Ciurlante

Aprile Jazz, live a Castiglioncello e Livorno. E domenica 29 sarà la giornata dedicata a Piero Ciampi

Dischi & Live, Livorno

Proseguono gli appuntamenti di aprile, il mese del Jazz, a Livorno e dintorni. Ecco una sintesi del programma fino a domenica 29 aprile 2018.

Appuntamento a Castiglioncello

A Castiglioncello venerdì 27 aprile 2018, ore 21.00, alla Station Gallery 923, via Aurelia, 923, per la rassegna No alla violenza sì alla musica, Greta Mirall Trio Soul & Rhuthm ‘n Blues con Greta Ciurlante (foto sopra il titolo) , voce, Vincenzo Bramanti, chitarra, Marco Simoncini, batteria. Possibilità di cena con menù alla carta. Da un’idea comune di Marco Simoncini e Vincenzo Lipari nasce la volontà di fare una piccola rassegna, visti gli episodi di cronaca anche vicino a casa nostra sul femminicidio, trattando il tema con discrezione attraverso la musica e la sensibilità delle donne interpreti, proponendo la musica come mezzo di riflessione.
Greta Ciurlante – nasce a Pisa da una famiglia di musicisti. Autodidatta, inizia a cantare da bambina grazie all’amore per la musica blues, soul e r’nb. Nel 2011 approfondisce i suoi studi in canto jazz ed inizia a collaborare con musicisti jazz e soul del circuito toscano e nazionale. Parallelamente si laurea in Lingue e Letterature Straniere. La voce di Greta riceve apprezzamenti da Zucchero Fornaciari che la ascolta in un’esibizione nell’area vip di Lucca Summer Festival e da Louis Hayes, leggenda vivente del jazz, (batterista di Horace Silver, Oscar Peterson, Cannonball Adderley, John Coltrane). Nel 2013 apre la 26esima edizione del Barga Jazz Festival. Collabora come corista con Raffaella Carrà nell’ultimo album (Replay, 2013). Nel 2014 collabora con i Q proj, (Vince Bramanti, Andrea Cozzani e Dario Carli) nell’album “New Breeze” a fianco a Efraim Toro (percussionista di numerosi artisti fra cui Stan Getz, George Benson, Kiss e molti altri). Nel 2016 inizia a collaborare con Vincenzo Genovese ed entra a far parte dei White Orcs, una big band funk di 16 elementi, orchestra per il quale Greta scrive e compone brani inediti. Nello stesso anno esce il disco “Koinonia” con i Dirotta su Cuba. Nel 2017 Greta collabora con Massimiliano Pani, figlio di Mina, che la sceglie per cantare in un suo spettacolo sulla storia della musica italiana, accompagnata al pianoforte da Ugo Bongianni. 
Vincenzo Bramanti – nato a Pietrasanta(Lucca), figlio d’arte inizia giovanissimo l’attività musicale indirizzando i propri studi nell’ambito del jazz-rock e del blues. Si perfeziona presso il CPM di Milano con Maurizio Colonna e Franco Mussida. Dal 1998 al 2000 inizia a far parte della band X-JAM con la quale compone il disco Wake UP partecipando a numerosi festival italiani ed europei di Rock-Blues. Nel 1999 collabora come chitarrista alla colonna sonora del film “Bagnomaria” di Panariello. Dal 2004 collabora con Karima Ammar insieme al suo gruppo City Garden suonando nei vari jazz club italiani. Dal 2006 inizia la sua collaborazione con Mina come chitarrista incidendo il cd “Bau”. Nel 2007 partecipa al Summer Festival di Lucca con Karima con Michael Baker, Sonny T. e Piero Frassi.
Marco Simoncini – Ha studiato inizialmente con Renato Ughi e, successivamente, con Ettore Fioravanti e Roberto Gatto, approfondendo poi lo stile e i linguaggi della batteria jazz in seminari presso Siena Jazz e Ronciglione Jazz con Bobby Durham e Tony Williams. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento sul jazz trio di Siena Jazz con Stefano Battaglia.Amante ed esperto dello swing con un approccio che concilia la tradizione con le moderne tecniche batteristiche in oltre due decenni di attività concertistica ha suonato con moltissimi musicisti della costa toscana e molti di livello internazionale; tra gli altri con Paul McCandless, Andrea Pellegrini, Nino Pellegrini, Stefano Cocco Cantini, Pietro Tonolo, Piero Frassi, Perico Sumbeat, Franco Nesti, Vittorio Alinari, Giulio Straccati, Alice Reynolds, Marco Panascia, Max De Aloe, Julilette Kelly, etc.

Info e prenotazioni: 0586752505 (possibilità di cena con menù alla carta)

Appuntamento a Livorno

Venerdì 27 aprile 2018, ore 21.15, al Circolo CRDD-OPS, Piazza dei Domenicani 3, Vision Jazz Quartet con Francesco Saporito, pianoforte, Giulio Talini, contrabbasso, Gabriele Ciangherotti, vibrafono, Matteo Albanese, batteria. Ingresso, 10 euro.

