Cecina, incendio danneggia un magazzino di stoccaggio rifiuti. L’intervento dei vigili del fuoco. Il sindaco Lippi: lasciare chiuse porte e finestre nel raggio di un chilometro

Alle una e 30 della notte fra martedì 9 e mercoledì 10 febbraio 2021 si è sviluppato un incendio all’interno del magazzino di stoccaggio dei rifiuti in via Pasubio a Cecina che ha provocato una notevole colonna di fumo.

Da subito sono intervenuti i vigili del fuoco. A seguito anche di un sopralluogo dei funzionari della Usl e dell’Arpat l’invito del sindaco Samuele Lippi alla popolazione, soprattutto a coloro che vivono nel raggio di un km da via Pasubio, è quello di lasciare chiuse le porte e le finestre compresi gli impianti di areazione forzata come condizionatori ed impianti di aria condizionata, di non consumare ortaggi coltivati per uso domestico e di limitare le attività all’aperto fino al protarsi dello stato fumoso.

La situazione si sta comunque normalizzando. Così come comunicato anche da Rea, il centro di raccolta comunale attiguo allo stesso impianto rimarrà chiuso al pubblico fino a nuova comunicazione

“Fortunatamente, l’intervento tempestivo ha impedito che l’incendio si propagasse anche alle altre sezioni del capannone – di proprietà Scapigliato Srl – dove sono stoccati rifiuti di carattere diverso come i RAEE, carta e cartone, ecc.. L’incendio ha interessato il cumulo dei rifiuti ingombranti di derivazione urbana, sia parzialmente lavorati che in attesa di lavorazione, finalizzata al recupero e allo smaltimento.  Non c’è stato nessun danno alle persone – si legge in una nota di Scapigliato Srl –  ma certamente alle attrezzature e presumibilmente alle strutture, la cui agibilità dovrà essere verificata al momento dello spegnimento definitivo dell’incendio. Oltre ai Vigili del Fuoco e al nostro personale già presente all’inizio dell’evento, sono intervenuti nella prima mattina i tecnici dell’Arpat, dell’Asl, della Municipale e della Protezione Civile, che hanno presidiato opportunamente la situazione, assumendo i provvedimenti precauzionali a tutela della salute pubblica.  Sono in corso le valutazioni e le indagini relative alle cause dell’incendio, che ancora non sono note. Si comunica, pertanto, che tutti i servizi connessi alle attività svolte all’interno della struttura e, cioè, il conferimento da parte di privati e Rea Spa delle varie tipologie di rifiuti, sono sospese fino a data da definire”. 

 

Lascia un commento