Comune di Livorno: un po’ di chiarimenti dell’assessore Viola Ferroni su scadenze e pagamenti di TARi e TOSAP

SCADENZA TARI /  Occorre fare chiarezza in merito al pagamento della TARI (tassa sui rifiuti) emessa dall’Amministrazione comunale di Livorno e relativa al 2020. La seconda rata dell’acconto Tari è in scadenza e il versamento va fatto entro lunedì 16 novembre 2020 utilizzando i modelli F24 a suo tempo recapitati. http://www.comune.livorno.it/articolo/entro-lunedi-16-novembre-versamento-della-seconda-rata-tari

L’assessora al bilancio Viola Ferroni spiega che “I recenti dettami normativi chiariscono che devono essere previste agevolazioni in favore delle utenze non domestiche sottoposte a misure di chiusura nell’arco dell’anno 2020, a causa dell’emergenza epidemiologica. Noi siamo pienamente in linea, tant’è che non è stata fatturata la parte variabile della tariffa a queste tipologie di utenza, e lo abbiamo fatto in tempi non sospetti di fatto anticipando la normativa stessa ed intuendone l’orientamento – prosegue l’Assessora – Il legislatore oggi, sancendo questo principio, di fatto raccomanda a quelle amministrazioni che non avessero applicato misure agevolative di agire sulle rate a scadere, ma questa indicazione non coinvolge il comune di Livorno che lo aveva già, a suo tempo e con largo anticipo, previsto. Pertanto confermiamo la validità delle rate a scadere per le fatture tari 2020”.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

TOSAP / Entro il 30 novembre 2020 deve essere pagata la tassa sull’occupazione di suolo pubblico permanente. Le attività di somministrazione sono esonerate dalla Tosap per tutto il 2020. Per quanto riguarda invece gli ambulanti, l’Amministrazione comunale di Livorno aveva invitato questa categoria a sospendere i pagamenti in attesa di comunicazioni in merito.

“L’Amministrazione aveva già disposto nel mese di maggio l’annullamento della tosap temporanea e permanente – spiega meglio l’assessora al bilancio Viola Ferroni – in estensione rispetto a quanto previsto dai Decreti in materia di ristori, per le occupazioni di suolo pubblico legate agli esercizi di somministrazione, sia su suolo pubblico che su stalli blu.

Restava da definire la parte relativa alle occupazioni temporanee del commercio ambulante, non ancora totalmente disciplinato dalla normativa ed inizialmente beneficiario di un esonero di due mesi, poi esteso ad oltre sette”.

Per questo la giunta, su proposta dell’assessore Ferroni, ha deciso di rinviare il termine di pagamento al 28 febbraio 2021, in attesa di un quadro normativo più certo e della definizione dei provvedimenti che interverranno di qui a fine anno. A quel momento sarà possibile avere un quadro certo ed emettere la bollettazione definitiva a consuntivo. Per coloro che avessero già pagato cifre che a consuntivo saranno valutate superiori al dovuto, saranno disposti i rimborsi.

 

Lascia un commento