CONCERTI DI NATALE 2019. L’Ort debutta il 19 dicembre al Metropolitan di Piombino con Čajkovskij e Dvorák. Poi Livorno (il 20), Figline Valdarno (il 21), Poggibonsi (il 23) e Firenze (il 24)

Firenze, Livorno, Musica, Siena

Il Concerto di Natale è per l’Orchestra della Toscana un momento distintivo all’interno della propria programmazione. Un rito che si ripete magicamente il pomeriggio della vigilia al Teatro Verdi di Firenze e nei giorni precedenti in vari luoghi della Toscana. Il debutto natalizio è in agenda per giovedì 19 dicembre 2019 a Piombino, poi Livorno, Figline Valdarno, Poggibonsi e Firenze.

05 Dmitry Masleev @Alikhan Photography
Dmitry Masleev (ph. Alikhan Photogtraphy). Sopra il titolo: l’ORT (ph. Marco Borrelli)

Il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore, op. 23  di Pëtr I. Čajkovskij con il quale si apre la serata è uno dei concerti pianistici più eseguiti al mondo. Curiosamente ha una storia che lo lega proprio alla vigilia di Natale. È il 1874, Čajkovskij ha 34 anni, è un compositore già maturo ed ha in quel giorno così particolare un appuntamento importante con Nikolaj Rubinštejn, direttore del Conservatorio di Mosca e pianista virtuoso. Vuole fargli ascoltare la sua nuova composizione che è a lui dedicata. Le cose non vanno come Čajkovskij si sarebbe aspettato. L’accoglienza è decisamente negativa. «Il suo Concerto non vale assolutamente nulla, non è possibile suonarlo». Offeso Čajkovskij lascia la stanza. «Non cambierò neppure una nota e lascerò il pezzo nella sua forma attuale» è la sua risposta, decidendo di dirottare la sua dedica su di un altro grande interprete dell’epoca, il celebre pianista e direttore d’orchestra Hans von Bülow. Il concerto fu eseguito per la prima volta a Boston nel 1875 con Bülow al pianoforte. Il successo fu immediato e travolgente. Curiosamente von Bülow eliminò in seguito il concerto dal proprio repertorio, mentre Rubinštejn finì col dirigerne la première moscovita e ad eseguirne la parte solistica in numerose occasioni. Scherzi del destino. L’opera conserva in buona parte forme e timbri della musica popolare russa cui spesso Čajkovskij fa riferimento. Echi della tradizione nazionale e popolare che sono ancor più evidenti nell’opera di Antonín Dvořák. La Sinfonia n. 7 in Re minore, Op. 70, B. 14, composta nel 1885, è considerata la sua opera più romantica. Esponente centrale della musica nazionale ceca, è colui che meglio rappresenta il tentativo di integrazione fra tradizione colta e spirito popolare slavo.

04 Paolo Bortolameolli @Michiko Tierney
Paolo Bortolameolli (ph. Michiko Tierney)

Oltre il repertorio, vale la pena sottolineare come l’ORT ritenga di grande importanza la scelta degli interpreti. Di fronte a composizioni monumentali come queste è giusto cercare interpretazioni moderne, fresche. L’ORT si è distinta nella sua storia per aver valorizzato tanti giovani talenti e lo facciamo anche questa volta con Paolo Bortolameolli, direttore cileno che ha un approccio molto moderno e innovativo alla musica. Giovane anche il solista, il siberiano Dmitry Masleev, notevole talento e grande carattere. Il valore di questi nuovi interpreti sta nella capacità che hanno di offrirci inedite sfaccettature, visioni anche originali nell’accostamento delle dinamiche, esecuzioni non troppo codificate, qualcosa che sorprende. 

Stagione Concertistica 2019/2020

CONCERTI DI NATALE

 Piombino, Teatro Metropolitan – giovedì 19 dicembre 2019 ore 21.00

Livorno, Teatro Goldoni – venerdì 20 dicembre 2019 ore 21.00

Figline Valdarno, Teatro Garibaldi – sabato 21 dicembre 2019 ore 21.00

Poggibonsi, Teatro Politeama – lunedì 23 dicembre 2019 ore 21.00

Firenze, Teatro Verdi – martedì 24 dicembre 2019 ore 17.00

 

Paolo Bortolameolli direttore

Dmitry Masleev pianoforte

ČAJKOVSKIJ Concerto n.1 per pianoforte e orchestra op.23

DVOŘÁK Sinfonia n.7 op.70

Prezzi Teatro Verdi | Stagione Concertistica: Posti numerati I settore €16 intero – €14 ridotto; II settore €13 intero – €11 ridotto (tutti più diritti di prevendita) in vendita c/o Biglietteria del Teatro Verdi (tel 21.23.20 orario 10/13 e 16/19) e punti del Circuito Box Office. Online su www.teatroverdifirenze.it

Lascia un commento