Aprile Jazz: il libro di Alessandro Agostinelli “Benedetti da Parker” e poi i Trenchtown Train

Dischi & Live, Livorno

1519026480_Benedetti-da-Parker-di-Alessandro-Agostinelli-Le-MurateIL LIBRO DI ALESSANDRO AGOSTINELLI

Nuovi appuntamenti con la Settima edizione Jam – Jazz Appreciation Month Livorno a cura del Comitato Unesco Jazz Day Livorno. Lunedì 23 aprile 2018, alle ore 21.30, per la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto di Autore, da Sketch, via Cambini, 3, presentazione del libro “Benedetti da Parker”, Edizioni Cairo, di Alessandro Agostinelli con Andrea Pellegrini, pianoforte, Nino Pellegrini, contrabbasso.

È un mondo maledetto quello che ha concepito, cresciuto e qualche volta accompagnato alla morte i grandi artisti. È il mondo che ha visto nascere e morire i sogni di individui che cercavano se stessi dentro un assolo, con la forza rabbiosa di chi non ha nulla da perdere, mentre cambiavano per sempre il linguaggio musicale. È il mondo in cui ha camminato anche Dean Benedetti, partito dallo Utah per cercare fortuna con il suo sax. Passando per il Nevada e poi approdando a Los Angeles, ha vissuto ai margini e registrato in presa diretta la nascita del bebop con Charlie Parker. È l’incontro della vita, è ossessione pura quella per Bird. Finché, per sottrarsi alla giustizia americana, il “negro bianco” è costretto ad attraversare l’enorme mare in senso contrario. Non un viaggio verso il futuro o la speranza, ma dentro l’immobilità e l’amarezza. Meta finale: Torre del Lago, il paesino di suo padre e di Giacomo Puccini, tra gli amici al bar, le partite a dama e gli aspiranti musicisti che sognano l’America sulle note di 78 giri solcati come canyon. Nei due diversi continenti, le vite di Parker e Benedetti si bruciano alla stessa velocità. A trentaquattro anni. Acuto, beffardo e malinconico, il romanzo di Alessandro Agostinelli racconta di un piccolo grande uomo del jazz, con pagine sincopate e ritmiche in cui la musica è la colonna sonora di una vicenda umana universale.
Alessandro Agostinelli – Autore di programmi radiofonici per Radio 24 e altre emittenti nazionali, giornalista, blogger, scrittore tradotto e è pubblicato anche all’estero, poeta e fine dicitore. Inoltre svolge attività di ricerca e consulenza in cinema, media e comunicazione. Ha fondato il sito www.alleo.it Dirige il Festival del viaggio di Firenze. Scrive su “L’Espresso”. Collabora con Radio Rai.
Andrea Pellegrini – Musicista già al fianco di Paolo Fresu, Paul MCCandless, Bruno Tommaso e molti altri, fra i piu’ interessanti pianisti italiani, è autore di composizioni note nel Jazz internazionale e autore anche in campo editoriale per l’editrice Erasmo per la quale ha pubblicato 2 libri oltre a un centinaio fra recensioni e articoli per varie testate. Ha suonato in tutta Europa, Nord America e Australia. Docente particolarmente apprezzato, è stato rappresentante italiano presso EMU European Music School Union – International Music Council Unesco per 7 anni e direttore della scuola di musica Bonamici di Pisa; è docente presso gli istituti Mascagni di Livorno e Cherubini di Firenze. Il suo ultimo CD “Fino al’ultimo minuto” ha ricevuto il premio speciale dela giuria al Premio Ciampi 2016.
Nino Pellegrini – Si cimenta fin da giovanissimo con il jazz studiando contrabbasso con Paolo Tommasi e con Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Bruno Tommaso. Nel 1994 e ’95 ha vinto due Borse di Studio presso la Scuola “Siena Jazz”, all’interno della quale ha fatto parte del Gruppo di Musica di Insieme di Enrico Rava e della Big Band di Giancarlo Gazzani. Ha ottenuto una borsa di studio con Marc Johnson. Nel ’94 e ’95 ha conseguito il Diploma di “Esecutore di Musica Jazz e Derivazioni Contemporanee”. Ha suonato in tutta Europa ed in Asia con i migliori musicisti contemporanei quali Enrico Rava, Stefano Battaglia, Paolo Fresu, Gerard Presencer, Marco Tamburini, Sandro Gibellini, Romano Mussolini, Tino Tracanna, Fabrizio Bosso, Pietro Tonolo, Mauro Grossi, Fulvio Sisti, Stefano Bollani, Deborah Carter, solo per citarne alcuni.

Info: 333 7541200

TRENCH TOWN TRAIN E JAM SESSION JAZZ

Appuntamento, mercoledì 25 aprile 2018, ore 21.00, a La Barrocciaia, piazza Cavallotti, 13 a Livorno per il mese dedicato al jazz. In programma  i Trenchtown Train e Jam Session Jazz con Luca Valdambrini, voce e chitarra ritmica, Francesco ‘Blues’ Luongo, chitarra, Nicola Venturini, Hammond e piano, Marco Passerai, rhodes e clavinet, Rolando Calabrò, basso, Fabio Michelazzi, batteria.
Trenchtown Train – è un gruppo nato a Livorno dall’evoluzione di “The Trenchtown Trio” che dal 2008 suonava un set di Roots Reggae. Nel 2015 Luca Valdambrini inizia a comporre le prime canzoni originali del progetto e, con il collegamento con gli altri musicisti allo stesso modo dei vagoni ferroviari, il trio iniziale viene trasformato in Trenchtown Train.

Info: 0586882637 – 3478796140 (possibilità di cena)

 

Lascia un commento