bambini

“Come Leonardo”, il festival Firenze dei Bambini s’ispira al genio di Vinci. Tanti eventi in giro per la città (fino al gran finale di domenica 14 aprile) e una “notte al museo”

Da non perdere, Firenze

E’ cominciato venerdì 12 aprile con il volo degli aerei di carta, sui quali sono state scritte tante poesie, alla basilica di San Miniato al Monte, il festival “Firenze dei Bambini” dedicato al genio di Vinci, visto dalla prospettiva dei più piccoli.

Per tutto il fine settimana, il festival prosegue seguendo la tematica “Come Leonardo” con oltre 100 attività gratuite disseminate in tutta Firenze. Dieci luoghi coinvolti, noti e da riscoprire, in centro e non solo: Palazzo Vecchio, il Complesso di San Firenze, il Cinema La Compagnia, Piazza Santissima Annunziata e l’Istituto Geografico Militare, il Complesso delle Murate, il Giardino e la Biblioteca dell’Orticoltura, la Manifattura Tabacchi, la Biblioteca Thouar e il Complesso delle Leopoldine in piazza Tasso, la Biblioteca delle Oblate. Senza contare i musei e le biblioteche che per il weekend offrono una programmazione straordinaria, tutta a tema Leonardo, e le numerose iniziative sparse per la città. Persino l’Accademia di Belle Arti rende omaggio all’artista per eccellenza con un atelier di disegno no-stop sul paesaggio e sulla figura umana.

In Palazzo Vecchio, come sempre cuore dell’evento: i cortili saranno animati da giochi e attività, con spazio dedicato ai piccolissimi e un insolito “leone leonardiano” (a memoria del fantastico leone realizzato da Leonardo per le grandi feste di corte ma anche dei leoni veri che realmente abitavano il palazzo); in Sala d’Arme un laboratorio per reinterpretare il dipinto più famoso del mondo, la Monnalisa; nel palazzo percorsi e attività centrate sulla mitica Battaglia di Anghiari e sulla grande mostra in corso Leonardo e Firenze. Sabato 13 aprile, alle 18.30, nel Salone dei Cinquecento sarà possibile incontrare Leonardo “in persona”, grazie all’interpretazione di Massimiliano Finazzer Flory. E a pochi metri da Piazza Signoria, in San Firenze, attività tematiche al Museo Zeffirelli e l’installazione teatrale ispirata al Codice da Vinci a cura di TPO. Inoltre 40 ragazzi e i loro accompagnatori (già esaurita la lista delle possibili prenotazioni) dormiranno nella notte fra sabato 13 e domenica 14 nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Una vera e propria “notte al museo”, respirando la storia dei Medici e della città.

Al Cinema La Compagnia grandi proiezioni su Leonardo (fra cui la recente produzione RAI, Leo Da Vinci operazione Monnalisa) e laboratori tematici; in piazza SS. Annunziata spazio ai laboratori al Museo degli Innocenti e all’Istituto Geografico Militare con un focus sull’ingegno di Leonardo: le Forze Armate saranno presenti in piazza – e presso il Giardino dell’Orticoltura – per accogliere i più piccoli, pronte a fargli conoscere il mondo degli uomini e delle donne con le stellette; alle Oblate letture e laboratori tematici negli spazi della biblioteca per bambini e ragazzi e la spettacolare installazione sul volo firmata Studio Azzurro, con numerose attività correlate.

Alle Murate ancora un grande allestimento, ovvero le gru e le macchine da costruzione leonardiane realizzate da ArtesMechanicae, con l’invito a prendere parte a laboratori sull’argomento, giochi e attività nelle piazze, un murales che prenderà vita con il celebre artista Toxic, incontri con grandi pensatori e laboratori con grandi artisti al PAC. Presso il giardino dell’Orticoltura percorsi e attività en plein air a tema natura, flora e fauna, letture animate e iniziative in biblioteca, un giardino delle arance da scoprire, infine l’ormai classico pranzo offerto alle famiglie dalla refezione scolastica nella splendida cornice del Tepidarium, affiancato da numerose proposte sull’alimentazione.

Ancora, la Manifattura Tabacchi si offre come inedita location di attività e laboratori per ogni età e ogni interesse, dalla tecnologia all’arte, dalla scienza al teatro, fino agli spettacoli messi in scena nel cortile. E la mattina di sabato 13 si presentano i futuri nidi che vi avranno sede. La Biblioteca Thouar e le Leopoldine, quell’incredibile angolo di Oltrarno, presenteranno nel chiostro attività, installazioni e spettacoli senza sosta, in biblioteca letture animate, nella sala monumentale l’opera sonora di Francesco Pellegrino e Anita Barghigiani. Per proseguire poi nel resto della città, con la vivace programmazione dei musei, dalle biblioteche, dai teatri e dagli altri luoghi cittadini: a ricordarci che anche dopo questi incredibili tre giorni avremo luoghi nei quali continueremo a trovare un’offerta per le famiglie.

La chiusura del festival sarà domenica 14 aprile alle ore 17.00 nel Salone dei Cinquecento con l’invito ad unirsi al coro “da record”, grazie a Venti Lucenti

Tutti gli eventi sono gratuiti. Il programma completo su www.firenzebambini.it

 

Lascia un commento