Associazione Musicale Lucchese, ecco la stagione cameristica pronta a partire il 23 gennaio in San Francesco con la violinista Anna Tifu insieme all’Orchestra dell’ISSM Boccherini. Il programma fino a marzo, poi la ripresa in novembre. Focus sui migliori talenti italiani

I migliori talenti italiani, recentemente premiati nei più prestigiosi concorsi internazionali, grandi interpreti e programmi originali che guardano alla contemporaneità e alla sperimentazione senza dimenticare le radici nella grande tradizione. Questi sono alcuni degli ingredienti della stagione cameristica che l’Associazione Musicale Lucchese ha programmato per il 2022 e che è stata presentata il 14 gennaio 2022 nel complesso di San Micheletto dal presidente dell’Associazione, Marco Cattani, assieme al direttore artistico Simone Soldati. Con loro anche il sindaco Alessandro Tambellini e il vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Raffaele Domenici.

La presentazione della stagione cameristica dell’Associazione Musicale Lucchese. Sopra il titolo: giovani talenti con il ministro Franceschini

«Siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti a dare continuità all’attività dell’Associazione e di presentare l’edizione 2022 della Stagione cameristica, nonostante il secondo anno di pandemia – ha esordito Cattani – Uno dei punti fermi dell’AML rimane quello di sviluppare l’attività divulgativa e culturale attivando sempre nuove collaborazioni». Sull’importanza dello spirito collaborativo ha insistito anche il sindaco Tambellini. «Mi fa soprattutto piacere la conferma della collaborazione con l’Istituto “Boccherini” – ha detto – L’offerta dell’AML tende a quella qualità alta che contraddistingue i grandi eventi e i grandi progetti, da sempre intento primario di questa amministrazione». 

«La cultura e la conoscenza sono alla base del progresso – ha aggiunto Domenici – È il motivo per cui apprezziamo particolarmente iniziative come queste. La cultura è uno dei fondamenti su cui ci dobbiamo poggiare per poter ripartire e sostenere queste attività è particolarmente importante in questo periodo».

A scendere nel particolare della Stagione è stato Soldati. Puntiamo molto sui giovani – ha subito sottolineato – alcuni dei quali sono già stati nostri ospiti e stanno ora riscuotendo grande successo a livello internazionale. Una delle nostre missioni è sempre stata questa: avvicinare i giovani alla musica e, allo stesso tempo, promuovere i giovani talenti, come alcuni di quelli recentemente incontrati dal ministro Franceschini (vedi foto in allegato) e che saranno nostri ospiti nei prossimi mesi. Su questo fronte è importante la collaborazione con il “Boccherini” e la sua orchestra di rappresentanza, perché offre un percorso professionalizzante ai suoi elementi. Insieme ai giovani, ovviamente, ospiteremo grandi nomi del panorama musicale internazionale, tra i quali Anna Tifu, Andrea Obiso (scelto come primo violino da Pappano a Santa Cecilia) e Alessandro Carbonare. Grande attenzione anche al repertorio che andremo a proporre e a come questo verrà presentato al pubblico, con progetti di fruizione sempre nuovi. Molte le nuove collaborazioni, come quella con l’Associazione Talea, attraverso la quale cerchiamo di dare il nostro contributo all’ambiente. Mobilità sostenibile per gli artisti ospiti, materiale compostabile nei camerini e, ogni anno, un gesto simbolico con la messa a dimora di due alberi a inizio stagione. 

Questa parte del progetto annuale si sviluppa tra gennaio e marzo per poi concludersi in novembre. Gli appuntamenti sono tutti alle 17:30 all’auditorium dell’Istituto superiore di studi musicali “Luigi Boccherini”, tranne il grande concerto inaugurale che si terrà in San Francesco.

La stagione inizia domenica 23 gennaio 2022 (San Francesco, ore 17:30) con il concerto della violinista Anna Tifu, apprezzatissima interprete di livello internazionale, assieme all’orchestra dell’ISSM “Boccherini” diretta da GianPaolo Mazzoli e un programma eccezionale, con l’esecuzione di Fratres di Arvo Pärt e delle Quattro stagioni di Vivaldi nella affascinante versione di Max Richter, musicista tedesco allievo di Berio e fondatore dell’ensemble Piano Circus, che le ha volute “riscrivere” ottenendo un grande successo di pubblico e di critica. Domenica 30 gennaio sarà la volta della musica di Ravel, Gershwin e Bartok con tre grandi interpreti: Andrea Obiso al violino, Alessandro Carbonare al clarinetto e Monaldo Braconi al pianoforte.

Domenica 6 febbraio l’AML ospiterà la violinista Giulia Rimonda (di cui Salvatore Accardo evidenzia la tecnica brillantissima, un suono emozionante, caldo e potente, una musicalità pura e un’intonazione perfetta) e il pianista Josef Mossali, che eseguiranno pagine di Franck e Prokofiev. Sabato 12 febbraio è in programma un concerto unico che darà al pubblico l’opportunità di ascoltare il suono di un grande organo a canne mobile, progettato e suonato da Paolo Oreni. Sul palco anche il pianista Alessandro Marangoni. In programma pagine di Bach/Busoni, Franck, Chopin, Liszt/Guillou e la prima esecuzione italiana del brano Gioachiniana, arie concertanti per pianoforte e organo su frammenti rossiniani di Carlo Galante. Sabato 19 febbraio torna il consueto concerto che celebra il compleanno di Luigi Boccherini, nato a Lucca proprio il 19 febbraio del 1743. Per questo appuntamento, l’AML ospita il celebre violoncellista Giovanni Gnocchi, che si esibirà assieme all’orchestra dell’ISSM “L. Boccherini”. In programma, ovviamente, alcuni dei più conosciuti e apprezzati brani del compositore lucchese. Il concerto sarà preceduto da una tavola rotonda in ricordo di Remigio Coli, lo studioso di Boccherini recentemente scomparso, curata dal Centro Studi Boccherini. Domenica 27 febbraio sarà la volta di un duo giovanissimo e brillante, il clarinettista Kevin Spagnolo (classe 1996), vincitore del primo premio del Concorso di Ginevra nel 2018, e il pianista Simone Rugani (classe 1993). In programma pagine di Schumann, Brahms, Bernstein e Muczynski. 

Domenica 6 marzo si esibirà Giovanni Bertolazzi, pianista ventitreenne che nel novembre scorso ha vinto il prestigioso secondo premio al Concorso pianistico internazionale Franz Liszt di Budapest. In programma brani di Beethoven e Liszt.

La stagione cameristica riprende in novembre con tre concerti: il 13 novembre il Faccini Piano Duo; il 20 novembre il pianista Maurizio Baglini e il 27 novembre gli archi del Quartetto Adorno. 

La Stagione cameristica è realizzata con il contributo del Ministero della Cultura e del Comune di Lucca e con il patrocinio di Prefettura e Provincia di Lucca. Sostengono la stagione: Akeron, Banca del Monte di Lucca, Cartografica Galeotti, Farmacia Novelli, Fabio Francesconi Srl, Assicurazioni Generali (Lucca), Guidi Gino Spa, I gelati di Piero, Lucar TM – Concessionario Toyota, Mag-JLT Broker, Oleificio Rocchi, Toscotec, Unicoop Firenze. L’AML ringrazia Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Studio odontoiatrico associato LDM; MondialCarta e IRA Lab mecenati ai sensi della legge sull’Art Bonus.

Lascia un commento