Comune di Rosignano Marittimo, approvate le modifiche (innovazione, digitalizzazione e semplificazione) al regolamento edilizio

Nella seduta del Consiglio Comunale di Rosignano Marittimo di martedì 16 marzo 2021 è stata approvata la deliberazione “Modifiche al Regolamento edilizio comunale”. Tra gli aspetti più importanti si rilevano:
– La semplificazione dei procedimenti nelle forme e nei contenuti, come la procedura semplificata concordata con la Soprintendenza per le sanatorie degli edifici, che sono stati assoggettati al vincolo paesaggistico solo dopo l’approvazione del POC, e la riduzione della casistica delle sanatorie, individuando le fattispecie di difformità che non prevedono la sanatoria stessa.
– L’efficientamento energetico, ovvero la possibilità di realizzare i cappotti sulle pubbliche vie, elemento importante per accedere alle agevolazioni legate all’Ecobonus
– Per le strutture temporanee la proroga per l’entrata in vigore dell’obbligo di adeguarsi delle strutture esistenti e alcune correzioni che consentono una più chiara lettura e l’estensione all’area artigianale delle strutture temporanee. Sono infatti ammesse strutture temporanee stagionali o temporanee legate al periodo di attività a servizio di attività commerciali (ad esclusione del commerciale all’ingrosso), di somministrazione alimenti-bevande, turistico-ricettive e artigianali.
– Per il decoro si prevede che il Consiglio Comunale, nello svolgimento della propria attività di definizione del migliore assetto urbanistico del territorio, nei casi di accertato stato di abbandono o incuria in cui l’interzia del privato si protragga per oltre 5 anni e l’intervento del Comune sia troppo oneroso, possa attribuire a tali beni una destinazione pubblica, o di interesse generale, assumendo gli atti previsti dalla legislazione nazionale e regionale vigente.

“Siamo molto soddisfatti – spiega l’assessore alla Programmazione del Territorio, Vincenzo Brogi – per l’approvazione delle modifiche al Regolamento edilizio che lo adeguano alle linee di innovazione, digitalizzazione e semplificazione previste dalle normative nazionali e regionali, per le misure di contrasto al degrado urbano e per le indicazioni che agevolano la presentazione delle pratiche per l’efficientamento energetico. Inoltre particolare attenzione è stata posta alle attività produttive artigianali, con la possibilità di installare strutture temporanee. Considerata la situazione di grave crisi economica e sociale legata alla pandemia, è stato anche prorogato il termine dell’obbligo di adeguarsi al Regolmento per coloro che già hanno una struttura temporanea o dehors”.

Lascia un commento