Foto presentazione IoNonSprecoAzzurra

“Buttare il cibo è peccato. Dallo a noi!”, lo slogan di Azzurra Onlus che a Pietrasanta distribuisce pacchi alimentari a centinaia di persone in difficoltà

Versilia

“Buttare il cibo è peccato. Dallo a noi!” è questo lo slogan scelto da Azzurra Onlus, l’associazione pietrasantina impegnata da anni nella raccolta e distribuzione dei pacchi alimentari a centinaia di famiglie, che insieme al Comune di Pietrasanta ha lanciato il nuovo servizio “IoNonSpreco”. Nel mirino ci sono la lotta allo spreco alimentare (ciascuno di noi spreca 65kg di cibo anno pro-capite) e alla povertà ed un aiuto concreto a famiglie, sempre più giovani per effetto della mancanza di lavoro stabile, pensionati con assegni minimi e persone che vivono in una situazione di disagio economico.

I destinatari sono privati ma soprattutto ristoranti, alberghi, bar, pasticcerie, centri commerciali, aziende agricole, negozi, mercati che potranno decidere di donare il cibo fresco, cotto o crudo, invenduto o prossimo alla scadenza, – anche nelle piccole quantità avanzate – all’associazione che attraverso la sua rete di volontari si mette disposizione anche per il ritiro a domicilio in caso di impossibilità alla consegna nella sede di Azzurra in via Marconi, 26. Tra pochi giorni, esattamente il 5 febbraio, sarà anche la Giornata Mondiale contro lo spreco. “IoNonSpreco è progetto pilota a livello regionale che non costerà nulla ai cittadini ma che, al contrario, si prefigge l’obiettivo di farli risparmiare evitando che il cibo buono finisca nell’immondizia con un aggravio di costi per il servizio di rifiuti. “Azzurra – ha esordito il sindaco Alberto Stefano Giovannetti presentando insieme all’assessore al sociale, Elisa Bartoli e al presidente dell’associazione, Franco Coluccini il servizio – è protagonista del nostro territorio. Aiuta ogni giorno decine di famiglie facendo, grazie ai volontari, un lavoro colossale. Con questo servizio andiamo a sensibilizzare e stimolare le aziende dicendogli di non buttare il cibo ma di trasformarlo in un valore umano e sociale che va a beneficio di chi ne ha bisogno e della collettività”. “Il progetto che ci ha presentato Franco ci è subito piaciuto. – racconta la Bartoli – Siamo sicuri che ci sono molte aziende e negozi che vorrebbero donare ma che non avendo un interlocutore serio ed organizzato sono scoraggiate. Buttare via il cibo, anche fosse solo poco, è mancanza di rispetto nei confronti di chi, quel boccone, non può permetterselo. Vogliamo aiutare gli altri, chi sta peggio di noi, e noi, intendo noi cittadini, non dobbiamo fare nulla di speciale se non evitare di buttare via il cibo. E’ una sfida che la nostra comunità può vincere”.

L’associazione Azzurra distribuisce oggi 150 pacchi famiglia oltre ad organizzare, tre volte la settimana, i giorni della carità: una sorta di credenza dove chi ha bisogno può trovare pane fresco, latte, pasta, acqua ed altri prodotti alimentari indispensabili. “IoNonSpreco è un progetto ambizioso – ha racconta Coluccini – perché richiede una grande partecipazione e coinvolgimento da parte della comunità e dei volontari che sono la forza di questa associazione. Aiutiamo le persone in difficoltà: e purtroppo sono aumentate in questi anni. Noi vediamo sempre più famiglie giovani che non hanno un lavoro fisso o separate, e sempre più anziani con pensioni minime bussare alla nostra porta. L’inverno è il periodo più duro. In estate ci si arrangia con la stagione ma in inverno…”.

  • Per promuovere e rendere chiaro il servizio e le modalità è stata realizzata anche una guida molto semplice per spiegare chi può aderire, come funziona, i prodotti che possono essere donati ed il servizio di ritiro. Per informazioni e donazioni basta telefonare al 392.7518652.

Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

Lascia un commento