Comune di Livorno, fino al 30 settembre vietato l’uso dell’acqua potabile per innaffiare e per altri scopi diversi da quelli igienico-sanitari

Livorno

A partire fino a mercoledì 30 settembre 2020 sarà vietato, su tutto il territorio comunale di Livorno, utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici. Lo stabilisce l’ordinanza n.261 firmata dal sindaco Luca Salvetti.

Per tutto il periodo estivo non si potrà fare uso dell’acqua potabile, né per innaffiare parchi, giardini, orti né, ad esempio per riempire piscine. Questo per tutelare le riserve idropotabili a disposizione della città.

Per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative da € 25 a € 500.

 

Lascia un commento