Comune di Rosignano Marittimo, un anno di lavoro della Giunta guidata dal sindaco Daniele Donati. I temi, i progetti, il futuro

Focus, Livorno

Ecco il bilancio di un anno di lavoro della giunta comunale del Comune di Rosignano Marittimo guidata dal sindaco Daniele Donati (foto sopra il titolo). Quello che è stato fatti e le cose da fare.

“Allargare la partecipazione e il dialogo con il territorio è uno dei principali obiettivi dell’Amministrazione Donati che, durante il 2020, nonostante le limitazioni dovute alla pandemia, ha organizzato numerose occasioni di confronto con i cittadini e le categorie. I cicli di incontri tra la giunta e gli operatori del commercio e dell’agricoltura e il percorso di partecipazione sulla Social Social Agorà di piazza della Repubblica ne sono la testimonianza. Particolarmente significativi il questionario online sul senso di appartenenza e coesione sociale “Rosignano Comunità Domani”, realizzato nell’ambito delle attività per la predisposizione del nuovo Piano Strutturale in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi “Roma Tre”, e il percorso “Rosignano Città dello Sport” che insieme all’Agenzia dello Sport ha aperto un dibattito con i cittadini e le associazioni di settore sugli impianti e le attività sportive del territorio. Nel 2020 è stata istituita la nuova Commissione per le Pari Opportunità, che ha avviato i lavori e visto le elezioni interne della nuova referente, Cristina Scardigli e della sua vice Azzurra Tomici. A dicembre, infine, è partito il progetto partecipativo “Sos 5 Strade” che ha lo scopo di rilanciare il tessuto sociale ed economico delle Cinque Strade.

In tempo di pandemia e di distanziamento sociale, fondamentali diventano le connessioni e le connettività. Anche per questo, l’Amministrazione Comunale ha incrementato una serie di servizi per semplificare i collegamenti tra i cittadini. Con “Comune Vicino”, ad esempio, sono stati aperti 6 sportelli di prossimità per garantire l’accesso ai servizi comunali anche “da remoto”, così come è stato importante il lavoro “a distanza” dello Spazio Giovani e dell’Informagiovani. A ottobre, poi, il Comune ha preso parte al “progetto Wifi Italia” per potenziare una rete pubblica gratuita ai propri cittadini. Allo stesso modo è stato incrementato il servizio internet nelle scuole, mentre a dicembre si è svolta la Innovation Week, una settimana di incontri virtuali sulla cultura dell’innovazione tecnologica, sportiva e culturale con vari ospiti di livello nazionale. Nel primo semestre del 2020 si è conclusa la prima parte dell’attività del Garante per la partecipazione alla formazione del nuovo Piano Strutturale, che è poi stato pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente, attraverso una mostra virtuale che ha permesso a tutti di conoscere i progetti e le linee guida future.

A seguito della pandemia, gran parte dei servizi sono stati digitalizzati per consentire ai cittadini di “andare in comune senza andare in comune”. Sono stati erogati, con apposito bando, contributi alle famiglie per l’acquisto di pc, tablet e computer necessari per la didattica a distanza (DaD).

Per quanto riguarda i servizi educativi, il 2020 ha segnato la nascita dei due istituti comprensivi “E. Solvay – D. Alighieri” e “G. Carducci – G. Fattori”, realizzati al termine di un lungo percorso partecipativo che ha coinvolto i genitori, l’Amministrazione Comunale e le dirigenti scolastiche ed è stato approvato dalla Regione Toscana. Questo percorso con un curriculum verticale va senza dubbio a migliorare l’offerta didattica, mettendo al centro la crescita pedagogica e individuale del bambino che tra i banchi di scuola cresce e diventa ragazzo, vivendo l’esperienza educativa a 360 gradi. Grazie all’impegno di personale scolastico, dirigenti, insegnanti e famiglie, a settembre le scuole di Rosignano hanno potuto riaprire in sicurezza, garantendo agli alunni e a tutti gli addetti ai lavori di svolgere l’attività didattica nel rispetto delle normative anti-Covid. Anche il servizio mensa e i trasporti pubblici sono stati allestiti al meglio per semplificare l’organizzazione delle famiglie. Per far fronte alle difficoltà causate dalla pandemia, poi, l’Amministrazione Comunale ha deciso di eliminare la quota di compartecipazione delle famiglie al costo del servizio del nido per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. Per gli ultimi due mesi dell’anno, inoltre, sono state azzerate le rette di refezione scolastica e del trasporto scolastico con scuolabus per tutti gli utenti che usufruiscono dei suddetti servizi.

