Bonti, Borsò e Pellegrini: un trio jazz per una serata piena di talento

Livorno

Venerdì 6 gennaio 2017 alle ore 20 da Doc a Livorno (via Goldoni, 42) torna “Aperinight con l’Artista!” (aperitivo con buffet, cena ristorante, cocktail bar, e musica) con un concerto dell’Andrea Pellegrini Green Trio dove assieme al pianista e compositore Pellegrini, si esibiscono due giovani talenti del jazz italiano Matteo Bonti contrabbasso, e Pietro Borsò batteria.

Pietro Borsò (foto a sinistra) consegue la laurea triennale al Siena Jazz University nell’aprile 2016 con una tesi sullo studio delle clavi in 12/8 afro-cubane. 
Porta avanti l’attività concertistica con formazioni e musicisti toscani tra cui Surealistas, Libero coro Bonamici(Basso e beatbox), Amanti occasionali (Ilaria Bellucci, Letizia Pieri), Lorenzo Niccolini, Bengala (Sonalastrana), Betta Blues Society, Sinedades, Mattia Donati, Andrea Pellegrini, Mirco Capecchi, Chiara Pellegrini e altri.

Matteo Bonti (classe 1996), bassista e contrabbassista, studia contrabbasso con Nino Pellegrini presso la Scuola di Musica Bonamici di Pisa. Frequenta il corso di basso elettrico, prende il diploma accademico di primo livellopresso la Fondazione Siena Jazz. Suona con vari gruppi di musica jazz, sudamericana, funk, tra cui SuRealistas, Bengala e Sinedades. Suona
 con il pianista e compositore Andrea Pellegrini.

Andrea Pellegrini
 – musicista già al fianco di Paolo Fresu (Cd “Things Left Behind” di
 Claudio Riggio, Symphonia Bluesmiles), Paul Mc Candless (Duo, Progetto 
Sinfonico, Cd “Middle Earth”, Cd “West Coast” con Marco Cattani e West
 Coast Quintet), Bruno Tommaso (duo in “In A Simmenthal Mood”, Cd “Original Sountrack for Charles & Mary”, ecc.) e molti altri. Noto
 docente attivo in campo internazionale in vari settori musicali, è 
autore di composizioni note nel jazz internazionale; commentatore e autore anche in campo editoriale.

 

Lascia un commento