Bata e il Fashion Weekend con il lancio di una nuova tecnologia per le scarpe. Giovani designer e un progetto charity (con fotogallery)

Moda e Artigianato

Dopo il grande successo dello scorso anno a Praga, Bata ha rinnovato un’importante tradizione – il Bata Fashion Weekend – che si è svolto nella prestigiosa location milanese di Palazzo Mezzanotte. “Quest’anno abbiamo deciso di organizzare il Bata Fashion Weekend in Italia e abbiamo scelto come città Milano perché è una delle capitali della moda più importanti di tutta Europa, una città dove davvero nascono le tendenze” afferma Thomas Archer Bata, Chief Marketing Officer. Per due giorni Palazzo Mezzanotte si è trasformato in un vero e proprio polo di moda e design, offrendo diverse attività per il pubblico, come fashion show, mostre dedicate alle calzature, performance musicali e workshop. Durante questo avvenimento sono state svelate le esclusive collezioni Bata: il pre-lancio globale di B-Flex – una straordinaria combinazione di tecnologia, design e comfort, i confortevoli tacchi della linea Insolia, le sneaker Atletico dall’elegante gusto retrò, la Bata Heritage limeted edition e molte altre.

Me & Comfortable with It

L’intero appuntamento è stato costruito intorno alla campagna globale “Me & Comfortable with it”, contro i pregiudizi e gli stereotipi invitando a stare bene con se stessi. L’idea di base è che nessuno deve assomigliare ai modelli di bellezza proposti dai mass media per essere belli, speciali o a proprio agio. Jana Barbati Chadová, head of global Marketing ha anche aggiunto: “Il nostro obiettivo è trasformare i valori della campagna nella vita reale sotto ogni punto di vista”. Ecco perché Nidhim Kochhar, un bodybuilder professionista a cui fu amputato un piede dopo un incidente in moto, sarà uno dei principali modelli della sfilata.

Il Concorso Giovani Designer 2018

Durante il Bata Fashion Weekend è stato presentato anche il lavoro di giovani designer provenienti dalla prestigiosa Scuola d’Arte, Architettura e Design di Praga (UMPRUM) e dal Politecnico Calzaturiero di Padova. Quest’anno il contest è stato organizzato in collaborazione con il produttore italiano di scarpe di lusso Kalliste e l’iconica azienda di cristalli cecoslovacca Preciosa.
Jana Barbati Chadová spiega: ” La collaborazione con le Università è importante, come è cruciale individuare e dare un ulteriore supporto a talentuosi giovani designer, per farli crescere con Bata”, e aggiunge: “così, è con orgoglio che Bata annuncia la collaborazione con i due istituti Kalliste e Preciosa. In più i vincitori del concorso avranno la possibilità di produrre una collezione in limited edition che sarà venduta in selezionati store worldwide.

Il mondo a Milano

Il Bata Fashion weekend ha ospitato personalità provenienti da tutto il mondo, compresi membri del comitato esecutivo come il CEO Alexis Nasard e il CMO Thomas A. Bata, celebrities da oltre 20 paesi, giornalisti, star della tv, modelli, editors e bloggers. Thomas Archer Bata Chief Marketing Officer, ha aggiunto: “Il nostro obiettivo è rendere il Bata Fashion Weekend un evento globale aperto al pubblico, che ci renda in grado di coinvolgere persone diverse e fargli comprendere la nostra direzione.

“YOUNG DESIGNERS CHALLENGE 2018” AL BATA FASHION WEEKEND

Nel corso del Bata Fashion Weekend, sono state presentate undici paia di scarpe uniche presso il sontuoso Palazzo Mezzanotte di Milano. Il 28 aprile 2018 durante l’evento di Gala sono state annunciate le due vincitrici: Tereza Kanyzovà per l’Accademia delle Arti, Architettura e Design di Praga (UMPRUM ) & Celeste Andrea Beggio per il Politecnico Calzaturiero. Entrambe le vincitrici vedranno i loro modelli prodotti e venduti in edizione limitata in alcuni negozi Bata di tutto il mondo.

Bata crede nell’arte dell’artigianato, nella creatività e nel design originale. Ecco perché, per la seconda volta, Bata ha offerto agli studenti più talentuosi degli istituti internazionali l’opportunità di esprimere il proprio stile personale ed imparare a trasformare le proprie creazioni d’arte in prodotti di ready-to-wear. La collaborazione con le università è estremamente importante, in quanto Bata ritiene sia fondamentale sostenere i giovani designer di talento e dare loro la possibilità di dare uno sguardo più da vicino al settore, aiutandoli ad iniziare la loro carriera.

I membri della giuria della “Bata Young Designers Challenge” di quest’anno sono stati Thomas Archer Bata, Chief Marketing Officer, Jana Barbati Chadova, Responsabile Global Marketing Bata, Marcos Cánovas, Global Brand Manager Bata, Libena Rochova, Responsabile Fashion and Footwear Design Studio di UMPRUM , Stefano Miotto, CEO e vicepresidente di Politecnico Calzaturiero e il team del produttore italiano di scarpe di alta gamma Kallisté. La giuria si è concentrata sulla creatività e su un approccio innovativo, ma anche sull’uso di materiali, componenti in cristallo e appeal commerciale.

BATA: la scheda

Fondata nel 1894, Bata è il principale produttore di scarpe al mondo per volume, progettando calzature eleganti e confortevoli a prezzi convenienti. Bata è un’azienda a conduzione familiare che serve più di un milione di consumatori al giorno nei suoi 5.300 negozi e produce localmente in 23 stabilimenti di proprietà Bata in cinque continenti. Bata opera in quasi 100 paesi in tutto il mondo e con 220 milioni di paia di scarpe vendute ogni anno, si colloca tra i più grandi marchi di calzature a livello mondiale.

I BAMBINI DELLE FATE

Bata sostiene l’impresa sociale “I Bambini delle Fate” attraverso il progetto “Sporcatevi le Mani”. Da metà maggio, in alcuni negozi Bata selezionati e sul sito di Bata.it sarà disponibile in esclusiva una collezione di sandali donna e bambino realizzata grazie alla direzione creativa di Alberto Del Biondi, interpretando le colorate grafiche dei dipinti realizzati da Andrea Antonello.
Bata è orgogliosa di sostenere questa iniziativa che riflette perfettamente i valori dell’azienda, tra cui uno dei più importanti che è “Migliorare vite”.
“I Bambini delle Fate” è un’impresa sociale che dal 2005 si occupa di cause-related marketing e raccolta fondi. Bata si impegna a sostenere finanziariamente progetti e percorsi di inclusione sociale, in collaborazione con organizzazioni no-profit locali, a beneficio di bambini e giovani con autismo e altre diversità. Ci sforziamo – dicono in Bata – di diffondere una “visione altra” dell’autismo e di ogni forma di diversità: senza minimizzare il peso delle sfide quotidiane, abbiamo scelto di raccontare “con viso sorridente” il potenziale dei ragazzi e la grande forza delle loro famiglie. Per raggiungere il nostro obiettivo, coinvolgiamo attivamente gli imprenditori e i cittadini di ogni provincia “affinché adottino a vicinanza” un progetto di inclusione… e non solo un bambino disabile. 

Lascia un commento