Aprile jazz a Livorno. Tributo a Charles Mingus con Max Fantolini, Giulio Boschi e Sergio Consani. il 27 aprile al Museo di storia naturale del Mediterraneo

Dischi & Live, Livorno

Appuntamento sabato 27 aprile 2019 con l’8°edizione del JAM – Jazz Appreciation Month Livorno, International Jazz Day UNESCO – Livorno, Aprile 2019, evento musicale a cura del Comitato UNESCO Jazz Day Livorno con il patrocinio dell’UNESCO – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, in collaborazione con il Comune di Livorno e con il Club UNESCO di Livorno.

Alle ore 21.15 a Livorno, nella  Sala del Mare del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo (Via Roma, 234) ci saranno MINGUS & FRIENDS – Max Fantolini, pianoforte, Giulio Boschi, contrabbasso, Sergio Consani, batteria.

Sarà un live-tributo a Charles Mingus, grande contrabbassista jazz scomparso nel 1979, autore di innumerevoli brani di grande intensità. La prima parte del concerto sarà dedicata proprio a questo musicista, mentre la seconda parte il JBJ Trio eseguirà dei brani che lo stesso Mingus ha eseguito con i suoi amici ma che non sono stati composti da lui. 

JBJ small

Max Fantolini(nella foto a lato è il primo da destra, l’altro musicista è Giulio Boschi) Dopo il diploma di pianoforte si accosta al jazz frequentando il corso tenuto da Mauro Grossi presso l’Istituto Musicale Mascagni di Livorno e conseguendone il relativo diploma. Ha al suo attivo diverse esperienze sia come pianista accompagnatore (da due anni collabora con il coro Springtime di Livorno, nonché il Centro Musicale Ferruccio Busoni di Empoli nell’ambito del progetto cori per le scuole) sia come elemento di gruppi operanti nel campo della musica dal vivo di vario genere, affiancando a questa attività anche quella d’insegnante di strumento.

Giulio Boschi – Musicista livornese nato il 20 novembre 1989, nel 2008 pubblica il CD Note Amiche e viene denominato dal critico musicale Afo Sartori “Poeta del jazz”, poi si è laureato brillantemente in contrabbasso Jazz, presso il Conservatorio Paganini di Genova. Attualmente suona, in teatri e occasioni dedicate al jazz, con i gruppi Triple sec e JBJ Trio. Ha partecipato ad iniziative accademico-culturali di livello internazionale, come contrabbassista, compositore ed arrangiatore. A Tuscia in jazz, nel 2007 riceve tre nomination come miglior contrabbassista al concorso Jimmy Woode a Soriano del Cimino (VT); esegue musica propria in varie occasioni: Livorno, Giornata della Poesia 2013, Poesie in Jazz senza guinzaglio e senza padroni, Giornata internazionale del jazz dell’Unesco 2013 e a numerose performance coinvolgenti poesia e letteratura: Poesie un po’ per ridere, Un caso clinico, Dall’homo sapiens all’homo facebook e A Livorno c’è sempre vento, dedicata a Piero Ciampi; si è cimentato in Rapsody in music and painting, una originale performance, per contrabbasso solo e pittura estemporanea, con il noto pittore livornese Umberto Falchini, sempre con musica propria; a Genova partecipa al XIX Incontro internazionale dei conservatori del Mediterraneo. Ha fondato il gruppo Rasenna Jazz Messengers che suona musica propria.

Sergio Consani (foto sopra il titolo)  Musicista, scrittore e sceneggiatore, ha dedicato gran parte della sua vita alla musica. Batterista e percussionista ha suonato nelle colonne sonore di Ennio Morricone, Nicola Piovani, Luis Bacalov, Pino Donaggio, Manuel De Sica e molti altri compositori italiani e stranieri. Ha lavorato con Fellini, Nanni Moretti, Roberto Benigni, Lina Wertmuller, Francesco Nuti, per citarne alcuni. Negli anni in cui suonava, già scriveva articoli per alcune riviste di musica, poi ha iniziato a scrivere la sua prima sceneggiatura per una produzione dei fratelli Avati. Ha pubblicato anche sei romanzi, ha scritto per cinema e teatro ed è responsabile della Redazione del giornale online 57100livorno.it.

Info Museo: 0586266711 / musmed@provincia.livorno.it

Ingresso: € 10 / € 7

 

 

 

Lascia un commento