“Cavalleria rusticana” a Cascina (dirige Menicagli) e a Capannori “Bohème in Jazz” secondo Arrighini. A Firenze “La scuola de’ gelosi” di Salieri

Concerti e Lirica

Due appuntamenti con Pietro Mascagni e Giacomo Puccini. Le musiche del primo saranno in scena con il capolavoro “Cavalleria rusticana” alla Città del teatro di Cascina mentre quelle del secondo, a Capannori, verranno rivisitate in maniera inedita in chiave jazz. Mentre al Teatro Goldoni di Firenze, nell’ambito della stagione del Maggio Musicale, da domenica va in scena l’opera buffa di Salieri “La scuola de’ gelosi”.

BOHÈME IN JAZZ

Riccardo Arrighini, pianista viareggino (nella foto sopra il titolo) forte di 10 anni di esperienza sulla rivisitazione delle arie d’opera in chiave jazz con tour sia in Italia che all’estero, si propone con un progetto quantomai ardito: la “Bohème in jazz”. L’intera opera di Giacomo Puccini in una veste nuova ed originale in cui le mani del pianista producono un “mix” tra la melodia del Maestro e le armonie più jazzistiche, i ritmi afroamericani e le improvvisazioni virtuosistiche.

Lo spettacolo musicale sarà in scena venerdì 17 marzo 2017 alle ore 21.15 al teatro Artè in via Carlo Piaggia a Capannori nell’ambito della stagione artistica 2017 promossa dal Comune sotto la direzione artistica e l’organizzazione di Battista Ceragioli Management. Si tratta di un lavoro pianistico basto sulla rilettura in chiave jazz di tutta la struttura di base del capolavoro pucciniano, in cui spiccano arie quali “Che gelida manina”, “Sì, mi chiamano Mimì”, “O soave fanciulla”, “O Mimì tu più non torni”, “Quando m’en vò”, “Sono andati? fingevo di dormire”, tra le più famose ed eseguite in tutto il mondo.

Con Arrighini ci sarà l’attore Iacopo Vettori, anch’egli di Viareggio, ex-allievo della “Bottega Teatrale” di Vittorio Gassman, specializzato nella declamazione della Divina Commedia che lo ha portato sui maggiori palcoscenici italiani. Qua interpreta e racconta l’opera, ne illustra i personaggi e la storia dei “bohémien”, il tutto con monologhi tratti sia da un adattamento del libretto di Illico e Giacosa sia dal libro “La vita della Bohème” di Henri Murger.

Il biglietto d’ingresso costa 10 euro intero, 8 euro ridotto. Per informazioni e biglietteria tel 393 8288774, teatrocapannori@gmail.com

CAVALLERIA RUSTICANA A CASCINA

La rappresentazione del famoso titolo di Mascagni è in agenda a Cascina, Città del teatro, per sabato 18 marzo 2017 alle ore 21 (nella foto a destra particolare del manifesto).

La rappresentazione dell’opera vedrà sul podio Mario Menicagli che dirigerà l’Orchestra Modigliani e la Corale Pisana. L’atto unico che il compositore livornese scrisse su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, è già stato diretto da Menicagli in varie occasioni. L’allestimento in scena alla Città del teatro vede la regia di Maria Cristina Osti ed è realizzato in collaborazione con Acam (Associazione cascinese amici della musica). Nel ruolo di Santuzza ci sarà Rosa Pérez Suarez, Turiddu è Gianni Mongiardino, Alfio ha la voce di Carlo Marini, Lola è Maria Salvini, Mamma Lucia  è Diana Turtoi. 

Info biglietti: prevendite alla Città del teatro e della cultura di Cascina, dal martedì al venerdì, dalle 10.30 alle 12.30, mercoledì e venerdì dalle 17 alle19 (info: biglietteria@lacittadelteatro.it, cell. 345 8212494). Prevendite esterne: circuito boxoffice. Online www.boxol.it

AL TEATRO GOLDONI DI FIRENZE IN SCENA “LA SCUOLA DE’ GELOSI” DI SALIERI

Rappresentata per la prima volta al Teatro San Moisé di Venezia nel 1778, quest’opera comica (in due atti, due foto di scena a sinistra e sopra il titolo, dal sito del Maggio Musicale) ottenne subito un grande successo e si diffuse rapidamente in tutta Europa. A Firenze arriva da domenica 19 marzo 2017 al teatro Goldoni di via Santa Maria.

 Il libretto di Caterino Mazzolà venne revisionato nel 1783 da Lorenzo Da Ponte per una seconda versione che andò in scena al Burgtheater di Vienna. La vicenda di “La scuola de’ gelosi”, al di là delle consuete, divertenti schermaglie amorose tra i protagonisti tipiche del melodramma giocoso, è interessante perché coinvolge personaggi di diversa estrazione sociale – aristocratici, borghesi e servitori, anticipando situazioni drammaturgiche che ritroveremo nella trilogia Mozart-Da Ponte.

Nuovo Allestimento in coproduzione con il Teatro Pergolesi di Jesi, Teatro Salieri di Legnago, Teatro Marrucino di Chieti. In collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino

Direttore Giovanni Battista Rigon, regia di Italo Nunziata. Scene di Andrea Belli, costumi di Valeria Donata Bettella. Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Personaggi e interpreti: 
Conte Bandiera – Patrick Kabongo Mubenga

Contessa Bandiera – Francesca Longari

Blasio – Benjamin Cho

Ernestina – Eleonora Bellocci

Lumaca – Qianming Dou

Carlotta – Ana Victoria Pitts

Il Tenente – Manuel Amati

IN SCENA – 19 marzo 2017, ore 16.30 / 21 marzo ore 20 / 23 marzo ore 10 / 25 marzo ore 16.30.

PREZZI – posto unico 20 euro.

DOVE – Teatro Goldoni – Via Santa Maria, 15 / Firenze.

GUIDE ALL’ASCOLTO – Teatro Goldoni  19, 25 marzo, ore 15.45 / 21 marzo, ore 19.15.

Lascia un commento