Artigiano OMA 2021, il riconoscimento a 97 nuove “botteghe”. Il premio consegnato durante una cerimonia a Villa Bardini promossa da Fondazione CR Firenze e Associazione Osservatorio dei Mestieri d’arte. I nomi dei premiati

Sono 97 le nuove botteghe artigiane a ricevere il Premio al talento dell’artigiano e alla produzione di qualità “Artigiano OMA 2021”. I riconoscimenti biennali sono stati conferiti questo pomeriggio, a Villa Bardini, in una cerimonia promossa da Fondazione CR Firenze e da Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte, suo soggetto strumentale sostenuto anche da altre fondazioni bancarie, in collaborazione con la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron. Con questa sesta edizione del Premio, salgono a oltre 500 gli artigiani italiani che fanno parte del network “Artigiano OMA”, linfa vitale dell’economia dei nostri territori che animano le città e i borghi storici italiani con i loro strumenti, le numerose materie e le produzioni.

Gruppo dei premiati (ph. Michele Monasta)

Alla premiazione, patrocinata da Regione Toscana e Comune di Firenze, hanno partecipato il Segretario Generale della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Renato Gordini, il Consigliere di Fondazione CR Firenze Giovanni Fossi, e il Presidente di Associazione OMA Luciano Barsotti. Era presente l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Firenze Federico Gianassi. Apre la premiazione la testimonianza di Nicola Salvioli, che porta la sua testimonianza direttamente da padiglione Italia dove con la sua azienda di restauro espone la copia del David di Michelangelo realizzata con stampante 3D con un impasto di resine e polvere di marmo di Carrara.

“Siamo onorati di poter ospitare a Villa Bardini questo premio – ha affermato Renato Gordini, Segretario Generale della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron – che riconosce i migliori talenti dell’artigianato artistico italiano. Con i loro saperi e la loro manualità contribuiscono a valorizzare il made in Italy, riconosciuto in tutto il mondo”.

“Fondazione CR Firenze – ha aggiunto Giovanni Fossi, Consigliere di Fondazione CR Firenze – da molti anni crede e sostiene questo importante comparto produttivo, le cui emergenze sono sempre state di grande rilievo in una città a vocazione artigiana come Firenze, e oggi quanto mai fondamentali per il tessuto produttivo e per la trasmissione ai giovani delle competenze”.

“La premiazione ‘Artigiano OMA’ è certamente per l’associazione OMA uno dei momenti più significativi della nostra attività – ha sostenuto Luciano Barsotti, Presidente dell’Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte – che abbiamo dovuto rimandare lo scorso anno a causa della pandemia. Per questo siamo doppiamente lieti di essere qui oggi, un segnale forte che deve accompagnare la ripartenza di un comparto che ha subito forte il contraccolpo della crisi sanitaria. Le mie congratulazioni a ciascun degli artigiani del nostro network e un particolare benvenuto ai nuovi entrati a farne parte”.

Due momenti della cerimonia (anche nella foto sopra – le due immagini sono di Stefano Casati)

Le candidature per far parte del network OMA sono arrivate da tutta la penisola. La selezione avviene mediante autocandidatura con conseguente verifica capillare delle caratteristiche di ciascuna azienda candidata. I requisiti richiesti sono l’iscrizione alla Camera di Commercio, l’esistenza di un punto vendita, la garanzia di lavorazione a prevalenza manuale e il coinvolgimento di uno o più artigiani che realizzano pezzi unici o serie limitate, con un prodotto che rappresenti la sintesi tra tipicità, legame con il territorio, tradizione e processo innovativo. I settori merceologici premiati sono: abbigliamento e accessori; pelle e cuoio; casa, arti decorative, metalli, argenti e restauro; spezierie, farmacie e profumi; musica e spettacolo. Gli artigiani OMA selezionati espongono la targa OMA e celebrano la tradizione artigianale che con le loro produzioni conservano e innovano, presentando l’alta qualità e la grande esperienza del saper fare. L’elenco delle aziende del network OMA, premiate dal 2010 ad oggi, è raccolto in una pubblicazione a disposizione degli artigiani del network OMA. Il progetto creativo è stato curato da Cristina Andolcetti e Michele Monasta e il progetto grafico è a cura di Stefano Casati e Chiara Cesaraccio.

