Cantiere Internazionale d’Arte a Montepulciano: musica da Broadway e altri concerti (compreso il jazz). Tutto il programma di domenica 14 luglio

Da non perdere, Siena

Stefania Morselli, Alberto Negroni e Annalisa De Santis saranno i protagonisti domenica 14 luglio 2019 per la terza giornata del 44° Cantiere Internazionale d’Arte in occasione del concerto nel Cortile della Fortezza di Montepulciano (ore 21.30 – via San Donato). La serata si apre con il duetto tra Verena Gunz (foto sopra il titolo) e Andreas Teufel nel salone di Palazzo Ricci con una selezione di brani indimenticabili da Broadway, tra fascinazioni hollywoodiane della metà del secolo scorso, liriche di Berthold Brecht e poesie di Walt Whitman (ore 18 – via Ricci, 9). Al Museo Archeologico di Cetona, invece, va in scena il grande jazz con il 16To18 Quartet (ore 21.30 – via Roma, 37).

Si parte alle 18 nel salone di Palazzo Ricci con Cabaret Songs, un viaggio nella musica popolare del secolo scorso, per esplorare la contrapposizione tra musical, cabaret e la follia disumanizzante della Seconda Guerra Mondiale, toccata attraverso le liriche di Brecht e Whitman. Il mezzosoprano Verena Gunz con Andreas Teufel al pianoforte eseguiranno brani da Brettl Lieder di Arnold Schöneberg, da Hollywooder Liederbuch di Hans Eisler su versi di Berthold Brecht, da Four Walt Whitman songs di Kurt Weill e da Follies di Stephen Sondheim.

MorselliNegroniDe Santis

Alle 21.30, spazio alla musica da camera, per un pregiato concerto nel Cortile della Fortezza. Un trio (foto a lato) composto da solisti insigni quali la flautista Stefania Morselli che ha collaborato con le principali orchestre italiane, Alberto Negroni (oboe) e Annalisa De Santis, che con la sua arpa ha accompagnato stelle della musica italiana come Patty Pravo e Briga nell’ultima edizione del Festival di Sanremo, si cimenterà con un repertorio insolito: dal Trio op. 94 per flauto, oboe e arpa di Pierre Vellones alla Sonatensatz op. 49 di Hanns Eisler. E ancora, Tre pezzi per flauto, oboe e arpa di Lino Liviabella, una bucolica Danza della capra di Arthur Honegger, il lirismo di Pièce brève per flauto, oboe e arpa di Frank Martin, per chiudere con la Petite Suite per due strumenti e arpa, sempre di Honegger.

In contemporanea, sempre alle 21.30, al Museo Archeologico di Cetona i giovani 16To18 Quartet Eros Terzuoli (sax tenore), Stefano Boggiani (chitarra elettrica), Franco Fabbrini (basso elettrico) e Alessio Crespi (batteria) interpreteranno What we love, un tributo alla grande storia del jazz con una ricercata selezione che si muove tra Joe Henderson e John Coltrane, da Bill Evans fino a Thelonious Monk. Completano la proposta, alcuni brani inediti del quartetto.

Il Cantiere prosegue fino al 28 luglio 2019, con 47 eventi in otto comuni tra Montepulciano e la Valdichiana. La manifestazione è sostenuta da MiBAC, Regione Toscana, Comune di Montepulciano e Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

 

Lascia un commento