C’È DA SALVARE. Protocollo fra Comune di Livorno e Congregazione Olandese Alemanna per un intervento urgente nella chiesa neogotica degli Olandesi

E’ stato approvato dalla Giunta comunale di Livorno un protocollo di intesa che prelude a una convenzione tra il Comune e la Congregazione Olandese Alemanna allo scopo di realizzare interventi urgenti alla Chiesa degli Olandesi, situata sugli omonimi Scali nei pressi di piazza Cavour. 

Il protocollo, che nei giorni scorsi ha avuto il via libera della Giunta, prevede lavori per la messa in sicurezza di una delle capriate del gioiello neogotico che sorge lungo il Fosso Reale. A tale scopo l’Amministrazione comunale trasferirà alla Congregazione 16.500 euro, la somma necessaria per realizzare l’intervento urgente.

Per il  Comune, infatti, vi è interesse a intraprendere azioni a sostegno dell’edificio monumentale, vera e propria testimonianze del clima interculturale che si era creato nella nostra città grazie alle Leggi Livornine emanate dal Granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici tra il 1591 ed il 1593.Da parte sua la Congregazione, una volta messo in sicurezza il tempio protestante, si impegna a permetterne la visita, a titolo gratuito, nell’ambito di iniziative sul piano culturale. A rappresentare la necessità di un sostegno economico urgente per un intervento strutturale al luogo di culto, costruito nel 1861 per volere della comunità olandese e tedesca, è stata la stessa Congregazione tramite il suo presidente Ennio Weatherford.
Weatherford ha richiesto nelle settimane scorse al Comune un aiuto per intervenire sulla seconda capriata al fine di evitare un possibile crollo, problematica emersa durante i lavori per l’abbattimento del controsoffitto.
Negli anni il Comune di Livorno si era già interessato all’edificio, mettendo a disposizione del tempio nel 2013 circa 80mila euro e successivamente supportando la campagna FAI i Luoghi del Cuore che ha destinato alla Chiesa degli Olandesi altri 25mila euro.
—–

Lascia un commento