sognambula_2017_locandinawebi-717×1024

A Castagneto Carducci tre sere con “Sognambula”. Filo conduttore la leggerezza e una frase di Italo Calvino

Livorno, Teatro e Danza

“A tutti è capitato, almeno una volta, di sognare di volare; si dice anzi, che sia tra i sogni più comuni e ricorrenti dell’essere umano. Abbiamo così tanta necessità di Leggerezza che i nostri stessi sogni si fanno messaggeri dei bisogni ed ecco: il volo onirico. Quest’anno, Sognambula porta con sè il messaggio della Leggerezza e il suo simbolo è la Piuma. È pertanto all’insegna della possibile e ragionevole esigenza di un quotidiano più Leggero, che la terza edizione di Sognambula si realizza sotto i nostri occhi, auspicando e invitando ogni spettatore/sognatore alla creazione di esistenze profondamente leggere”, scrive Patrizia Bestini sul sito Internet nell’introduzione all’edizione 2017 di Sognambula che va in scena a Castagneto Carducci da venerdì 25 a domenica 27 agosto 2017. Un’edizione per la quale, scrive ancora la regista (l’organizzazione è di Mondoamabile, direttore artistico Gianni Amabile), “Vorremmo che le nostre piume, insieme ai nostri artisti, fossero gli Angeli, i Messaggeri e gli Spiriti della Leggerezza che indicano la via… capaci di sospingere tutti noi delicatamente oltre la coltre delle stanche abitudini, nel segno di un quotidiano lieve, delicato e gentile”.

E poi una frase di Italo Calvino, ispiratrice di questi tre giorni del teatro di strada nel borgo castagneto: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.

Il festival, come accennato, si snoda per tre giorni, sempre a partire dalle ore 21 (fino alle una). Ingresso 8 euro, ridotto per i bambini. E tutte le sere spettacoli che ruotano attorno al tema della leggerezza, messi in scena da oltre cinquanta artisti. www.sognambula.it

Lascia un commento