Ci sono aziende artigiane impegnate in progetti esclusivi di ricerca e di “manualità” per il settore della moda e del design applicato all’arte del tessere come il laboratorio fiorentino EBI di ELIF Malkoclar, oppure la più orientata al mercato internazionale come la Savio Firmino di Firenze, che quest’anno compie 80 anni e li festeggia in contemporanea al compleanno di Guido Savio illustre testimone della grande eredità dell’azienda. Il Premio OMA va alla ceramista tedesca Karin Putsch Grassi con laboratorio a Figline Valdarno in provincia di Firenze, e con l’invenzione della tecnica del “Cut & Stretch” incide sulla superficie ceramica che viene poi tirata e allungata creando spaccature non uniformi. Fra le novanta aziende premiate, considerate fondamentali per il tessuto produttivo di ogni territorio, ci sono talenti che provengono da varie regioni d’Italia: dal Piemonte alla Sicilia, passando per la Lombardia con l’arte liutaria e le stamperie d’arte, la Liguria con la nota specialista nell’arte antica della glittica alla ruota, che nelle cristallerie di Altare trasforma la materia in oggetto d’arte, incidendo con elegante sapienza il cristallo. La Toscana è presente ancora con la tradizione cartaria di Pescia, e le Marche con il noto maestro cartaio di Fabriano Sandro Tiberi che ha esposto anche a Parigi nella sede UNESCO dando un contribuito determinante al riconoscimento del titolo di Città Creativa. L’artigianato artistico del Lazio con l’arte orafa di Roma e l’eco-falegnameria di Orte a progettazione sostenibile che segue i principi ecologici fondamentali di economia circolare, attraverso l’utilizzo di materie prime naturali. Ancora Civitavecchia e gli stucchi d’arte di Viterbo, e la Campania, la Puglia, La Basilicata, la Calabria con le terrecotte artistiche e la liuteria e il grande valore della tradizione nella ricerca contemporanea di forme e colori per i tessuti artistici e i tappeti di antica tradizione dell’arte tessile silana e cosentina, frequentata dalle più grandi firme dell’arte contemporanea, e poi ancora il percorso prosegue in Sicilia e in Sardegna.

 

Gli artigiani premiati in questa edizione:

