“In chiave di vino”, a Pontassieve merenda-degustazione con sottofondo di Vivaldi, Bach, Offenbach e Piaf

In cantina e in cucina

Sarà “in Chiave di Vino” la merenda-degustazione che si svolgerà domenica 15 ottobre  2017 alle ore 16,30 a Pontassieve, presso la Tenuta Bossi, storica azienda agricola oltreché una preziosità architettonica del territorio che i Marchesi Gondi – antica dinastia di banchieri, commercianti, mecenati, produttori di vino da oltre cinque secoli – possiede dal 1592. Immersi tra le vigne sulle colline di Chianti Rufina – zona famosa per la produzione del vino fin dal Rinascimento- e affacciati sul più classico e amato panorama toscano -dove la vocazione enologica ne ha forgiato la storia e ne forgerà il futuro – è questa un’originale occasione per gustare e degustare sapori e i saperi delle nostre eccellenze.

L’iniziativa, dedicata per l’occasione ad una raccolta fondi a favore di ATT, rappresenta una nuova tappa del circuito “Chiave di Vino: ascoltare il Vino degustando la Musica”, un percorso di concerti dedicati al Vino –da sempre per noi simbolo di identità e di valori– realizzati sul territorio in contesti caratteristici. Né un semplice concerto, né una degustazione vini, Chiave di Vino è un momento di ascolto-degustazione in cui Musica e Vino si raccontano vicendevolmente con un linguaggio fatto di arte e di emozioni: la Musica, con le sue armonie capaci di esaltare profumi e aromi dei vini; i Vini, con le loro note fruttate capaci di trasmettere sensazioni emotive tradotte poi in note musicali.

Sarà un pomeriggio all’insegna delle emozioni, con un programma musicale ricco e variegato per apprezzare un sassofono e una fisarmonica, arricchiti in alcuni brani dalla voce di un soprano, che raccontano il vino nelle sue note ascendenti e discendenti di gusti fruttati e sentori speziati, per spiegare quale connubio unisce i toni aggressivi e poi subitaneamente dolci e gioiosi delle canzoni di Edith Piaf alle leggere note vegetali che terminano con una gradevole mineralità dell’intenso Sassobianco; come si adattano i ritmi classici delle note di Vivaldi a descrivere il gusto morbido e pieno del Chianti Rufina Docg San Giuliano; come le armonie dei fraseggi di Bach possano dare voce al gusto morbido ed elegante di Pian dei Sorbi un Docg dal colore rosso rubino pieno dai leggeri riverberi violacei; come gli sconfinati orizzonti dischiusi dalla celeberrima “Somewhere over the rainbow” rapprsentino la dimensione di Ser Amerigo, un rosso Igt dal gusto intenso che si apre nel bicchiere con nuance di cuoio e tabacco dolce.

A introdurre la serata sarà il Marchese Gondi che racconterà la storia della suoi antenati, banchieri a Lione, dove si aprirono le porte a scambi commerciali e culturali con la Francia. Una dinastia che ha però sempre mantenuto le proprie radici sul suo territorio, contribuendo ad arricchirlo e consolidarlo in tutte le sue potenzialità e risorse paesaggistiche, produttive, imprenditoriali avendo sempre in animo di valorizzare la tradizione pur sempre con un occhio attento alla modernità e all’innovazione.

Un saluto del dottor Spinelli, presidente di ATT, sarà l’occasione per ricordare chi è e cosa fa l’Associazione ATT, una realtà preziosa e ammirevole che tanto si prodiga per dare assistenza e cure alle persone bisognose.

La musica sarà affidata a due giovani musicisti del Conservatorio Cherubini di Firenze. La serata si concluderà con una visita riservata alle cantine storiche della Tenuta.

L’evento è stato realizzato con il Patrocinio del Comune di Pontassieve – che ha reso Chiave di Vino una manifestazione di rilievo per il territorio – e con il Conservatorio Cherubini – che ha accettato di far suonare il Vino ai suoi studenti nella convinzione di dare loro una nuova e interessante occasione dvi visibilità e di esperienza. Il biglietto di ingresso è a offerta libera, a partire da € 15. L’importo sarà completamente devoluto a favore di ATT

“Tenuta Bossi” e “Chiave di Vino, ascoltare il vino degustando la musica”
Pontassieve, Museo di Arte Contadina , domenica 15 ottobre 2017 ore 16,30

J.OFFENBACH «Ah quel diner!» da “La Pèrichole”
E. PIAF «La vie en Rose », « No, je ne regrette rien »
N. CHEDEVILLE/A.VIVALDI Sonata n.6 dal ciclo «Il pastor fido”
J.S. BACH – dalla Sonata n.3 «adagio ma non troppo»
H.ARLEN/E.Y. HARBURG «Somewhere over the rainbow»
Sassofono : Simone BRUSONI
Fisarmonica : Antonio ZAPPAVIGNA
Soprano : Sabrina Guidotti

SASSOBIANCO 2016 – Colli dell’Etruria Centrale Doc
SAN GIULIANO 2015– Chianti Rufina Docg
PIAN DEI SORBI 2013 – Chianti Rufina Riserva Docg
SER AMERIGO 2009 – Colli della Toscana Centrale Igt,

 

Lascia un commento