Analizzare il 2020 è impossibile senza tenere di conto dell’emergenza Covid-19, che si è abbattuta anche sul nostro territorio, con 519 contagiati (dall’inizio della pandemia al 29/12/2020), di cui 488 guariti, 19 tutt’ora in isolamento, 2 ricoverati e 10 deceduti. 

A marzo si è svolta un’intensa sanificazione di strade, piazze e luoghi pubblici ed è stata organizzata la diffusione gratuita delle mascherine che si è ripetuta in vari mesi dell’anno.
Durante l’estate, per gestire e regolare le presenze evitando assembramenti sugli arenili e sulle scogliere sono stati predisposti steward che si sono occupati della sorveglianza e del rispetto delle norme anti Covid-19. Una app dell’Ambito Costa degli Etruschi, inoltre, ha permesso ai turisti di conoscere in tempo reale la densità delle varie spiagge. 

Dal punto di vista economico, per far fronte alle gravi conseguenze sociali e finanziarie determinate dalle misure di contrasto e contenimento del virus, l’Amministrazione Comunale ad aprile ha varato una manovra di sostegno all’economia locale da oltre 2 milioni di euro, utilizzando avanzi liberi di amministrazione del bilancio 2020. In particolare è stato deciso di: eliminare l’imposta di soggiorno; eliminare l’imposta di pubblicità; ridurre la Cosap per le attività produttive e per il commercio su area pubblica, oltre alla possibilità di ampliare, senza canone  Cosap il suolo pubblico per i pubblici esercizi e le attività di somministrazione; ridurre del 50% la Tari per le utenze non domestiche; stanziare ulteriori 150 mila euro per spese correnti destinate ad imprese e cooperative locali per interventi di sanificazione, manutenzione del territorio, integrazione di progetti educativi o culturali e interventi di sostegno sociale.  La giunta, nei mesi, in base alle restrizioni dettate dai Dpcm, ha deciso di ridurre i canoni concessori o di locazione dei beni immobili di proprietà comunale, come sedi di attività sociali, culturali e turistico-ricreative, per un importo complessivo di oltre 25 mila euro e per le strutture sportive di proprietà comunale l’importo è stato di quasi 40 mila euro.

Per aiutare le piccole realtà economiche in difficoltà per la riapertura dopo il primo lockdown, nel mese di maggio è stato messo in atto un primo intervento, con bando a fondo perduto da 30 mila euro. E’ stato firmato un Protocollo d’Intesa tra l’Amministrazione Comunale e le Associazioni di categoria, con cui si formalizza una collaborazione permanente per sostenere e promuovere l’economia locale; grazie a questa collaborazione è stato possibile co-progettare il secondo bando dei contributi finalizzati alle realtà economiche e i liberi professionisti con uno stanziamento di 304 mila euro. 

Oltre agli interventi legati all’emergenza sanitaria (i due bandi per l’erogazione dei contributi di solidarietà alimentare per un ammontare totale di 360mila euro e  i contributi affitto in emergenza per un totale di 315mila euro), sono stati mantenuti i bandi e le gare aperti dall’Amministrazione per dare sostegno ai nostri concittadini in difficoltà, come i contributi di contrasto alla povertà, per l’abbattimento dei costi tariffari delle utenze, gli interventi nei confronti della disabilità, gli interventi “casa” e i contributi del “Pacchetto scuola”. 

Durante l’estate sono stati pubblicati i bandi per affidare la gestione dello stadio E.Solvay, del campo di rugby Falchini e della palestra Picchi. Inoltre, per agevolare l’attività sportiva all’aperto e ridurre le possibilità di contagio da Covid-19, nella bella stagione sono state individuate alcune aree verdi per consentire alle associazioni e ai soggetti operanti nel settore dello sport e della cura del benessere di svolgere le proprie attività. Il supporto del mondo del volontariato è stato fondamentale nella gestione dell’emergenza, è per questo motivo che il Comune ha voluto riconoscere alle quattro associazioni impegnate quotidianamente a fianco dell’Amministrazione (Pubblica Assistenza, Croce Rossa, Misericordia del Gabbro e Sorgente del Villaggio) un importante contributo.

