Arriva in libreria “La vendetta di Asgard”, terzo titolo della saga firmata da Antonio Alvares. Presentazione a Cecina (Circolo Il Fitto) il 28 novembre

Il terzo capitolo della saga di Luna è pronto al debutto. Dopo “Il Sequestratore di graal” e “La notte dell’Homecoming” (entrambi pubblicati da Intrecci Edizioni), arriva in libreria per la medesima casa editrice “La vendetta di Asgard”.

Antonio Alvares

Antonio Alvares, cecinese di adozione, ripropone la sua amata protagonista: Luna, giovane pellerossa che si muove tra mondi e tempi mescolando fantasy, fantascienza, magia e tecnologia. Con lei – a portare avanti l’avvincente storia – c’è il popolo di Asgard che vive sotto i ghiacci del Nord. Ha lingua, cultura e tradizioni proprie che hanno radici antiche, vuole essere indipendente. Ma per la Federazione invece gli abitanti di Asgard sono ‘solo’ pirati, criminali, una provincia ribelle. Un libro che parla di differenze tra popoli e culture, tra i diversi modi di concepire termini come liberà e giustizia.

“La vendetta di Asgard” sarà presentato domenica 28 novembre 2021 alle 17 al circolo Il Fitto di Cecina (Corso Matteotti 101).

L’autore dialogherà con la giornalista Cecilia Morello, direttrice del nuovo magazine online Badalì News.

Interverrà l’illustratore Alessandro Di Vicino Gaudio, autore delle tavole e dell’immagine di copertina. Sarà presente il Birrificio Luppolo di Mare con degustazione e vendita di birre artigianali.

La presentazione è organizzata dalla libreria Lucarelli di Cecina e dalla testata Badalì News.

Ingresso libero con green pass

L’AUTORE – Antonio Alvares, originario di Catania, fin dall’infanzia viaggia per l’Italia seguendo il padre medico nei suoi spostamenti, insieme alla madre e alla sorella. Nel 2000, dal Piemonte, arriva in Toscana, a Cecina, dove attualmente risiede e lavora. Laureato in Giurisprudenza, è appassionato di scrittura. La sua convinzione è che fantasy e fantascienza siano due facce della stessa medaglia, e che per raggiungere la verità si debba raccontarle entrambe. 

 

Lascia un commento