arbore

Bolgheri Festival: tributo ai Pink Floyd. Due tappe toscane per Renzo Arbore (con l’Orchestra Italiana): il 19 a Forte dei Marmi e il 20 sul palco di Marina di Castagneto

Dischi & Live, Livorno

Prosegue l’edizione 2017 del Bolgheri Festival presso la MarinaArena di Marina di Castagneto Carducci Donoratico. I prossimi appuntamenti – sabato 19 e domenica 20 agosto 2017 – vedranno salire sul palco sotto le stelle Vittorio De Scalzi e Durga Mc Broom per un tributo ai Pink Floyd (prima data) e Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana (seconda data).

PINK FLOYD TRIBUTE AND THE HISTORY OF ROCK

con Vittorio De Scalzi e Durga Mc Broom – sabato 19 agosto 2017 alle ore 21.30TRIBUTO PINK FLOYD

Per la prima volta in Italia uno spettacolo che ripercorre in due tempi la storia dei grandi successi della band Inglese dei Pink Floyd e l’esecuzione in chiave rivisitata di classici rock mondiali cantati a due voci da interpreti internazionali quali Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dei tour mondiali dal 1987 al 1994) e Vittorio De Scalzi (fondatore e leader dei New Trolls dal 1967). Una band di 10 elementi, la Magic Regoli’s Band fondata da Graziano Regoli, che propone in anteprima alcune composizioni originali 2017 in chiave Rock-Floyd. Uno spettacolo di due ore da non perdere, nell’imponente gioco di luci ed immagini proprio delle atmosfere leggendarie dei Pink Floyd.

RENZO ARBORE L’ORCHESTRA ITALIANA IL TOUR ESTIVO

sabato 19 agosto 2017 alle ore 21.30 / Villa Bertelli – Forte dei Marmi

domenica 20 agosto 2017 alle ore 21.30 / Bolgheri Festival – M. di Castagneto

Renzo Arbore L’Orchestra Italiana: dopo 26 anni di Orchestra Italiana, Arbore ammette di soffrire di recidività “Sono recidivo e ne vado fiero. Sono un italiano, un italiano vero”. Con ironia e delicatezza, Renzo Arbore sa come scatenare il suo pubblico. Lo ha fatto ovunque nel mondo con l’Orchestra Italiana e continua ancora oggi a coinvolgere le generazioni dei padri e quelle dei figli. Tre ore dense di spettacolo, durante le quali lo showman foggiano non si risparmia mai per il suo pubblico.Arbore_Orchestra_ live1

“La scaletta del concerto – spiega Renzo Arbore – coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore”. “Al suono di “Reginella”, ad esempio – aggiunge lo showman – vedo il pubblico (di tutto il mondo) cantare a squarciagola il ritornello di questo celebre brano e, magicamente, farsi trasportare proprio là (a Napoli) nella terra da dove quelle emozioni sono partite”.

Lo showman italiano più conosciuto al mondo gira ininterrottamente con la sua Orchestra, da un’estremità all’altra, dagli Stati Uniti alla Cina, dal Messico al Canada con innumerevoli concerti acclamatissimi ovunque in un clima da record. In questi anni Arbore – facendo presa sul pubblico di qualsiasi latitudine – ha ottenuto tantissimi premi e riconoscimenti, quantità di spettatori, cifre da “capogiro” che hanno premiato lo spirito assolutamente travolgente e contagioso dell’artista.

Arbore è circondato da 15 : “…all stars” come ama definirli egli stesso, tra i quali spiccano l’appassionato canto di Gianni Conte, la seducente voce di Barbara Buonaiuto, quella ironica di Mariano Caiano e i virtuosismi vocali e ritmici di Giovanni Imparato. E poi ancora: la direzione orchestrale e il pianoforte di Massimo Volpe, fisarmonica e piano di Gianluca Pica, le chitarre di Michele Montefusco, Paolo Termini e Nicola Cantatore, le percussioni di Peppe Sannino, la batteria di Roberto Ciscognetti, il basso di Massimo Cecchetti e, dulcis in fundo, gli struggenti e festosi mandolini di Nunzio Reina, Salvatore Esposito, Salvatore della Vecchia. Il tour di Renzo Arbore L’Orchestra Italiana è prodotto dalla “Gazebo Giallo” e dalla “Galileo Galilei Production Tv Srl”.

 

Lascia un commento