termeCORALLO

Cento anni dalla morte di Modigliani, 24 gennaio 2010: ecco il progetto del video-mapping sonoro (12 minuti) alle Terme del Corallo di Livorno

Focus, Livorno

Gli edifici storici delle Terme del Corallo, il 24 gennaio, giornata in cui ricorre il centenario della scomparsa di Amedeo Modigliani ed il giorno successivo 25 gennaio, si trasformeranno in una quinta architettonica , rivivendo grazie ad un suggestivo gioco di luci, video-mapping e musica a cura di Reset e Immersiva Srl. Protagoniste dell’evento le opere di Modigliani che saranno proiettate sulle pareti delle antiche strutture. mL’evento è patrocinato dal Comune di Livorno. (Sopra il titolo: immagine storica delle Terme del Corallo a Livorno).

“Questa città, quando si pone nell’ottica di lavorare e regalarsi qualcosa di bello, riesce ad ottenere sempre il massimo” ha affermato il sindaco Luca Salvetti nel commentare l’evento alle Terme del Corallo “Questo vale per ogni situazione, anche per la visita di Mattarella, che è stata un evento per tutti (al di là del credo politico). Relativamente alle Terme del Corallo il lavoro di recupero e valorizzazione è iniziato anni fa, è stato graduale, ma produttivo. Ringrazio anche l’associazione Reset per questo. Sono stati uniti interventi dell’Amministrazione passata a quella in corso con i nostri uffici. Anche l’aspetto della solidarietà ha avuto un ruolo importante. Sto pensando” ha proseguito il Sindaco” ai detenuti che da diversi mesi provvedono alla manutenzione del parco delle Terme. Immersiva, un importante progetto per la valorizzazione della città, trova anticipazione in questo spettacolo di due giorni. L’evento del 24 e 25 gennaio è il manifesto di come bisogna muoversi in questa città”.

  • Per favorire il libero afflusso degli spettatori, il tratto di Via Orosi – Piazza Dante, prospicente le Terme del Corallo, ed il cavalcaferrovia su Via degli Acquedotti saranno interdetti alla circolazione veicolare. La chiusura al traffico è prevista, in entrambe le giornate dell’evento, dalle 20:00 alle 01:00. Per tutta la durata dello spettacolo, l’accesso al cavalcaferrovia sarà riservato esclusivamente ai pedoni, consentendo una piena visione delle proiezioni.

Il corretto svolgimento della manifestazione sarà garantito dalla Polizia Municipale e da tutti i volontari di Reset e delle altre associazioni che si sono rese disponibili a collaborare, oltre al gruppo di detenuti della Casa Circondariale Le Sughere di Livorno che, da diversi mesi, ogni domenica e festivi provvedono alla manutenzione del parco delle Terme del Corallo.

  • Il cavalcaferrovia si trasformerà in una platea, attraverso la quale gli spettatori vedranno il suggestivo spettacolo proiettato sull’edificio principale delle Terme del Corallo. Le strutture laterali saranno illuminate già dalla serata. Alle 20,45 partirà il video mapping con sonoro che avrà la durata di 12 minuti. Sarà seguito da giochi di luci e da quattro video diversi accompagnati da musica. Lo spettacolo in loop, si ripeterà ogni mezz’ora. La prima parte dello spettacolo vedrà protagoniste le terme e la seconda parte le opere di Modigliani.

“Il 24 e 25 alle Terme del Corallo vedremo una cosa straordinaria. La potenza di fuoco dei proiettori è eccezionale” ha dichiarato l’assessore alla cultura Simone Lenzi. “L’evento è la somma di due cose belle: le Terme del Corallo che sono un vero e proprio gioiello architettonico e le opere di Modigliani proiettate sulle strutture Liberty. E’ una manifestazione grandiosa, quella del 24 e 25, che serve per ricordare una ricorrenza importante per la città. Non mi stancherò mai di ripetere” ha aggiunto l’assessore Lenzi “ che fino ad ora abbiamo pensato che Modigliani fosse livornese per caso ed invece il grande artista era la quintessenza del livornese”.

Come previsto dal patto di collaborazione, tutti gli eventi organizzati da Reset alle Terme del Corallo hanno come finalità una raccolta fondi da destinare al Comune per finanziare ulteriori lavori di recupero delle Terme; anche in questo caso saranno raccolte piccole donazioni volontarie per incrementare tale importo.

“L’evento” come ha spiegato Giuseppe Pera, presidente di Reset “costato migliaia di euro, è stato reso possibile grazie ai molti sponsor che hanno sostenuto le ingenti spese dell’evento”.

Lascia un commento