L’emergenza Covid-19 ha costretto l’Amministrazione a modificare anche il suo programma culturale che, specialmente in estate, ha sempre attirato sul territorio turisti da tutta la Toscana e anche da fuori. Comunque la pandemia non ha fermato la vocazione turistica del Comune che anche nel 2020 ha registrato un grande numero di presenze estive. Per quanto riguarda gli eventi, notevole successo ha avuto il Castiglioncello Festival, che si è svolto al Castello Pasquini con 6 concerti in presenza. Altre iniziative di spessore che si sono svolte da giugno a settembre sono state il festival Inequilibrio, organizzato da Armunia, la mostra en plein air #laculturacura #laculturacrea, l’iniziativa “Stella Stellina” con proiezioni cinematografiche nelle varie piazze delle frazioni, le serate dedicate al cinema e ad Alberto Sordi, nel centesimo anniversario della sua nascita, gli appuntamenti con l’Estate dell’archeologia, il festival di artisti di strada “Tre Civette sul Comò”, le visite guidate “La memoria dei luoghi” alla scoperta del territorio, il ciclo di incontri a cura di Paolo Mieli “La forza delle idee” e il Premio di cultura politica “Giovanni Spadolini” assegnato a Marta Cartabia. Per agevolare lo spostamento dei turisti, inoltre, è stato allestito un intenso servizio di trasporto pubblico per collegare i centri costieri ai principali parcheggi. Nel 2020, poi, si sono festeggiati due importanti anniversari: i 100 anni del Gruppo Filarmonico Solvay e i 50 anni di attività di Avis Rosignano che ha donato al territorio 7 panchine dell’inclusività, una per ogni frazione. Durante l’anno si è inoltre intensificato il rapporto tra l’Amministrazione Comunale e l’Ambito Costa degli Etruschi, una sinergia che si è concretizzata in diverse iniziative e progetti, come la piattaforma turistica “Make Costa degli Etruschi” e il progetto Wedding, del quale il Comune di Rosignano è capofila e che ha visto la presenza di tanti tour operator internazionali. Grazie alla collaborazione con l’Associazione livornese Uovo alla Pop e ai cittadini delle frazioni collinari, infine, a novembre a Nibbiaia è stato realizzato un murale che racconta la storia delle colline. Infine, nell’ultimo Consiglio Comunale di dicembre è partito, con l’approvazione delle modifiche statutarie, il percorso di rilancio della Fondazione Armunia, che dovrà diventare ancora di più lo strumento operativo del Comune in ambito culturale, con importanti ricadute in termini promozione del territorio.

Nel 2020 sono state incrementate cura del territorio e manutenzioni pubbliche, impegni che l’Amministrazione ha portato avanti con progettualità e programmazione. A gennaio è stata ripristinata la cassa di espansione del Fosso Pisano in collaborazione con il Consorzio di Bonifica, mentre a febbraio sono stati inaugurati gli orti pubblici in località Polveroni, con l’assegnazione dei lotti di terreno ai cittadini. Nell’ambito di una lunga serie di interventi di asfaltatura e manutenzione, che ha coinvolto tutte le frazioni del Comune per un valore di circa 2milioni di euro, a Castiglioncello è stato risistemato il viadotto di via del Quercetano ed ha preso vita la nuova piazza della Vittoria. L’inaugurazione della piazza è arrivata a conclusione di un progetto partecipativo che ha soddisfatto i cittadini e reso più fruibile la zona turistica. Dal punto di vista della gestione del verde pubblico, il 2020 ha portato una grossa novità nel servizio. Purtroppo il lockdown di marzo e aprile ha obbligato l’Amministrazione a stoppare alcune operazioni di sfalcio e potatura, che comunque sono state riprese nella seconda parte della primavera, quando sono ripartiti anche i vari cantieri dislocati nelle frazioni. Con l’inizio dell’estate è stata modificata la viabilità a Solvay, per migliorare l’accessibilità verso le zone a mare, ed è stato predisposto un nuovo e più efficiente servizio di salvamento con 6 postazioni nelle spiagge libere del territorio comunale tra Castiglioncello e Vada. Con grande orgoglio e soddisfazione, anche quest’estate il nostro Comune ha ottenuto tre Bandiere Blu per le spiagge di Castiglioncello e Vada e per l’approdo Marina Cala de’ Medici. Per mantenere alta la qualità del lungomare, durante la stagione estiva, si è provveduto alla riprofilatura degli arenili di Vada e della Mazzanta, nonché alla pulizia della costa da alghe e detriti portati a riva dalle mareggiate. In previsione delle piogge autunnali, sono stati consegnati i depliant del progetto Adapt ai cittadini che abitano vicino ai fossi tombati Botro Secco e Botro Cotone con tutte le informazioni sui sistemi di allerta istallati e i comportamenti da tenere in caso di emergenza. A settembre, inoltre, sono stati puliti i tombini e le caditoie stradali delle zone a rischio di allagamento. Il 25 settembre la violenta tromba marina che si è abbattuta sul quartiere Polveroni ha causato feriti e ingenti danni ad abitazioni e strutture private. Per questo, immediatamente, si è messa in moto la macchina della Protezione Civile, per soccorrere le persone in difficoltà e dare supporto a chi ha dovuto lasciare la propria casa. A ottobre, grazie alla Regione Toscana, è stato possibile fare la richiesta di risarcimento per i danni subiti e, in collaborazione con il Consorzio Lamma, l’Amministrazione ha portato avanti uno studio sulla recidività delle trombe marine a Solvay. Sempre a proposito di Protezione Civile, il Comune ha partecipato alla campagna sulle buone pratiche “Io non Rischio” che quest’anno si è svolta online. In vista dell’estate 2021 è stato chiesto al Genio Civile di riprendere i lavori sull’arenile di Vada, mentre per la Baia del Quercetano, Regione e Comune hanno programmato un corposo intervento di riprofilatura dell’arenile che si concluderà entro il 2022. L’area a mare di Rosignano Solvay, compresa tra Caletta di Castiglioncello e la località Lillatro, è oggetto di uno studio urbanistico portato avanti dal dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze allo scopo di poter procedere in un prossimo futuro alla sua “rigenerazione urbana”.