ANNA PRIMI ATELIER – Firenze
ANTONIO COLONNA – Altamura  (BA)
AQUARUBRA DI ELISA FORMICOLA Celleno (VT)
ART’Ù DI GAETANO SALMISTA Grassina – Firenze
ARTE E MODA DI CRISTEA FLORIN & C. Castagneto Carducci (LI)
ARTE ORAFA DI LUISELLA TOTI (Roma)
ARTEFICE ATELIER GLORIA DI MODICA (Ragusa)
ARTEIDEA DI MATTEO LIBANORO (Gattinara VC)
ARTIGIANATO CAMUNO DEL LEGNO – Braone (BS)
ART-MODA SRL –  Mercatale In Val di Pesa (FI)
ASSOCIAZIONE TEATRO AGRICOLO – Livorno
BADARI SRL – Firenze
BATOG DI ROXANA BATOG- Firenze
BERTI A&P – Scandicci (FI)
BIA LAVORAZIONI ARTIGIANALI – Borgo San Lorenzo (FI)
BIS BAG DI SIMONA INNOCENTI – Firenze
BITOSSI LUIGI TERRECOTTE E CERAMICHE – Cecina (Livorno)
BOTTEGA ARTIGIANA MARCO RICCIARDI – Volterra (Pisa)
CARLO BENCINI – Firenze/Siena
CARUSO TESSITURE ARTISTICHE – SCUOLA TAPPETI Cosenza (CS)
CASA DELLA SPOSA DI DE CESARI – Lucca
CECILIA FALCIAI – Firenze
CERAMICHE PIERLUCA Albissola Marina (SV)
CHIARA DE FILIPPIS – Firenze
CONTROVENA – Firenze
COSIMO DE VITA – Firenze
CREA / CONCRETE DESIGN – Darfo Boario Terme (BS)
DEDALICA FIRENZE- Firenze
EBI DI ELIF MALKOCLAR – Firenze
EDI GRAFICA R2B2 – Firenze
ELENA BARDELLA – Cremona
ELYDRESSCODE – Colle di Val d’Elsa (SI)
ERICA MAGLIANO GIOIELLI –  Cava dè Tirreni (SA)
FALEGNAMERIA DEVOTI – Carrara
FEDERICO MARI LIUTAIO – Ladispoli (RM)
FLORA LASTRAIOLI – Firenze
FLORENCE ART DI MARINI BRUNO – Barberino Tavarnelle (FI)
FRAU LEMAN – Firenze
GIORGIO LINEA – Firenze
GIULIANA SCIPIONI – Sassoferrato (AN)
I COCCI DI MARIA GIULIANA COLLU – Selargius (CA)
IL BORGO CASHMERE – Borgo San Lorenzo (Fi)
IL BOTTEGACCIO DI DADDIEGO MARIO E C. – Matera
IL LABORATORIO SRL – Firenze
IL MERLO BAGS – Firenze
LA BOTTEGA ORAFA – ILARIA MALTINTI – Poggibonsi SI
IMPRESA MAGNANI PESCIA – Pescia (PT)
JANE HARMAN – Firenze
KARIN PUTSCH-GRASSI ARTE CERAMICA – Figline Valdarno (FI)
L’ARTE DE’CIOMPI FIRENZE – (FI)
L’ISTRICE – BOTTEGA ARTIGIANA DI MARIA ASSUNTA CANNISTRARO Volterra (PI)
LA BOTTEGA DI NELLO – (LU)
LA NUOVA MUSIVA – (FI)
LABORATORIO LINFA DI LUIGI CUPPONE – (VT)
LIUTERIA DE BONIS ROSALBA – Bisignano (CS)
LUCIA VOLENTIERI – Castellina in Chianti SI
LUIGIA GRANATA –  Cosenza (CS)
MADAMEFLO – Firenze
MAGLIFICIO GRAZIELLA DI CECCHINI GRAZIELLA & C. Altopascio (LU)
MAIOLICHE LUPO –  Montelupo F.no (FI)
MARIA SAPIO Sesto F.no (FI)
MARTINO QUINTAVALLA LIUTAIO – Brianzone (SO)
MASSIMO GATTABRUSI – Livorno
MB LAB – MARTINA BUZIO – Firenze
MELI GIOIELLI – Firenze
MINAKO SHIMONAGASE – Chiba (Giappone)
MINI&MADE- Borgo San Lorenzo (FI)
MORTEGAN – (FI)
MUGNANI GIOVANNI E GERMANO – Lammari (LU)
NATURALEVERTICALE DI JACOPO DEVESCOVI – (PI)
NICOLA SALVIOLI – (FI)
OFFICINA DE’ TORNABUONI – (FI)
OFFICINE NORA – (FI)
PAINO MOBILI – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
PAOLO LAPINI – (FI)
PAPECAJON – ARTIGIANATO MUSICALE – Pistoia (PT)
PLISSETTATURA MILADY BY ESSEZETA –  Firenze (FI)
SANDRO TIBERI – Fabriano (AN)
SARTORIA VESTRUCCI – (FI)
SAVIO FIRMINO – (FI)
SCAGLIOLE&STUCCHI D’ARTE DI MAURIZIO FELIZIANI – Oriolo Romano (VT)
SERGIO BATACCHI CREATIONS – Firenze (FI)
SILENO CHELONI – (FI)
SILVIA BEGHÉ – San Gimignano (SI)
SIMONCINI STUDIO – Volterra (PI)
STAMPERIA BENEDETTI – Pescia (PT)
STAMPERIA D’ARTE GIUDICI ROBERTO – (VA)
TAPPEZZERIA CIOLINI ALDO – (FI)
TAPPEZZERIE DRUETTA – Moretta (CU)
TERRE DI STELLE – Verona (VR)
TORRINI MANIFATTURA ORAFA – (FI)
TOSCOLANO PAPER – Toscolano Moderno (BS)
UMBERTO VELOTTI – Roma
USAI WALTER CERAMICHE – Assemini (CA)
VANESSA CAVALLARO – Altare (SV)
VIRGILIO CONTADINI – Moie (AN)
WAIZ DI PAOLO BANCHI – Gavirate (Va)

 

Lascia un commento