei percorsi educativi: i bisogni fondamentali del cane, elementi di pronto soccorso, la salute psico-fisica del cane, agio e disagio, le motivazioni di razza, il cane ed il lupo, la comunicazione del cane, educare alla calma e all’auto-controllo, educazione alimentare, prossemica e propriocezione, il gioco come strumento educativo. I segnali di controllo: segnali d’apertura, seduto, terra, aspetta, chiamata e gestione del guinzaglio, l’importanza e l’abilità nell’utilizzare il gestuale, distanze, posizione, postura e direzione. Centripetazione in movimento, gestione del cane a guinzaglio, le separazioni, la libertà ed il richiamo. Socializzazione, ovvero, l’incontro con altri cani a guinzaglio ed in libertà, l’incontro con persone ed ambienti urbani. Pro-socialità, la relazione dialogica, intelligenza emotiva e sociale.

Alcuni motivi per intraprendere questo percorso: aumento dell’autostima, sicurezza per gli adolescenti, rispetto per l’altro, gestire e superare la frustrazione, sviluppo sensoriale, occasione di interazione con l’adulto, responsabilità, meno inclini ad allergie e asma, calma e autocontrollo, alleviare lo stress, capire le conseguenze delle proprie azioni, impegno, disciplina, conoscere se stessi.

Lascia un commento