AUTISMO. Nella giornata mondiale della consapevolezza, tante iniziative anche in Toscana. Da Livorno all’Empolese Valdelsa, da Certaldo a Pietrasanta. Nel segno del blu

LIVORNO

Venerdì 2 aprile 2021, in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, il Palazzo Comunale di Livorno si illuminerà di blu per manifestare solidarietà e rendere visibile la testimonianza della condivisione.

Istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU, la giornata vuole richiamare l’attenzione di tutti sui diritti delle persone con sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie.

“La giornata del 2 aprile – afferma l’assessore al Sociale del Comune di Livorno, Andrea Raspanti – ci offre ogni anno l’occasione di sensibilizzare la popolazione a una maggiore conoscenza dell’autismo, affinché sul piano culturale si possano compiere dei passi in avanti per costruire comunità capaci di garantire alle persone autistiche migliori condizioni di vita e la fruizione di pieni diritti di cittadinanza. L’impegno su questo fronte diventa ancora più urgente nelle difficili circostanze che stiamo attraversando, perché è indubbio che le persone con disabilità e i loro familiari siano tra coloro che più hanno subito gli effetti negativi dell’emergenza sanitaria in corso e delle strategie necessariamente messe in atto per il suo contenimento”.

E’ importante fare luce su questo tipo di disabilità che – dichiara Sandra Biasci, presidente di ‘Autismo Livorno’ – nonostante negli ultimi anni se ne parli sempre di più, continua ad essere ancora poco conosciuta. E, invece, – aggiunge – occorre parlarne, sensibilizzare l’opinione pubblica, è necessario che tutti, dai semplici cittadini alle istituzioni, si rendano conto che l’autismo è in mezzo a noi, capire che non è un problema circoscritto solo ai bambini. Un bambino autistico, domani sarà un adulto autistico. E’ essenziale, quindi, che si crei una rete che accompagni ogni fase della vita di chi è affetto da questa disabilità, dalla scuola al mondo del lavoro, al fatto che queste persone possano essere messe in condizioni di condurre una vita autonoma”.

Sempre il 2 aprile il coordinamento toscano associazioni autismo darà vita ad una diretta su Facebook a partire dalle ore 15.30.

CERTALDO
Scuole e amministrazione comunale in prima linea a Certaldo per accendere i riflettori sull’autismo, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo in programma il 2 aprile 2021. Un impegno portato avanti nel corso degli ultimi anni con la forte volontà di sensibilizzare e veicolare conoscenze su un tema importante anche in chiave inclusione. Edifici illuminati e percorsi di sensibilizzazione attraverso letture, riflessioni e momenti di grande creatività: le iniziative sono molteplici ma hanno un unico filo conduttore, il colore blu.
Si chiama ‘1000 E + AQUILONI BLU’ il progetto che vede protagonisti gli studenti dell’istituto comprensivo di Certaldo. Dopo una prima parte nella quale i docenti con i loro alunni hanno riflettuto sull’universo autistico, partendo dalle parole di Andrea Antonello autore del libro “Le parole che non riesco a dire” e dai versi della poesia “Gli Aquiloni” di Elisabetta Barbara De Sanctis, è scattata la fase più operativa: gli alunni hanno realizzato un aquilone da appendere la mattina del 2 aprile, al balcone o alla finestra della loro abitazione. Gli aquiloni coloreranno anche i plessi scolastici del territorio, mentre tutta la cittadinanza potrà contribuire all’iniziativa di sensibilizzazione appendendo a balconi e finestre di casa foto di disegni, mani colorate, magliette e oggetti fatti in casa, rigorosamente di colore blu.
L’istituto Maria SS. Bambina, con la scuola dell’infanzia e la scuola primaria paritarie, ha invece proposto a ogni alunno la realizzazione di un elaborato speciale e creativo: i bambini hanno realizzato la sagoma delle proprie mani aperte come se fossero ali e le hanno ‘affidato’ un messaggio davvero importante grazie agli hashtag #siamotuttiunici e #micolorodiblu. I disegni saranno quindi esposti alle finestre nella giornata del 2 aprile per colorare le strade e sensibilizzare ogni angolo del paese.
Accrescere la consapevolezza sull’autismo è un obiettivo primario per l’amministrazione comunale che, per celebrare la Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, ‘colorerà’ uno dei luoghi simbolo del territorio, I Macelli: un fascio di luce blu sarà proiettato sulla facciata dell’edificio per richiamare l’attenzione dei cittadini e dare loro uno spunto per approfondire le proprie conoscenze sul tema.
“Da anni siamo impegnati nel riflettere coi ragazzi sull’importanza di sensibilizzare, sul tema dell’autismo, l’intera comunità – sottolinea il sindaco Giacomo Cucini – Le scuole e soprattutto gli alunni partecipano con grandissimo entusiasmo con progetti e iniziative, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Questo anche in mesi così complessi a causa della pandemia. In vista del 2 aprile, i ragazzi hanno creato lavori preziosi che testimoniano attenzione e voglia di inclusione. Per chi vive e convive con la condizione dell’autismo, questo anno di distanziamento sociale e di rinuncia ai luoghi di socializzazione, a partire dalla scuola, ha complicato ancor più la quotidianità. E questo vale per i ragazzi come per le famiglie, anche in un territorio dove, negli ultimi decenni, sono stati fatti passi avanti importanti in termini sanitari e di inclusione, relazione e socialità. La ripartenza ci pone di fronte a necessità da non trascurare e a un indispensabile lavoro per recuperare quanto perso. Certaldo, nel suo piccolo, prova a fare il possibile sul territorio, in Italia e anche oltre i confini nazionali, con progetti mirati alla formazione sul tema”. 
Nella foto sopra il titolo: il sindaco Giacomo Cucini e l’assessore all’Istruzione, Benedetta Bagni
EMPOLESE VALDELSA
La Conferenza zonale per l’educazione e l’istruzione dell’Empolese Valdelsa in occasione del 2 aprile 2021, Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, promuove un incontro sul tema della rete a sostegno delle persone con autismo che coinvolge amministrazioni, azienda sanitaria e mondo della scuola.
L’incontro si svolgerà online, arricchito dalla presenza, dell’assessora regionale all’istruzione Alessandra Nardini e di esperti della neuropsichiatria infantile Azienda Usl Toscana Centro: Dott. Marco Armellini, Direttore Area SMIA e Direttore UFC SMIA Prato;Dott. Paolo stagi, Direttore USFMIA Empoli; Dott.ssa Cinzia Pieraccini, referente autismo USFMIA Empoli.
L’esperienza condotta dalla Conferenza zonale nell’ambito dei progetti educativi zonali finanziati dalla Regione Toscana ha, infatti, evidenziato la virtuosità della co-progettazione tra i Comuni e le scuole, in particolare sui progetti di inclusione scolastica. Al centro dell’incontro, ci sarà anche un video ideato e realizzato dagli studenti dell’istituto superiore Ferraris Brunelleschi di Empoli: proprio questo contributo è una testimonianza di quanto la co-progettazione fra amministrazioni e scuole possa essere vincente.
L’ incontro è aperto a tutti, in programma dalle 17 alle 19 di venerdì 2 aprile sulla piattaforma Meet al link meet.google.com/ziw-bczt-meg.
PIETRASANTA