Nel 2020 ha preso corpo il progetto della nuova Casa della Salute per offrire ai cittadini un servizio sanitario più efficiente e preciso. A luglio la Regione Toscana ha confermato all’Asl Toscana nord ovest un finanziamento di 4.920.000 euro, che permetterà di accelerare i tempi della progettazione esecutiva e dei lavori per la nuova struttura in località Casalino a Rosignano Solvay. Questo finanziamento regionale sarà integrato dall’Amministrazione comunale, che ha messo a disposizione una superficie di terreno di 12.400 metri quadrati, e realizzerà una serie di interventi (opere di urbanizzazione da effettuare sia internamente sia esternamente al comparto, e lavori di miglioramento della viabilità esistente anche in funzione dei nuovi flussi di traffico per il distretto), che porteranno l’investimento complessivo a circa 6 milioni e mezzo di euro.

Per il Comune di Rosignano i temi della conversione dei rifiuti e del rispetto ambientale sono di fondamentale importanza e, nonostante il lockdown, nel 2020 è proseguito il processo per la progressiva conversione della vecchia discarica di Scapigliato in un nuovo ed innovativo impianto industriale che, nella logica dell’economia circolare, selezioni, tratti e recuperi i rifiuti, senza più sotterrarli, per trasformarli in materia prima secondaria, nuovi prodotti ed energia. Infatti, possiamo già vedere i frutti del processo iniziato nel 2016 da REA Impianti (oggi Scapigliato Srl) con risultati concreti come il terriccio buono fornito gratuitamente ai cittadini, l’energia a tariffe agevolate e, a breve la fornitura di metano. Presto, inoltre, partirà una grande azione di miglioramento ambientale, prevista nell’Autorizzazione integrata ambientale, con la piantumazione di 200mila alberi, prevalentemente olivi. Un intervento importante, finanziato da Scapigliato, che servirà per migliorare la qualità dell’aria, recuperando la CO2, e andrà incontro alle esigenze del territorio, dei cittadini e degli agricoltori. Alcune piantumazioni simboliche sono state realizzate anche a novembre nell’ambito della Festa dell’Albero. Per migliorare il servizio di raccolta rifiuti, in collaborazione con Rea Spa. è partita a dicembre la programmazione del Porta a Porta a Solvay, Castiglioncello e Vada che verrà introdotta nel 2021 e  sarà accompagnata da incontri informativi preventivi rivolti alla cittadinanza. Per incentivare la mobilità sostenibile e diminuire le emissioni di CO2 l’Amministrazione comunale ha pubblicato un bando di contributo in favore dei cittadini per l’acquisto di biciclette elettriche, a pedalata assistita e scooter elettrici. 

Nel 2020, infine, si è concluso il percorso decennale relativo a RetiAmbiente Spa, la società a totale capitale pubblico partecipata da 100 comuni delle province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara. E’ stato approvato il nuovo statuto, nominati gli organi societari e dal 1° gennaio 2021 sarà gestore unico dei rifiuti dell’ATO Toscana Costa”.

Lascia un commento