Locandina 2019 ok

APRILE, MESE JAZZ / 1. A Livorno il Gruppo Comitato Unesco Jazz Day organizza 24 eventi. Il programma della prima settimana (con tappe anche a Fauglia e Bagni di Lucca)

Concerti e Lirica, Livorno

Per l’ottavo anno consecutivo a Livorno il mese di aprile sarà all’insegna del JAZZ. Prende, infatti, il via, martedì 2 aprile 2019 l’8°edizione del JAM – Jazz Appreciation Month Livorno, International Jazz Day UNESCO – Livorno, Aprile 2019, a cura del Comitato UNESCO Jazz Day Livorno con il patrocinio dell’UNESCO – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, in collaborazione con il Comune di Livorno e con il Club UNESCO di Livorno.

Locandina 2019 ok

L’evento musicale si svolge in occasione dell’International Jazz Day promosso dall’Unesco nel mese di primavera (il 30 aprile è giornata mondiale Unesco del Jazz). 

In previsione di questo ormai consolidato appuntamento culturale della primavera livornese, i membri del Gruppo Comitato Unesco Jazz Day Livorno hanno organizzato per il mese di aprile un ricco programma (24 appuntamenti) di concerti, conferenze, presentazione libri e mostre sul più spettacolare fenomeno musicale dell’ultimo secolo, simbolo di multietnicità, solidarietà, internazionalismo, interclassismo, comunicazione. Fanno parte del comitato Unesco Jazz Day Livorno: il jazzista Andrea Pellegrini, il giornalista Maurizio Mini, Massimo Zocchi, presidente della Banda Città di Livorno, Chiara Carboni, grafica, Lauro Lubrano, presidente dello storico Jazz Club Livorno fondato nel 1948. Presidente onorario del Comitato è Gianfranco Reverberi.

Programma 2019

Da martedì 2 (inaugurazione ore 17.30) fino a lunedì 30 aprile 2019

Livorno – Chalet della Rotonda – Viale Italia 136 – Rotonda d’Ardenza

JAZZ IN FRAME / Mostra di Claudio Calvetti.

Info e prenotazioni Chalet della Rotonda – Viale Italia 136 – Rotonda d’Ardenza: 0586 080960

Contatti Claudio Calvetti: www.calvetti.art – cell. 3286780717 – fb Claudio Calvetti art –

____________

Da giovedì 4 aprile a lunedì 30 aprile 2019, ore 18.00-20.00

Livorno – Studio artistico – Via del Leone, 26/28 

JAZZ IDENTITY

L’esperienza di vita di Andrea Pellegrini

Mostra della fotografa Elisa Heusch

con la presenza di Andrea Pellegriniintervento musicale di Nicola Carrai, Chapman Stick

La musica nella mia vita ha da sempre un ruolo assolutamente centrale e prioritario, sia per quanto riguarda la storia della mia famiglia e le mie origini, sia per quanto riguarda le mie scelte e le mie esperienze di vita anche più recenti. Non mi ha praticamente mai abbandonato questa centralità della musica…

Andrea Pellegrini, musicista Jazz, compositore ed insegnante livornese, classe 1963, dedica la sua vita alla produzione e diffusione di questo genere musicale, con immensa passione e dedizione che si tramandano ormai da sette generazioni.

“…la parola Jazz per me ha sempre coinciso con la parola musica… musica per me è identità, è vita, è il quotidiano (…) Sia che io faccia lezione al conservatorio, o in una piccola scuola di musica, o nel mio Jazz-Lab, sia che parli coi miei figli di musica, o che io suoni o scriva musica, al centro c’è sempre la “palla di fuoco”, cioè quel tipo di emozione che io non posso far a meno di coltivare, di donare, e di trasmettere il più possibile agli altri”.

Ho seguito per due mesi Andrea in suoi vari momenti ed esperienze professionali, partecipe della sua passione. Le sue note trasmettono vibrazioni profonde, testimonianza di una perfetta coincidenza tra il suo mondo artistico e la sua sfera più intima e privata.

Elisa Heusch – Nata e cresciuta a Livorno (classe 1981), ha conseguito la laurea in Scienze Giuridiche all’Università di Pisa e durante il percorso universitario ha cominciato ad appassionarsi all’arte fotografica. Dopo aver frequentato corsi di fotografia e postproduzione nella sua città, ha partecipato ad alcune esposizioni collettive, ma la svolta è arrivata con un’esperienza annuale come fotografa in strutture turistiche in Messico. Tornata in Italia si è diplomata presso la Scuola Internazionale di Fotografia APAB di Firenze, avvicinandosi maggiormente al ritratto ambientato, alla fotografia di matrimonio e ad aspetti dello still-life come la Food Photography. Fa parte dell’Associazione FotoClub Nove di Livorno (Circolo associato FIAF) da marzo 2013 ed è iscritta alla FIAF dal 2014. Dal 2016 sta collaborando all’area recensioni del Web Magazine di fotografia e realtà visuale Clic-hé dell’Associazione Culturale Deaphoto di Firenze. Alcuni suoi lavori sono stati pubblicati presso il CIFA di Bibbiena nell’ambito di progetti nazionali organizzati dalla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

