Caffè Letterario Le Murate: tutti gli eventi fino al 29 settembre. Si comincia mercoledì 16 con “È la storia, bellezza!”, presentazione del numero in uscita di Limes

Firenze, Libri & Fumetti

Per tutto settembre e oltre, presso il Caffè Letterario Le Murate (Piazza delle Murate 1, Firenze; ingresso libero) si potrà fruire, oltre del consueto servizio bar e ristorante, di una programmazione regolare di eventi tardo-pomeridiani e serali all’aperto: presentazioni di libri, concerti, spettacoli di danza.

Tutto a ingresso libero, nel rispetto della normativa anti-covid: raggiunta la capienza massima consentita, non si potrà entrare finché qualcuno non sarà definitivamente uscito (ingressi contingentati); per questo è consigliabile prenotare allo 055 234 6872.

Mercoledì 16 settembre alle 18.30 «È la storia, bellezza!”. Le potenze riscrivono le narrazioni per compattare il fronte interno in vista della prossima resa dei conti». Presentazione del numero in uscita di Limes, rivista italiana di geopolitica. Presenta il numero Dario Fabbri, redattore, consigliere scientifico e coordinatore America di Limes, insieme al Limes Club Firenze.

Giovedì 17 settembre ore 18.30 Presentazione de L’occhio del diavolo di Franco Marucci ore 21.30 concerto di Barrio Porteño. Gigi Cardigliano: voce e chitarra, Modestino Musico: fisarmonica, Gabriele Pozzolini: percussioni, Michele Staino: contrabbasso. La poesia di Violeta Parra e Atahualpa Yupanqui, il calore di Cumpay Segundo, l’energia di Juan Manuel Serrat e Carlos Càceres, in un vortice latinoamericano che passa dal candombe alla rumba, dal son alla milonga.

Venerdì 18 settembre Le danze di Gea. Gaia Scuderi: danza espressiva araba; Duccio Rangoni: tastiera. Uno spettacolo di danza e musica che nasce dall’idea dell’abbattimento dei confini in favore dell’unione delle arti e delle culture. La tecnica di danza denominata danza espressiva araba è un’unione fra più generi quali la danza araba, la danza contemporanea e il flamenco; la parte musicale, attraverso le note del pianoforte, si sposta da brani di autori spagnoli, cubani, arabi e inediti, il tutto in un fluire organico e di forte impatto emotivo. Lo spettacolo avrà la durata di circa 60 minuti. Ogni performance danzata avrà un cambio di costume.

Sabato 19 settembre ore 21.30 Hoodoo Farmers, trio musicale formato da William Cavalzani, Giacomo Ballerini ed Alessandro Gerini. Attivi da anni sulla scena live fiorentina, hanno deciso di rimescolare a 360° le loro attitudini musicali creando un progetto dalle influenze country blues intrecciando le loro 3 voci ed accompagnandosi con chitarre, cajon ed armonica. Il risultato è un mix di influenze roots caratterizzato fortemente dalle armonizzazioni vocali.

Martedì 22 settembre Film Supercult: Pulp Fiction.

Mercoledì 23 settembre ore 18.30 WikiPedro presenta Non sei mai stato a Firenze se… 4 passeggiate fuori dai soliti giri turistici. Una guida pratica, piena di storie, aneddoti e chicche di un autore classe 1992, Pietro Resta alias Wikipedro, blogger e influencer che spopola su Facebook per i suoi video-guida alle bellezze di Firenze e della Toscana.

Giovedì 24 settembre ore 18.30 presentazione del nuovo numero di «Micromega» a cura di Cinzia Sciuto; ore 21.30 concerto dei Willotree. Vieri Sturlini: chitarra classica, Lorenzo Consigli: basso elettrico ed effetti, Riccardo Cardazzo: batterie. Un trio acustico fiorentino-mugellano con un repertorio che spazia da standard della tradizione jazz al pop d’autore fino a mash-up di brani che coprono un arco di oltre cinquant’anni, il tutto lasciando grande spazio per l’improvvisazione

Venerdì 25 settembre ore 21.30 ci sono gli Acustica in concerto con lo spettacolo “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano”. Massimo Duino: mandolino, Luca Bersaglieri: chitarra, Marco Massari: percussioni, Vincenzo Arvia: organetto diatonico. Un viaggio acustico ancestrale nell’immaginario musicale lucano: il paesaggio sonoro di comunità rurali “in via di estinzione” in cui, attraverso la musica, si celebra “il mito dell’oltre”. Le varietà timbriche e armoniche della musica lucana regalano atmosfere semplici e complesse allo stesso tempo, storicizzando presenti liquidi, ed umanizzando luoghi dell’essere.

Sabato 26 settembre ore 21.30 Femina Ridens: Francesca Messina e Massimiliano Lo Sardo, con la collaborazione di Nicola Savelli alle percussioni, presenteranno alcuni brani in anteprima del loro terzo album in uscita nel prossimo autunno per Radici Music Records. Il live è liberamente ispirato alla musica profana medievale: canzoni trobadoriche, virelai, ballate trecentesche e canti goliardici scritti tra il X e il XIV secolo. Come scriveva Gustav Mahler “la tradizione è la salvaguardia del fuoco, non adorazione della cenere.” La chiave di questo excursus non è quindi filologica, bensì visionaria e animata da ritmiche marziali, armonie vorticose e chitarre indiavolate che aprono nuovi orizzonti psichedelici.

Martedì 29 settembre da definire

Mercoledì 30 settembre ore 18.30 Presentazione: il nuovo libro del prof. De Sanctis con Fondazione Luigi Einaudi. Ore 21.30 si ascolta il cantautore Riccardo Azzurri, che esegue il suo ultimo CD «Canto popolare» accompagnato da Marta Martini, ballerina del Florence Dance Academy che danzerà alcuni suoi brani.

 

 

Lascia un commento