Vision Jazz Quartet
Il Vision Jazz Quartet è un gruppo di recente formazione che propone un piacevole programma percorrendo nel mondo jazzistico brani definiti standard con particolare attenzione al repertorio Be-bop e Hard-bop oltre a composizioni originali di Francesco Saporito. L’ensemble è composta da talentuosi giovani che si sono innamorati della tecnica jazz, delle idee che questo genere può far affiorare, esaltando la sensibilità personale specialmente nella improvvisazione che si mantiene su livelli fortemente emotivi e comunicativi sui diversi palchi. È come se ci fossero note nuove ogni volta per formulare il vero sentimento del linguaggio jazz. Grandi omaggi ai compositori della storia del jazz saranno la colonna portante del concerto con qualche incursione in brani più recenti del giovane pianista Saporito conditi con la freschezza delle idee degli altri componenti.
Info e prenotazioni: 3385081221.

Appuntamento con la musica di Piero Ciampi

“Io, sottoscritto, nato il 28 settembre del 1934, morto circa una settimana prima o dopo, non ricordo” così scrisse una volta Piero Ciampi, cantautore e poeta livornese nato a Livorno in via Roma 1, al secondo piano, di venerdì, alle ore 9. Il caso vuole che la casa natale di Piero si trovi esattamente di fronte ad un’altra ‘casa natale’ famosa dove, cinquanta anni prima, nacque un altro grande artista livornese, Amedeo Modigliani. Piero Ciampi, che morirà a Roma il 19 gennaio 1980, fu autore di canzoni indimenticabili come “Tu no”, “Andare, camminare, lavorare”, “Adius”, “Fino all’ultimo minuto”, solo per citare alcune delle più famose. Fu un geniale precursore dei tempi e straordinario innovatore, sia per il linguaggio sia per i temi affrontati nei suoi testi. Per definire la peculiarità e l’originalità di Ciampi, Gianmaria Testa, bravo cantautore italiano, scomparso troppo presto nel 2016, disse che “Ciampi sta alla canzone come il Jazz alla musica”.

piero ciampi
Ecco quindi l’idea del Comitato Unesco Jazz Day Livorno e della Banda Città di Livorno di promuovere, nell’ambito della settima edizione del Jam Jazz Appreciation Month Livorno – Aprile 2018, una giornata, domenica 29 aprile 2018, interamente dedicata a Piero Ciampi. 
In collaborazione con il Comune di Livorno, l’Associazione Premio Ciampi, Amaranta Service-Casa Modigliani.  La ‘giornata’ avrà inizio la mattina, alle ore 11.00, quando sul palazzo al numero 1 di via Roma, dove Piero Ciampi nacque nel 1934, sarà inaugurata una lapide in suo ricordo. Alla cerimonia saranno presenti oltre ai membri del Comitato Unesco Jazz Day di Livorno (Andrea Pellegrini, Maurizio Mini, Chiara Carboni, Massimo Zocchi, Lauro Lubrano), il sindaco di Livorno, Massimiliano Mangoni presidente del Premio Ciampi, e la Banda Città di Livorno, diretta dal maestro Massimo Ferrini e presieduta da Massimo Zocchi; banda che eseguirà alcuni brani tratti dal repertorio di Ciampi. E poi e poi Gianfranco Reverberi, musicista e compositore, amico e coautore di molti brani di Piero Ciampi, e i musicisti Beppe Scardino, sax, e Tony Cattano, quest’ultimo trombonista e autore di fama internazionale che fa parte del gruppo jazz quintetto di Livorno di Andrea Pellegrini che ha ricevuto proprio dalle mani di Gianfranco Reverberi il premio speciale della giuria al premio Ciampi 2016 per il disco che porta proprio il titolo “Fino all’ultimo minuto: le musiche di Piero Ciampi in Jazz”. I due musicisti eseguiranno la melodia del brano ‘Fino all’ultimo minuto’ di Gianfranco Reverberi, in un arrangiamento di Andrea Pellegrini e Nino Pellegrini, e lo faranno l’uno dalla finestra della casa natale di Ciampi, l’altro dalla finestra della casa natale di Modigliani.
La lapide (realizzata dalla ditta Ma.Gr.Af., su progetto dell’architetto e designer Chiara Carboni, con logo originale di Riccardo Bargellini, installata dall’impresa edile Saviozzi) conterrà, infatti, il testo “Qui nacque Piero Ciampi, 1934 – 1980, poeta e cantautore fino all’ultimo minuto”. Reverberi sarà poi protagonista di un incontro con il pubblico che si terrà sempre domenica 29 aprile, alle ore 15.00, presso il locale Sketch in via Cambini n. 3, a pochi metri dalla casa natale di Ciampi. Durante l’incontro Reverberi racconterà la propria esperienza musicale e umana e il proprio rapporto con i più famosi cantautori italiani e in particolare con Piero Ciampi. Da Sketch sarà anche possibile cenare (Info:cell.3337541200).

Lascia un commento