Info Studio Artistico: 340 7314137

____________

Venerdì 5 aprile, ore 21.15

Fauglia il Teatro – Piazza Trento e Trieste, 1

Rassegna Fauglia Jazz 2019

MORELOVE E ALTRI AMORI

Chiara Pellegrini, voce / Andrea Pellegrini, pianoforte

Chiara Pellegrini, straordinario talento della vocalità jazzistica attuale, propone un repertorio che comprende standard del jazz storico e moderno e brani originali eseguiti con un approccio molto attuale e fresco, arrangiati insieme al padre Andrea Pellegrini.

Il progetto musicale Morelove andrà oltre il repertorio composto dagli standard più conosciuti. L’intento del Duo Pellegrini, infatti, sarà “dimostrare al pubblico ancora una volta che il Jazz in fondo è una scusa per essere se stessi” e lo farà attraverso alcune delle canzoni scritte o rese famose dalle cantanti che hanno fatto la storia di questa musica, a volte senza saperlo o senza che il pubblico le riconoscesse come cantanti jazz: Maria João, Barbara Streisand, Cristina Zavalloni, Nina Simone e altre, non senza qualche sorpresa. 

Chiara Pellegrini – fra i più interessanti talenti della vocalità italiana attuale legata al jazz e alle musiche improvvisate, discende da una lunga dinastia di musicisti, i Pellegrini – Vianesi. Ha studiato diversi strumenti musicali quali il Corno, il Flauto traverso, la Chitarra classica, il Basso elettrico e le Percussioni. Dopo aver trovato la sua vera vocazione nel canto, contemporaneamente agli studi superiori ed ai concerti che la vedevano già cantante professionista, ottiene l’Attestato in Canto Moderno alla Scuola di Musica Giuseppe Bonamici di Pisa con il massimo dei voti. Successivamente prosegue gli studi con Diana Torto al Conservatorio di Bologna e consegue il Diploma Accademico in Jazz presso il Prince Claus Conservatory di Groningen in Olanda dove da’ vita a vari progetti come “Il Guancio”, “Carnalismo Duo “e “Chiara Pellegrini Sextet” con i quali promuove molte delle sue composizioni originali che spaziano fra il free-jazz, la musica gipsy, funk e ska. Continuando comunque ad esibirsi in Italia con altri progetti toscani dei quali è la leader – “Chiara Pellegrini Jazz Quartet”, “MoreLove ed altri amori” e “Chiara Pellegrini sings Billie Holiday” – decide di trasferirsi in Inghilterra per approfondire i contatti con la scena musicale londinese. Nel 2016 si trasferisce a Lisbona per proseguire gli studi con la cantante portoghese Maria João. Qui nascono nuovi ed interessanti suoi progetti di musiche luso-afro-latino come i “Gondwana” ed altre collaborazioni artistiche: “Faya” – progetto con il quale svolge due tournée in Germania, “PásPartu” e “Kaíra Màyra and the Journey” nei quali si presenta come cantante-chitarrista. A Lisbona fa parte anche del collettivo “Libê – Lisbon Buskers Ensamble” e nsegna Canto Jazz e Canto Moderno privatamente e presso le scuole “Escola de música de Moscavide” e “Académica de Música de Odivelas” 

Andrea PellegriniDiscendente dalla genealogia di musicisti Pellegrini-Vianesi, diplomato in Jazz con lode, il suo stile “poliedrico e eclettico” (Musica Jazz) attinge a stili diversi con influenze Third Stream. Ha suonato in tutta Italia e Olanda, Inghilterra, Lituania, Latvia, Rep. Slovacca, Danimarca, Austria, Francia, Svizzera, Germania, Finlandia, Australia, USA e Canada in 30 anni di attività. Molti musicisti di oggi sono stati suoi allievi: Giulio Carmassi (Pat Metheny Quintet), Tommaso Novi (Gatti Mezzi), Motta, Mattia Donati ecc. E’ docente presso l’Istituto Mascagni di Livorno e il Conservatorio Cherubini di Firenze. Ha pubblicato un centinaio di interviste, recensioni e 2 libri (Livorno, dalla musica americana al Jazz, con Maurizio Mini, Erasmo 2013, e Mirabolanti avventure di un jazzista, Erasmo 2014). Il suo ultimo CD su Piero Ciampi ha ricevuto il premio della giuria al Premio Ciampi 2016, consegnato da Gianfranco Reverberi. 

