Biblioteca-Bottini-1

Biblioteca Labronica Guerrazzi dei Bottini dell’Olio: donati dal Fondo Leonardo Nardi Fisar e da Slow Food Livorno 60 volumi dedicati all’enogastronomia

In cantina e in cucina, Livorno

Un significativo nucleo di libri specializzati in enogastronomia va ad arricchire il patrimonio librario della Biblioteca Labronica “Guerrazzi” dei Bottini dell’Olio. Oltre 60 volumi che fanno capo al Fondo “Leonardo Nardi F.I.S.A.R ” e a SLOW FOOD Livorno; pubblicazioni che parlano di vino ma anche di cibo a 360°. La donazione – che sarà successivamente ampliata con nuove pubblicazioni, si tratta pertanto di un primo nucleo – è stata presentata  alla Biblioteca “Guerrazzi” dei Bottini dell’Olio (piazza del Luogo Pio) alla presenza dell’assessore alla cultura e turismo Francesco Belais, di Simone Nannipieri consigliere responsabile marketing F.I.S.A.R.,   di Mario Albano  delegato FISAR e di Fiamma Tofanari, Fiduciaria Slow Food Livorno.

In questi anni il mondo del vino e dell’enogastronomia sono diventati un elemento estremamente importante dal punto di vista sia turistico che economico e contribuiscono a definire in modo marcato l’identità e la vocazione del territorio. Ciò è testimoniato anche dalle centinaia di appassionati che ogni anno partecipano ai corsi FISAR e alle degustazioni. “Basta pensare all’evento Mare di Vino – ha ricordato l’assessore alla cultura e turismo Francesco Belais – che richiama ogni anno nella nostra città migliaia di visitatori attratti dalle eccellenze del nostro territorio. L’interesse verso il mondo del vino è sempre più marcato e questa donazione di pubblicazioni specialistiche contribuirà indubbiamente a farlo conoscere più approfonditamente. A nome della città – ha aggiunto – ringrazio Fisar e Slow Food  che hanno messo a disposizione della città un fondo così cospicuo che andrà ad arricchire ulteriormente i 4 chilometri di scaffali presenti in biblioteca“.

“Con la donazione del Fondo Leonardo Nardi offriremo a tutti gli appassionati ed i curiosi, vecchi e nuovi, qualcosa del “nostro” mondo con la speranza di trasmettere l’amore e la passione che ogni giorno animano i nostri sommelier durante i servizi nei locali ed agli eventi della città e della provincia.” Lo ha dichiarato Mario Albano nel ricordare la figura di Leonardo Nardi, presidente nazionale Fisar per dodici anni, a cui il fondo è intitolato. 

“Anche Slow Food Livorno è lieta di partecipare a questa iniziativa vista l’importanza che rivestirà la presenza di una raccolta di questo tipo dedicata al buon cibo e alla sua conservazione  all’interno di una struttura simbolo della nostra città”. Lo ha affermato  Fiamma Tofanari  sottolineando come “dietro ogni piatto e ogni vino ci sia un terreno con le sue radici, le sue tradizioni, le sue genti: saperi che dobbiamo trasmettere”.

La Biblioteca dei Bottini dell’Olio da oggi si arricchisce dunque di un corpus di libri del mondo enogastronomico: volumi selezionati che riguardano atlanti di vini, personaggi che hanno fatto la storia del vino, ricettari e libri dedicati ai bambini per una sana alimentazione. Il fondo sarà successivamente ampliato con donazioni periodiche, effettuate direttamente dalla delegazione FISAR Livorno, con il coinvolgimento dei produttori delle più importanti regioni vinicole d’Italia.

 

Lascia un commento