Blues Around a Pistoia: al via il 16 luglio i concerti della rassegna. Sul palco i Superdownhome (piazza Gavinana) e Giorgieness (san Giovanni Fuoricivitas)

Uncategorized

Al via giovedì 16 luglio 2020 a Pistoia i concerti della rassegna “Blues Around”: il primo appuntamento è previsto giovedì in Piazza Gavinana dove i Superdownhome terranno il loro primo live set alle 18:30 (lo spettacolo sarà poi replicato alle 21:30 in Piazza della Resistenza alla Fortezza59). I Superdownhome sono un power duo di rural blues formato da Henry Sauda(voce, Cigar Box, Diddley Bow) e Beppe Facchetti (grancassa, Rullante, Sock Cymbal e Crash), hanno recentemente rappresentato l’Italia all’International Blues Challenge di Memphis a Gennaio 2020 ed il loro ultimo album è “Blues Case Scenario” (Warner).

Sempre alle 21:30 davanti a San Giovanni Fuorcivitas show della cantautrice indie pop Giorgieness. All’anagrafe Giorgia D’Eraclea è appena uscita con il suo nuovo singolo “Maledetta”, brano che anticipa il terzo lavoro dell’artista.

L’ingresso è libero con la prenotazione consigliata a prenotazioni@bluesin.eu . In ottemperanze alle nuove norme relative a limitare la pandemia la capienza della piazza è ridotta a 1000 posti a sedere, numerati e distanziati per nuclei di famigliari e conoscenti. Si raccomanda l’utilizzo della mascherina, l’igienizzazione della mani, il distanziamento sociale anche nelle fasi di ingresso ed uscita.

SABATO – I concerti in piazza Duomo, per un primo evento sempre ad ingresso gratuito, partiranno invece sabato 18 luglio alle ore 21:00 con protagonisti  assoluti i Bud Spencer Blues Explosion, duo romano di alternative rock blues formato da Adriano Viterbini e CesarePetulicchio: per loro si tratta di un atteso ritorno dopo la splendida esibizione all’Italian Blues Night del 2015. La band ha già pubblicato tre album di inediti (l’ultimo è “Vivi muori blues ripeti”) e vanta centinaia di concerti lungo tutta la penisola. In apertura Finaz, chitarrista virtuoso della Bandabardò: alias Alessandro Finazzo ha già all’attivo alcuni dischi da solista come “Guitar Solo” e “Guitar Revolution”. L’inizio della serata è affidato a Meek Hokum (alias Michele Darrel Bertoldi) artista veronese che propone un blues con chitarra fingerstyle, banjo e voce. Quest’ultimo andrà in scena anche in Piazza Gavinana alle ore 18:30 mentre il chitarrista della Bandabardò sarà anche davanti a San Giovanni Fuorcivitas alle ore 22:15. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

CHIANTIBANCA – Anche quest’anno i vertici di ChiantiBanca hanno confermato il loro sostegno all’attività culturale dell’Associazione BluesIn e della rassegna “Blues Around” come sponsor della manifestazione. A tal proposito Marco Barbieri, vice presidente ChiantiBanca afferma: «In qualità di banca di credito cooperativo, il nostro impegno nei confronti di tutto ciò che porta alla valorizzazione del territorio è massimo. Da sempre siamo vicini al Pistoia Blues e abbiamo ritenuto giusto continuare a sostenere la manifestazione che ne raccoglie il testimone e la voglia di mettere in vetrina la città. Il mondo della cultura, oltre che quello sportivo e delle dinamiche giovanili, sono settori su cui la nostra banca pone particolare attenzione, per questo vogliamo far sentire ancor più forte la nostra presenza negli appuntamenti che contribuiscono a veicolare  nel migliore dei modi il nome di Pistoia anche fuori dei confini provinciali e regionali».