Pietrasanta si mobilita per il Blue Day, la “Giornata Mondiale per la consapevolezza e la sensibilizzazione per l’autismo” che ci celebra il 2 aprile. L’iniziativa, promossa dagli assessorati all’associazionismo e al sociale su proposta della Consulta del Volontariato ed il sostegno del Comune di Pietrasanta, sarà caratterizzata da una serie di iniziative per sensibilizzare la comunità che culmineranno con l’illuminazione del Municipio di blu nella sera del 2 aprile.

È rivolto però alle famiglie l’invito a partecipare, anche se a distanza, alla Giornata Mondiale esponendo fuori da porte e balconi, un fiocco o un elemento che ne richiami il colore, il blu appunto. Lo stesso faranno le associazioni che aderiscono alla Consulta del Volontariato mentre il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti e così la giunta municipale, indossereranno un fiocco blu durante la giornata. “L’autismo tocca da vicino una famiglia su cento. E’ un disturbo che conosciamo bene anche grazie e soprattutto al lavoro straordinario delle associazioni del nostro territorio che spesso affianchiamo nelle iniziative che organizzano durante l’anno. – spiegano gli assessori di riferimento, Elisa Bartoli per il sociale e Andrea Cosci per l’associazionismo – La pandemia sta mettendo a dura prova soprattutto i ragazzi che sono disorientati dai cambiamenti di abitudini e dalla mancanza di socialità. Con questa iniziativa manifestiamo la nostra vicinanza, ma anche la nostra totale disponibilità, alle associazioni che operano in questo delicato ambito e alle famiglie. Ringraziamo l’associazione per averci coinvolto e per averci voluto rendere partecipi attivamente”.

La giornata mondiale dell’autismo è stata istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (risoluzione 62/139) con l’obiettivo di fare luce sull’autismo, volta a incoraggiare tutti gli Stati a intraprendere misure in grado di aumentare la consapevolezza sociale dell’autismo e favorire la diagnosi e l’intervento precoce. “Rivolgiamo l’invito alle famiglie, a tutti i genitori, e naturalmente alle associazioni della nostra consulta che sono già state mobilitate affinché manifestino la loro adesione esponendo un simbolo di colore blu all’esterno di case, balconi e sedi. – spiega Monia Battistini del direttivo della Consulta del Volontariato – E’ stato un anno molto duro che ha stravolto la normalità dei nostri ragazzi e delle famiglie. Non hanno potuto, se non in rare occasioni, incontrarsi, socializzare, stare insieme e fare tutte quelle attività previste dal loro percorso di riabilitazione. Non esiste una cura, ma è ormai  provato che diagnosi e interventi riabilitativi e terapeutici precoci possono rendere il bambino e poi l’adulto autistico più autonomo. Le famiglie che convivono con situazioni di disabilità o disturbi come lo è l’autismo meglio di altre conoscono le difficoltà di questo lungo anno pandemico. A loro va il nostro sostegno e la nostra vicinanza. Ringrazio, a nome dell’associazione e della Consulta, l’amministrazione per la sensibilità che ogni volta dimostra e tutte le associazioni e le famiglie che aderiranno. Coloriamo Pietrasanta di blu”.

Lascia un commento