Info e prenotazioni: 050 659298 – info@teatrodifauglia.it

Ingresso (posto numerato): € 12 intero €  10 ridotto

____________

Domenica 7 aprile, ore 17.00

Rassegna Musica al Chioschino

Livorno – Il Chioschino di Villa Fabbricotti – Viale della Libertà, 32

FRANCESCO SAPORITO QUARTET

Francesco Saporito, pianoforte, Matteo Anelli, contrabbasso, Moraldo Marcheschi, sax tenore e soprano, Marco Salvador, batteria

Presentazione dell’album di esordio del giovane pianista jazz Francesco Saporito dal titolo “The blue sky never fails”

Francesco Maria Saporito – Livorno, classe 2002, si avvicina in maniera spontanea alla musica sin da bambino. All’età di sette anni, intraprende gli studi di chitarra classica e successivamente, accede al Conservatorio Pietro Mascagni di Livorno, dove completerà il quinquennio pre-accademico. Nel contempo inizia a suonare il pianoforte da autodidatta, per poi passare ad uno studio più organizzato. Insieme ai brani classici, si immerge nel vasto e variegato mondo del Jazz, trovando appunto con il pianoforte, il modo per scoprire e sviluppare le proprie doti di musicalità ed improvvisazione. Nonostante la giovane età, comincia a comporre propri brani ed a presentare suoi concerti. Si è già esibito in molteplici contesti musicali, suonando sia in piano solo, che in duo, trio o quartet.

Info Il Chioschino: 3339857951

____________

Domenica 7 aprile, ore 18.30

Bagni di Lucca – Biblioteca ex Chiesa Inglese – Via Evangelina Whipple 

THE PELLEGRINI FAMILY

La storia del grande Jazz

Chiara Pellegrini, voce / Andrea Pellegrini, pianoforte, 

Nino Pellegrini, contrabbasso, Marco Simoncini, batteria

Quest’anno l’evento ha per protagonista la voce solista di Chiara Pellegrini, in altre occasioni applauditissima interprete, accompagnata al pianoforte dal Maestro Andrea Pellegrini, al contrabbasso da Nino Pellegrini e alla batteria da Marco Simoncini. Un Concerto affidato quindi ad una storica famiglia di musicisti livornesi che guideranno l’affezionato pubblico lungo un suggestivo e accattivante percorso della storia del Grande Jazz dal ‘900 ad oggi.

Nino Pellegrini – Si cimenta fin da giovanissimo con il jazz studiando contrabbasso con Paolo Tommasi e con Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Bruno Tommaso. Nel 1994 e ’95 ha vinto due Borse di Studio presso la Scuola “Siena Jazz”, all’interno della quale ha fatto parte del Gruppo di Musica di Insieme di Enrico Rava e della Big Band di Giancarlo Gazzani. Ha ottenuto una borsa di studio con Marc Johnson. Nel ’94 e ’95 ha conseguito il Diploma di “Esecutore di Musica Jazz e Derivazioni Contemporanee”. Ha suonato con l’Orchestra Nazionale Giovanile di Jazz diretta da Bruno Tommaso e Giancarlo Gazzani con la quale ha svolto tra l’altro un Tour con James Newton, Palle Daniellson, Peter Erskine, John Taylor. Ha suonato in numerosi festival e sale da concerto in tutta Europa ed in Asia ed ha collaborato con i migliori musicisti contemporanei quali Enrico Rava, Stefano Battaglia, Paolo Fresu, Stefano Scalzi, Gerard Presencer, Marco Tamburini, Sandro Gibellini, Romano Mussolini, Klaus Lessmann, Tino Tracanna, Fabrizio Bosso, Pietro Tonolo, Mauro Grossi, Fulvio Sisti, Stefano Bollani, Deborah Carter, solo per citarne alcuni. E’ docente di contrabbasso.

Marco SimonciniHa studiato inizialmente con Renato Ughi e successivamente con Ettore Fioravanti e Roberto Gatto approfondendo poi lo stile e i linguaggi della batteria jazz in seminari presso Siena Jazz e Ronciglione Jazz con Bobby Durham e Tony Williams. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento sul jazz trio di Siena Jazz con Stefano Battaglia. Amante ed esperto dello swing con un approccio che concilia la tradizione con le moderne tecniche batteristiche in oltre due decenni di attività concertistica ha suonato con moltissimi musicisti della costa toscana e molti di livello internazionale come Paul McCandless, Andrea Pellegrini, Nino Pellegrini, Stefano Cocco Cantini, Pietro Tonolo, Piero Frassi, Perico Sumbeat, Franco Nesti, Vittorio Alinari, Giulio Straccati, Alice Reynolds, Marco Panascia, Max De Aloe, Julilette Kelly.

Info Biblioteca ex Chiesa Inglese Bagni di Lucca: 058387619 – 3355821084/0

Ingresso: € 5

********** (1, continua)

Lascia un commento