Il programma completo di “Blues Around” e tutte le info sui canali tradizionali del Festival ovvero: www.pistoiablues.com | www.facebook.com/pistoiablues | www.instagram.com/pistoia_blues_festival . Per le serate a pagamento prevendite aperte suwww.ticketone.it 

Biografie artisti in Piazza Duomo

Impostosi fra le novità più elettrizzanti del circuito indipendente italiano degli anni Zero, il duo romano dei Bud Spencer Blues Explosion (foto sopra il titolo) ha consolidato la propria fama innestando certi suoni di matrice grunge e seventies rock nel blues delle radici. Divenendo nel frattempo fra i session man più ricercati della nostra penisola. Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio sono due ragazzi romani, dotati di capacità tecniche decisamente fuori dal comune. Un drumming portentoso come quello di Cesare e una chitarra (più una voce) virtuosa come quella di Adriano sono tutto ciò che serve per generare una micidiale macchina da guerra. Un’unione perfetta che facilita l’organizzazione, perché in due la vita può essere più facile: basta un’occhiata, uno sguardo fugace, e via, senza bisogno di troppi convenevoli. La formazione a due è stata molto rivalutata negli anni Zero, si pensi a White Stripes, Black Keys Kills, tanto per citare esempi di grande successo. Il background dei due è rock-blues, si spazia dai classici del Delta (Robert Johnson su tutti) ai giganti del rock (Led Zeppelin, Jimi Hendrix), sino ai miti degli anni 90 (Kurt Cobain e il grunge, i Motorpsycho), con un occhio sempre attento a tutto quello che succede dalle nostre parti (Verdena in primis). La scelta del nome è importante, e qui anche originale, visto che si gioca a parafrasare uno dei gruppi cardine dell’electric blues-rock degli ultimi vent’anni (i Blues Explosion di Jon Spencer), fondendolo con l’immagine di un mito del cinema dei Seventies, miscelando sin dall’idea iniziale Italia e America. Anche nelle scelte musicali si confermerà la fusione fra tricolore e stelle-e-strisce, puntando dasubito sul cantato in italianoincastonato in suoni tipicamente anglo-americani: il blues del Mississippi, il rock blues a tinte psichedeliche che caratterizzò il tramonto degli anni 60, il rock indipendente più recente. La chitarra di Adriano è perfetta nel riprodurre quell’immaginario, e spesso si cimenta in cover che non lo fanno sfigurare neppure davanti ai più grandi mostri sacri, basti pensare a come viene trattata dal vivo un’intoccabile come “Voodoo Chile”.

Finaz è la chitarra della Bandabardò una delle storiche band italiane attive dagli anni ’90 che insieme a Litfiba, Negrita e altre band hanno definito il suono del rock prima toscano e poi italiano. Virtuoso della chitarra acustica e classica quando in formazione con la Banda, in solo è un potente chitarrista/cantante di rock-blues con una conoscenza sterminata delle migliori pagine della musica inglese e americana dagli Sessanta ad oggi.

Meek Hokum è lo pseudonimo del musicista veronese Michele Darrel Bertoldi (aka Bombatomica), già voce della primitive jazz band “The Hot Teapots”.  Chitarra fingerstyle, banjo e voce per uno show acustico che esplora i territori del blues rurale e di tutto il sottobosco di generi che da qui si dipanano, tra riarrangiamenti di traditionals e brani originali.

In allegato foto di SuperDownHome e Giorgieness (16 luglio) e Bud Spencer Blues Explosion (18 luglio).

BLUES AROUND

Programma della settimana

Giovedì 16 luglio

Piazza Gavinana ore 18,30

SUPERDOWNHOME

San Giovanni Fuorcivitas ore 21,30

GIORGIENESS

Fortezza 59 – Piazza della Resistenza ore 21,30

SUPERDOWNHOME

Sabato 18 luglio

Piazza Gavinana ore 18,30

MEEK HOKUM

Piazza Duomo ore 21,00

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION 

+ Finaz + Meek Hokum. Ingresso gratuito*

San Giovanni Fuorcivitas ore 22,15

FINAZ

* prenotazione consigliata a prenotazioni@bluesin.eu

Lascia un commento